BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Cosa fare in caso di smarrimento della patente

Ecco alcuni semplici suggerimenti di come districarsi tra procedura e documenti, quando si smarrisce la patente o viene sottratta in modo illecito oppure si deteriora.

Cosa fare in caso di smarrimento della patente

Cosa significa smarrimento patente?

Si riferisce all'ipotesi in cui si perde la patente di guida. Le cause possono essere svariate dallo smarrimento per motivi del tutto accidentali al furto, oppure nel caso in cui venga distrutta. Il Ministero Infrastrutture e dei Trasporti, nel merito prevede un’apposita procedura da eseguire.

Nella vita quotidiana si smarrisco le chiavi, il portafoglio, lo smartphone ecc., tra un "corri, mordi e fuggì" è possibile perdersi anche dei documenti importanti. Lo smarrimento patente rientra nella lunga classifica degli “oggetti smarriti” che ci interrompono il sonno. Si tratta di situazioni più o meno difficili, che nessuno vorrebbe affrontare, capaci di recarci non pochi grattacapi, l’importante è trovare una soluzione rapida. Una volta constatata la perdita della patente di guida è bene rimediare immediatamente con una denuncia alle autorità competente, avviando l’iter che porta alla sostituzione.

Cosa fare in caso di smarrimento patente?

Nel momento in cui, si prende coscienza di non essere in possesso del documento entro 48 è necessario presentare una denuncia per smarrimento, furto o distruzione della patente di guida presso l’autorità competente. Gli Organi di Polizia nell’immediato constateranno se la patente può essere duplicata attraverso l’Ufficio Centrale Operativo (U.C.O.). L’iter da seguire, secondo quanto disposto dal Ministero Infrastrutture e dei Trasporti, è il seguente:

  • se la patente di guida risulta essere duplicabile, l’autorità competente invia all'U.C.O. tutta la  documentazione necessaria per richiedere l'emissione della nuova patente di guida. Essa sarà recapitata direttamente a casa dell’intestatario ovvero presso il luogo della residenza;
  • per il rilascio del permesso provvisorio di guida, è necessario consegnare all’autorità competente 2 fotografie formato tessera. Tale permesso avrà validità fino al ricevimento del duplicato della patente;
  • la nuova patente duplicata viene inviata dal Ministero dei Trasporti presso la residenza dell’automobilista attraverso con posta assicurata. Il titolare dovrà versare il costo di € 10,20 più le spese postali direttamente al postino nell’atto della consegna del documento.

Cosa fare se non arriva il duplicato della patente?  Dopo 45 giorni senza aver ricevuto il duplicato, il titolare del documento può contattare gli operatori della Motorizzazione Civile attraverso il numero verde 800.232323, e chiedere ragguagli in merito. Il servizio è gratuito e gli operatori sono reperibili dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 20:00 e il sabato dalle 8:00 alle 14:00.

Cosa fare se la patente di guida non risulta duplicabile dall'U.C.O.? Il titolare della patente dovrà presentare un’istanza di duplicato direttamente presso gli sportelli dell’Ufficio Motorizzazione Civile. Attraverso il Portale dell’Automobilista è possibile individuare facilmente l’ufficio competente per zona. I documenti da esibire all’ufficio per richiedere il duplicato della patente di guida attraverso la procedura non meccanizzata sono:

  • domanda di rilascio da sottoscrivere su apposito modello TT 2112, reperibile direttamente presso lo sportello oppure attraverso il sito dedicato online sul Portale dell’automobilista;
  • denuncia di smarrimento, furto o distruzione della patente;
  • ricevuta del versamento di € 10,20 sul c/c 9001 reperibili presso gli uffici postali e gli Uffici Motorizzazione Civile;
  • n. 2 fototessere, di cui una regolarmente autenticata;
  • originale e copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • originale del permesso provvisorio di guida rilasciato dagli organi di polizia.

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il