BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Dove e quando si paga il bollo dell'auto

Informazioni e chiarimenti su pagamenti del bollo auto annuale: chi deve pagare, come e quando e per chi sono valide le esenzioni

Dove e quando si paga il bollo dell'auto

Dove si paga il bollo auto?

Sono diverse le modalità e i luoghi stessi in cui è possibile effettuare il pagamento del bollo auto. Si può infatti decidere di pagare quanto dovuto di imposta sul possesso dell'auto sia presso sia presso tabaccherie collegate alla rete Lottomatica Servizi, sia presso gli uffici postali, sia tramite bonifico online ma non solo.

 

Il pagamento del bollo auto prevede importi differenti, a seconda della regione di immatricolazione dell'auto e di residenza, e ciò significa che ogni automobilista dovrebbe effettuare il calcolo di quanto deve pagare in piena autonomia, effettuando il successivo pagamento in diverse modalità ma purchè lo effettui altrimenti sarà soggetto a sanzioni, che in alcuni casi possono diventare anche piuttosto salate.

Dove pagare il bollo auto

Per quanto riguarda i pagamenti, in particolare, il bollo auto si può pagare presso:

  1. uffici postali;
  2. le delegazioni A.C.I.- Automobile Club d'Italia;
  3. presso le tabaccherie e le ricevitorie del lotto collegate alla rete Lottomatica Servizi;
  4. presso gli sportelli bancomat Unicredit utilizzando la carta bancomat operante sul circuito Pagobancomat rilasciata da qualsiasi istituto bancario e senza corrispondere alcuna commissione (digitando il n° di targa) solo se non ci si avvale del sistema pagoPA®;
  5. direttamente online sui siti di Poste Italiane;
  6. direttamente con bonifico online presso la propria banca.  

Bollo auto: quando e quanto pagare

Il bollo auto, conosciuto anche come imposta sul possesso, deve essere pagato entro le date stabilite, altrimenti si rischia di ricevere la cartella esattoriale da parte del proprio comune di residenza. L'importo di quanto versare, infatti, sarà determinato dal veicolo posseduto e dalla sua potenza e dalla regione di residenza. Il costo del bollo auto non è infatti lo stesso per tutti gli automobilisti italiani. Per quanto riguarda il calcolo del bollo auto che ognuno dovrà versare, è possibile effettuarlo o rivolgendosi alle tabaccherie presso cui è possibile effettuare il pagamento semplicemente fornendo la targa della propria vettura o attraverso il sistema elaborato dall'ACI per calcolare l'importo del bollo auto fornisce la cifra da pagare.

Per effettuare il calcolo basta indicare la tipologia del veicolo interessato, selezionare il tipo di pagamento (rinnovo, prima immatricolazione, ecc.) e inserire il numero di targa. Basteranno, dunque, pochissimi secondi per conoscere l’importo di quanto versare per il proprio bollo auto. Per quanto riguarda, invece le scadenze di pagamento del bollo auto, bisogna pagare entro l’ultimo giorno del mese successivo alla scadenza del bollo se si tratta di veicoli già circolanti, mentre per quelli nuovi il pagamento è previsto entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Se la pratica è avvenuta negli ultimi dieci giorni del mese si può versare quanto dovuto nel mese successivo.

Sono esenti dal pagamento del bollo auto le auto ecologiche a gpl, metano, elettriche, ibride e bifuel: per queste categorie di vetture è prevista l’esenzione totale, che nel caso delle auto elettriche vale per cinque anni, o parziale, fino anche al 75% nel caso di auto a GPL o metano. Esenti dal pagamento del bollo auto anche i veicoli storici per cui siano trascorsi i 30 anni dall’immatricolazione. Tale esenzione vale per sia per le auto che per le moto. Questi stessi mezzi, però, sono tenuti al pagamento di una sorta di tassa di circolazione, del valore di 20-30 euro, in base alla regione di residenza.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il