BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Come controllare la pressione degli pneumatici

Una corretta pressione dei copertoni garantisce un’elevata prestazione su strada. Controllare la pressione degli pneumatici, pone la vettura su un elevato standard di sicurezza.

Come controllare la pressione degli pneumatici

Che cos’è la pressione degli pneumatici?

In un modo molto semplice possiamo affermare che la pressione degli pneumatici è la quantità di aria che circola all’interno del copertone. La sua funzione è ben specifica, l’aria fa sì che la gomma distribuisca uniformemente il carico facendo lavorare i copertoni in modo regolare.

È intuibile che la pressione degli pneumatici ha un’influenza in modo diretto sul lavoro che svolgono gli pneumatici, oltre ad avere un peso notevole sulla durata degli stessi, nonché sui consumi del combustibile. Per valutare il valore di carico e la velocità di un veicolo gli pneumatici devono obbligatoriamente essere gonfiati in modo uniforme e corretto.

Come controllare la pressione degli pneumatici?

A tutti (forse) è capitato qualche volta di circolare con le gomme “sgonfie”. Il buon senso impone d’intervenire opportunamente per ripristinare la pressione dei 4 pneumatici, rendendola uniforme. Perché? In primo luogo la vettura consuma di più, i battistrada tendono a consumarsi più velocemente, e infine si può verificare lo scoppio degli pneumatici.

Cosa succede se gonfio troppo le ruote? La gomma tenderà a usurarsi giusto al centro, quindi, in questo caso il battistrada contenente troppa aria risulterebbe più esposto a danneggiamenti, infatti potrebbe rompersi nel percorrere una strada rovinata. 

Come si verifica la pressione delle gomme?

Evitare di correre rischi inutili è possibile basta controllare la pressione delle gomme. In che modo? Semplicemente facendo benzina, quando si dispone di un pizzico di tempo in più, si richiede il controllo della pressione delle gomme, attraverso l’uso di un compressore. Un’operazione molto semplice, che possiamo fare anche da soli. Basta rimuovere il tappo della valvola della gomma e introdurre l’apposito tubicino. Sul manometro apparirà la pressione delle gomme. Ovviamente se la pressione è alta basterà pigiare sul pulsante del manometro, caso inverso cioè se è bassa occorrerà azionare il grilletto. È bene rammentare che è un controllo da fare a gomme fredde in un lasso di tempo che intercorre tra le 3 o 4 settimane.

I rischi cambiano in base alla vettura?

Assolutamente no. La sicurezza della vettura dipende da un’ottima pressione degli pneumatici, in quanto ci garantiscono un’ideale stabilità nonché tenuta di strada. Cosa significa? Se dovessimo prontamente fare una frenata anche brusca l’auto resterebbe controllabile. Altro punto da non sottovalutare è quello legato comfort della vettura, infatti avendo le gomme “a pressione” la guida risulterà più “leggera” e “maneggevole”. Stabilità e sicurezza delle 4 ruote dovrebbero essere il punto principale di controllo della nostro veicolo.

Acclarato il fattore “sicurezza” non resta che andare a verificare, dove trovare i parametri di pressione degli pneumatici? Sono riportati nel manuale del veicolo che di solito si trova dentro lo sportello conducente o in alcuni casi nell’apposito vano porta oggetti. La giusta “pressione” infatti, è quella indicata dalla casa costruttrice della vettura. I valori di riferimento sono indicati in “bar”, usualmente oscillano tra i 2.0 e circa i 3.0 bar.

Perché gli pneumatici si sgonfiano? Le cause sono diverse, il fattore determinate resta il tempo. Capita che con gli anni le gomme tendano a “perdere pressione”. Intervenire per riequilibrare il carico delle 4 ruote non solo riduce i rischi legati alla guida, ma garantisce una minor usura del copertone.

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il