Pensione sociale: requisiti e importo dell'assegno sociale

Chi, quando e come può richiedere la pensione sociale: documenti necessari e requisiti necessari per inviare domanda


Cos'è la pensione sociale?

La pensione sociale, sostituita dall'attuale assegno sociale dal 1996, è una prestazione assistenziale, cioè una prestazione economica che non si basa sull'entità dei contributi versati, così come per altre prestazioni pensionistiche, destinata alle persone anziane a basso reddito.

La pensione sociale 2017 rappresenta una forma di sostegno al reddito erogata dall'Inps e destinata alle persone residenti in Italia da almeno 10 anni, valida quindi sia per cittadini italiani che per cittadini comunitari ed extracomunitari purchè in possesso di regolare permesso di soggiorno. Per avere la pensione sociale, che dal 1996 si chiama assegno sociale, bisogna inviare apposita domanda all’Inps in via telematica e sarà poi l’Istituto di Previdenza a verificare i requisiti e accettare, o meno, la domanda pervenuta.

Una volta accettata la domanda e concesso l’assegno sociale, l’Inps ogni anno provvederà a verificare che sussistano sempre i requisiti necessari per avare questo assegno di sostegno. L’assegno sociale decade se il cittadino che ne beneficia si allontana dall'Italia per più di 30 giorni. In tal caso, viene prima sospeso e dopo un anno del tutto.

I requisiti per avare la pensione sociale 2017

Per avere diritto alla pensione sociale, o assegno, sociale, bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver compiuto 65 anni e 7 mesi per quest’anno e a partire dal primo gennaio 2018 la pensione sociale bisognerà raggiungere 66 anni e 7 mesi;
  • essere senza reddito o quasi;
  • avere la cittadinanza italiana, o l'iscrizione al comune di residenza  per gli stranieri comunitari, o un permesso di soggiorno CE per gli stranieri extracomunitari residenti in Italia da almeno 10 anni;
  • non avere redditi superiori pari a 5.824 euro l'anno e 11.649,82 se coniugato.

Regole di invio della domanda per la pensione sociale e importi previsti

La pensione sociale deve essere richiesta all’Inps e la domanda può essere presentata dall'interessato il giorno dopo il compimento dei 65 anni e 7 mesi. Per presentare domanda, bisogna inviare il  modulo Inps in via telematica o rivolgendosi a caf e patronati. Per quanto riguarda poi l’importo della pensione sociale, l’assegno ha un valore di circa 500 euro per 13 mesi.

La pensione sociale spetta per intero se chi ne invia richiesta è single o vedovo, non ha alcun reddito, se è coniugato e ha un reddito familiare inferiore all’ammontare annuo dell'assegno. Spetta, invece, in misura ridotta se il richiedente non è coniugato e ha un reddito inferiore ai 5.824,91 euro annui; o se è coniugato e ha un reddito familiare inferiore al doppio dell’importo annuo dell’assegno, cioè di 11.649,82 euro all'anno.

Al modulo da inviare all’Inps bisogna allegare una serie di documenti che comprendono:

  • copia di un documento di identità;
  • dati anagrafici e codice fiscale del coniuge;
  • autocertificazione della residenza e dello stato di famiglia;
  • situazione patrimoniale e reddituale del richiedente e del coniuge relativi all’anno solare di riferimento, il Modello Isee;
  • copia eventuale provvedimento giudiziale di separazione o divorzio.    

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il