BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Carte prepagate: perché scegliere una carta ricaricabile

L'ampia diffusione degli acquisti online ha avuto ripercussioni importanti anche sui metodi di pagamento. Dall'utilizzo della carta di credito all'avvento delle carte prepagate il passo è stato breve

Carte prepagate: perché scegliere una carta ricaricabile

Cos’è una carta prepagata?

È una carta di credito ricaricabile e gratuita che consente di depositare un ammontare di denaro non collegato ad un conto corrente bancario. Questo permette di utilizzarla come un portafoglio ricaricandola di volta in volta dell’importo necessario. Una possibilità che ne aumenta il profilo di sicurezza.

Ormai è diventato difficile trovare un oggetto che non possa essere acquistato online. Operazione comoda che consente di ricevere fino a domicilio la merce acquistata e necessita di una carta di credito per poter essere effettuata. O anche delle carte prepagate, un particolare tipo di carta di credito che, a differenza delle tradizionali carte che conosciamo, non è collegata al conto corrente del proprietario e funziona come portafoglio virtuale.

Come utilizzare le carte prepagate

Esistono davvero diverse opportunità che tolgono ogni indecisione su come utilizzare le carte prepagate. Ad esempio per fare shopping, come se si trattasse di una normale carta di credito. E in più le carte prepagate offrono l’opportunità di fare acquisti anche in Rete. Ovviamente per poter effettuare l’acquisto è necessario aver provveduto in precedenza ad inserire attraverso l’apposita procedura, il credito opportuno nella carta altrimenti ogni tentativo di pagamento verrà rifiutato e sarà vano. Questo rende possibile anche fare il classico prelievo di denaro al bancomat.

Per acquistare una carta prepagata è sufficiente recarsi in una filiale della banca prescelta, se si tratta di un istituto di credito tradizionale, oppure seguire la procedura guidata sul sito web della banca, se invece si sceglie un istituto che opera online. Dal momento che la carta prepagata non è collegata al conto corrente, non è necessario aprire un conto al momento della richiesta e nemmeno richiedere la carta prepagata nello stesso istituto di credito dove si ha il conto corrente.

Perché scegliere una carta ricaricabile

Ci sono diversi buoni motivi sul perché scegliere una carta ricaricabile. Questa specie di lasciapassare è davvero molto utile per quelli che, per un motivo o per un altro, non vuole aprire un conto sia negli istituti di credito bancari che in quelli postali. Anche, molto probabilmente, perché di questi tempi la fiducia in questi istituti è ai minimi.

Inoltre dotarsi di una carta prepagata consente anche di monitorare in maniera più efficace i propri movimenti economici. Le carte ricaricabili offrono valide garanzie di sicurezza perché non sono connesse ad eventuali conti in banca o in posta e rendono così impossibile rintracciare eventuali depositi che costituiscono una preda allettante per chi ha cattive intenzioni. Anche per quelli che potrebbero prosciugare un intero conto riuscendo a reperire online i dati necessari.

Quali sono gli svantaggi delle carte prepagate

Certo non sono tutte rose e fiori. La gestione di una carta prepagata comporta anche l’accettazione di alcuni aspetti non proprio convenienti. E allora quali sono gli svantaggi di compiere operazioni con le carte prepagate? Innanzitutto il peso di un costo fisso che si deve pagare al momento della ricarica. Quindi più si ricarica più questi costi fissi crescono. E poi per non esporsi a figure davvero magre, è necessario controllare in ogni occasione, ovviamente prima di recarsi a fare compere, la presenza o meno di credito sulla carta.

Quante volte è capitato, infatti, ad acquirenti sprovveduti di dover rinunciare ai propri acquisti per non aver compiuto questa preziosa operazione preventiva che può risultare faticosa e seccante, e lo è, ma non può essere tralasciata per non esporsi al rischio prima elencato. Infine i tempi necessari ad affrontare l’iter burocratico dopo la scoperta dei responsabili di eventuali truffe si dilatano e non poco nei confronti della tempistica che si presenta al possessore di una carta di credito tradizionale.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il