BusinessOnline - Il portale per i decision maker



Note sull'autore

Redazione BusinessOnline.it

Informazioni su: Redazione BusinessOnline.it

A cura della Redazione di BusinessOnline.it... (continua)



STRATEGIE E MANAGEMENT

Manager: Facebook, Twitter, Linkedin e blog personali indispensabili. Una strategia online è necessaria anche per i dirigenti non solo per le aziende.

I social network stanno diventando strumenti indispensabili nelle nuove strategie di marketing. Analizziamo quali possono essere i vantaggi dell'uso dei social anche per i manager.

Che i social network siano diventati strumenti essenziali di comunicazione di strategie marketing è cosa ormai risaputa, ma che siano addirittura indispensabili non solo per le aziende ma anche per i dirigenti, questo è un dato nuovo. Inizialmente respinti nell’uso quotidiano d’ufficio, perché si temeva potessero distrarre dipendenti e lavoratori dalle loro mansioni, oggi, al contrario, Facebook, Twitter, Linkedin sembrano essere diventati i fiori all’occhiello nelle strategie di comunicazione online di impresa.

E sono gli stessi manager ad adottare la nuova strategia di marketing online attraverso i social per guidare i dipendenti e conquistare i clienti. Questa è anche la nuova filosofia di lavoro di cui si parla nell’ultimo libro 'Open Leadership - Come le tecnologie sociali possono trasformare il modo di essere un capo' di Charlene Li, fondatrice della società di consulenza Altimeter group, grande esperta di nuove tecnologie e social media, considerata una delle 50 persone più influenti nella Silicon Valley.

Secondo Li, i dirigenti oggi devono essere ‘aperti’. Se molti di loro credono, infatti, che la fonte del loro potere derivi dal riuscire a controllare risorse e persone per raggiungere un obiettivo, in realtà dovrebbero iniziare ad essere consapevoli del fatto che il controllo non è davvero assoluto. I capi comandano sulla base della loro credibilità e devono costruire relazioni con i dipendenti, clienti e partner per ottenere risultati e devono cercare nuove opportunità per costruire e condividere relazioni.

Essere aperti alle nuove comunicazioni non vuol dire necessariamente avere una propria pagina su Facebook o Twitter, ma avere un sito personale può essere molto efficace per un top manager se desidera connettersi alla gente e condividere idee. L’esempio che Li riporta nel suo libro è quello di Barry Judge, il responsabile marketing di BestBuy, il più grande rivenditore di elettronica negli Stati Uniti, che ha iniziato ad usare il social network interno dell’azienda e poi a tenere un blog e oggi usa soprattutto Twitter, dove racconta i suoi viaggi per visitare i negozi, risponde a ogni interlocutore e, recentemente, ha confessato quanto sia difficile per lui continuare a scrivere sul blog. Questo esempio, come molti altri osservati, mette in forte evidenza quanto in realtà oggi i social siano in grado di connettere sfera personale e lavorativa di tutti, diventando così mezzi attraverso i quali promuovere sé stessi e il proprio lavoro in un’ottica di condivisione, crescita e sviluppo.

Categoria: Strategie e Management