Carte prepagate: perché scegliere una carta ricaricabile

L'ampia diffusione degli acquisti online ha avuto ripercussioni importanti anche sui metodi di pagamento. Dall'utilizzo della carta di credito all'avvento delle carte prepagate il passo è stato breve

Carte prepagate: perché scegliere una carta ricaricabile

Cos’è una carta prepagata?

È una carta di credito ricaricabile e gratuita che consente di depositare un ammontare di denaro non collegato ad un conto corrente bancario. Questo permette di utilizzarla come un portafoglio ricaricandola di volta in volta dell’importo necessario. Una possibilità che ne aumenta il profilo di sicurezza.

Ormai è diventato difficile trovare un oggetto che non possa essere acquistato online. Operazione comoda che consente di ricevere fino a domicilio la merce acquistata e necessita di una carta di credito per poter essere effettuata. O anche delle carte prepagate, un particolare tipo di carta di credito che, a differenza delle tradizionali carte a saldo, non è collegata al conto corrente del proprietario e funziona come portafoglio virtuale.

Gli utilizzi della carte prepagate

Le carte prepagate si possono utilizzare per fare acquisti, sia nei negozi tradizionali, con la stessa metodica che si utilizza con bancomat e carte di credito, che in quelli online. Affinché l’acquisto vada a buon fine, la carta prepagata deve essere caricata con l’importo necessario: la somma per il pagamento, infatti, viene prelevata al momento dell’acquisto e quindi il credito viene scalato in base a quanto speso.

Con la carta prepagata si possono anche prelevare contanti presso gli sportelli bancomat. Per acquistare una carta prepagata è sufficiente recarsi in una filiale della banca prescelta, se si tratta di un istituto di credito tradizionale, oppure seguire la procedura guidata sul sito web della banca, se invece si sceglie un istituto che opera online.

Dal momento che la carta prepagata non è collegata al conto corrente, non è necessario aprire un conto al momento della richiesta e nemmeno richiedere la carta prepagata nello stesso istituto di credito dove si ha il conto corrente.

Perché scegliere una carta ricaricabile

Ci sono diversi buoni motivi sul perché scegliere una carta ricaricabile. Le carte prepagate sono indicate per chi non vuole aprire un conto corrente bancario o postale e per chi vuole tenere sotto controllo le proprie spese sfruttando la modalità di ricarica della carta. Inoltre, fare acquisti con una carta prepagata permette di mantenere l’anonimato sui propri dati.

Le carte ricaricabili offrono valide garanzie di sicurezza perché non essendo collegate al conto corrente proteggono i dati del proprietario evitando furti che frequenti quando gli acquisti online iniziarono a diffondersi. Le carte prepagate, infine, possono essere utilizzate in tutto il mondo, perché appartengono ai maggiori circuiti di pagamento come PagoBancomat e Visa Electron.

Carte prepagate quali gli svantaggi

Se si utilizzano con frequenza le carte prepagate per effettuare acquisti o prelievi si può andare incontro anche ad alcuni svantaggi, come per esempio il costo delle ricariche che può gravare in maniera eccessiva nella gestione della carta. Inoltre, prima di fare acquisti è sempre necessario accertarsi che nella carta ci sia la somma necessaria per concludere la transazione. Questa operazione potrebbe rivelarsi particolarmente scomoda se attraverso la carta prepagata si effettuano pagamenti periodici, come ad esempio per un abbonamento.

Inoltre, nel caso di irregolarità i tempi per accertare eventuali frodi bancarie sono più lunghi rispetto a quelli necessari per le tradizionali carte di credito a saldo. In questi casi, poi, non tutte le banche offrono tutele e garanzie particolari. Nel caso di errori come addebiti doppi, poi, i tempi per un eventuale rimborso possono essere piuttosto lunghi.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il