BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Cintura di sicurezza e gravidanza: regole ed esenzioni

Consigli e possibili esenzioni per evitare di mettere le cinture di sicurezza in auto durante la gravidanza: cosa c'è da sapere

Cintura di sicurezza e gravidanza: regole ed esenzioni

Le cinture di sicurezza sono obbligatorie anche in gravidanza?

Indossare la cintura di sicurezza alla guida di una vettura o come passeggero è obbligatorio secondo quanto sancito dalla legge, ma per le donne in gravidanza non è sempre un obbligo così come non è scontato il fatto di poter evitare di mettere le cinture. Esistono casi e certificazioni necessarie che danno la possibilità alle donne in gravidanza di non indossare la cintura di sicurezza.

 

Guidare in gravidanza è assolutamente possibile e se fatto con le giuste e dovute precauzioni non comporta alcun problema nè fastidio alla donna, per cui è bene tranquillizzare tutte le donne con il pancione sottolineando che non c'è alcun problema nel mettersi alla guida durante il periodo della gravidanza. Certo qualche attenzione in più e qualche accorgimento deve essere preso. Per esempio, meglio evitare di percorrere strade accidentate, perché i sobbalzi potrebbero dar fastidio, cercare di prendere buche o dossi nella maniera più leggera e lenta possibile per non provocare sobbalzi ed eventuali urti che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero provocare anche un lieve distacco della placenta.

Inoltre, guidare fino proprio al termine della gravidanza può essere un problema per l'ingombro del pancione che obbliga ad allungare le braccia e a guidare in tensione, quindi magari nell’ultimo periodo, il consiglio migliore è quello di farsi accompagnare da qualcuno o viaggiare con almeno un passeggero.

Cinture di sicurezza in gravidanza: quando non metterle ed esenzioni

Stando a quanto stabilito dalla legge, riportato nell’art.172 del Codice della Strada, sono esentate dall'indossare le cinture di sicurezza in auto, sia come guidatrici sia come passeggere, le donne cui sia stata rilasciata apposita certificazione dal ginecologo curante che comprovi condizioni di rischio particolari conseguenti all'uso delle stesse cinture. In caso contrario, e cioè se non sussista alcuna particolare necessità che impedisca alla donna di indossare la cintura la sicurezza, è bene che questa venga indossata e nel miglior modo possibile sia per la comodità della donna stessa sia per la comodità di pancione e bambino.

Cinture di sicurezza in gravidanza: regole per indossarle comodamente

Chi, dunque, anche in gravidanza avesse l'obbligo di indossare le cinture di sicurezza in macchina è bene che sappia che la cinture devono essere indossate nel modo corretto, per evitare che il bambino venga compresso e seguendo i seguenti consigli:

  1. la cintura diagonale non deve comprimere il pancione, ma deve essere posizionata all'altezza del seno;
  2. la cintura orizzontale deve essere fatta passare sotto l'addome e sopra le gambe;
  3. evitare di tenere il nastro troppo lento, altrimenti la sua funzione di protezione sarà inutile.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il