BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Come ottenere un prestito personale senza busta paga

In una fase storica come quella attuale, caratterizzata da crisi economica e precarietà nel lavoro per i giovani, ottenere un prestito senza busta paga è un'impresa difficile... ma non impossibile

Come ottenere un prestito personale senza busta paga

Cos’è un prestito personale?

Un prestito personale è un finanziamento senza obbligo di destinazione: in pratica, si ottiene una somma di denaro che è possibile impiegare in qualsiasi modo desiderato, a differenza del prestito finalizzato che invece è legato all'acquisto di un determinato bene o servizio.

La crisi, nonostante gli annunci che di volta in volta sostengono che il peggio sia ormai passato e i provvedimenti legislativi che in Italia non hanno avuto gli effetti sperati, non accenna ad attenuare la propria morsa soprattutto sulle fasce più deboli della società, in primis lavoratori under trentacinque anni che non riescono ad inserirsi in maniera stabile e duratura nel mondo del lavoro, quando addirittura ne restano fuori, visti i dati della disoccupazione. Le condizioni economiche precarie presentano come conseguenza anche una difficoltà di richiedere un prestito personale senza busta paga. Per gli autonomi con partite Iva o le società Snc e Sas è necessario presentarsi con le dichiarazioni dei redditi degli ultimi anni.

Come ottenere un prestito senza busta paga

Viene quindi spontaneo chiedersi come ottenere un prestito senza busta paga. Esistono diverse opzioni a seconda delle diverse esigenze.

Prestiti personali da enti

Ottenere prestiti personali da enti può essere una soluzione sicura per superare un momento difficile senza rischiare di trovarsi in situazioni poco raccomandabili. Soluzione che vale anche nel caso in cui, ovviamente, siete senza reddito. Si tratta del microcredito, uno strumento messo in campo dalla Ue che può andare incontro alle esigenze di chi richiede il prestito, ma mai superando la cifra di venticinquemila euro, se viene richiesta per utilizzarla in attività produttive.

Cifra che si riduce a diecimila euro nel caso in cui la cifra viene richiesta per attività che hanno una ragione sociale. In maniera analoga, o molto simile, funziona anche il fondo per gli studenti. Questa formula consente agli studenti meno abbienti, di poter affrontare, una volta ottenuto il finanziamento necessario, il proprio percorso senza l’affanno derivato dalle condizioni economiche precarie. Inoltre, se si ci si trova nelle condizioni di non avere uno stipendio si può richiedere un prestito con pegno, cambiali, oppure quello con garanzia ipotecaria. Ma ci sono anche altre possibilità come abbiamo modo di vedere.

Prestito tra privati e su pegno

Tra le varie alternative non bisogna dimenticare una delle modalità di prestito più classiche che consiste nell’accordo tra privati che potrebbe concretizzarsi in diversi modi come per esempio: crowfunding, al social lending o tanto altro. I prestiti senza busta paga sono normalmente dedicati a:

  1. professionisti o autonomi con scarso reddito;
  2. precari o lavoratori atipici con contratti di lavoro a tempo determinato;
  3. persone disoccupate.

In poche parole a tutte quelle persone che non godono di un reddito fisso o un reddito dimostrabile e che sono senza stipendio.

Prestiti personali senza busta paga occhio alle truffe

Ci sono diverse strade da percorrere per avere un prestiti personali senza busta paga, ma occhio alle truffe. Tuttavia è bene prestare molta attenzione al contratto che si va a stipulare. Spesso c’è chi sfrutta la necessità di avere una somma e la difficoltà nell’ottenerla senza garanzie. Infatti, in certe situazioni c’è chi è disposto a chiudere un occhio di fronte a condizioni pregiudizievoli, come ad esempio un tasso di interesse maggiore rispetto alla media.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il