Come scegliere le lampade a LED giuste

È un’ottima soluzione illuminotecnica, molto utilizzata per illuminare interni ed esterni, grazie a un design moderno , ma anche perché consentono un notevole risparmio, rispettando l'ambiente

Come scegliere le lampade a LED giuste

Cos’è la lampada a LED?

È una lampada che funziona con il LED, un dispositivo opto-elettronico che sfrutta le proprietà optiche di alcuni semiconduttori per convertire l’energia elettrica in luce, con minima dispersione di calore e con una luce priva di ultrarossi e ultravioletti.

Sempre più in voga e rappresentano un oggetto ambito per abbellire i salotti o, più in generale, gli spazi che sono oggetto di maggiore cura per presentarsi in maniera il più elegante possibile. Sono le lampade a LED che si sono conquistate la fiducia dei consumatori che raramente esitano quando si trovano di fronte all’acquisto. Proprio per questo motivo, è importante sapere come scegliere le lampade a LED giuste per evitare di essere ingannati o di acquistare prodotti non in grado di soddisfare le proprie esigenze.

Si tratta di un’ottima soluzione illuminotecnica, sempre più utilizzata per illuminare interni ed esterni, non solo grazie al design moderno e originale che contraddistingue i modelli, ma anche perché consentono un notevole risparmio andando ad incidere in maniera minimale anche sull’ambiente. Un prodotto in pieno stile green quindi.

Come scegliere una lampada a LED

Capire come scegliere una lampada a LED vi costerà certamente qualche minuto di riflessione. Oltre ai vari aspetti legati all’estetica, di certo molto importanti, soprattutto quando l’occhio che scruta appartiene a persone che amano il buon gusto, ci sono quelli non meno decisivi che riguardano la lampadina a LED da scegliere con cura ed attenzione. Le lampade LED sono molto versatili e possono essere adattate ad all’esigenza più svariata. Per esempio una volta installate, si integrano benissimo nell’interno del muro, dando un effetto a scomparsa totale. Questi faretti possono essere inseriti in due modi, fissi e direzionabili.

Per quel che riguarda i fissi non è possibile spostarli in diverse direzioni, a differenza di quelli direzionabili i quali sono dotati di un cono posto nella loro parte inferiore, che consente così di roteare il led a trecentosessanta gradi lungo l’asse verticale e orizzontale, creando in questo modo un fascio di luce nella direzione desiderata. Tra l’altro questo tipo di lampade led possono essere anche singoli o multipli, cioè composti da un corpo di metallo a cui è possibile collegare altri spot orientabili da parete.

Le luci delle lampade sono perlopiù a LED. Le lampadine a LED sono composte da piccole sorgenti luminose che trasformano i loro impulsi elettrici in vera e propria luce. Sono prevalentemente diffuse dappertutto oggi, e garantiscono il massimo della luminosità e dell’efficienza energetica, evitando anche di disperdere calore. Non emettono raggi UV, dannosi per la nostra pelle e risparmiano energia rispetto a quelle alogene. Hanno una durata media che è cinque volte superiore rispetto alle lampadine tradizionali. Una lampada a Led ha una durata media che può arrivare anche fino a quindici anni e consente un risparmio in bolletta dell’ottanta percento.

Le lampadine a LED sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, anche grazie al loro risparmio economico e ambientale. Viene considerata la forza commerciale dell’illuminazione. È adatta particolarmente per illuminare interni delle abitazioni, la loro illuminazione è molto più elevata rispetto alle lampade tradizionali. Il LED è un dispositivo che genera luce al passaggio di cariche elettriche; Utilizza un diodo che raggiungendo la soglia di tensione diventa una sorgente luminosa; La loro luce è monocromatica e il colore dipende dal tipo di dosaggio introdotto nel silicio. I vantaggi delle lampadine a LED si possono schematizzare in questo modo:

  • resistenza agli shock;
  • costi minori;
  • colori saturi;
  • accensione istantanea;
  • risparmio energetico;
  • durata maggiore;
  • luce pulita;
  • riscaldamento minimo;
  • alimentazione a bassa tensione.

I costi di manutenzione sono molto bassi vista la loro affidabilità. Per quanto riguarda l’accensione istantanea, vista la funzione e lo sviluppo delle lampade LED, non servirà attendere molto per vedere la propria luce in casa. La luce pulita è garantita grazie alle caratteristiche che abbiamo avuto già modo di elencare in precedenza, ovvero non emettono raggi UV, dunque risultano sicure e semplici da usare e maneggiare.

Risulta efficace per tessuti sensibili o i quadri. Il vantaggio è anche per i loro colori saturi, disponibili sia in bianco freddo e con colori molto caldi. Il risparmio energetico con l’illuminazione LED è più efficiente rispetto alle lampadine tradizionali. In media i LED hanno una durata molto più ampia rispetto alle lampadine tradizionali. Un altro vantaggio è la sua resistenza agli shock, oltre ad essere praticamente impermeabile, il LED è resistente alle temperature estreme.

I LED inoltre hanno un riscaldamento minimo, infatti, la loro illuminazione produce pochissimo calore, positivo anche per l’ecosistema. La tecnologia LED è il futuro e chi non la utilizza sceglie consapevolmente di restare ancorato a un passato che non tornerà più. Permette di eliminare l’inquinamento luminoso, importante soprattutto vista l’illuminazione delle grandi città.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il