BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Quali sono le conseguenze dello smog sulla salute?

Conseguenze e rischi per la salute umana provocati da smog e inquinamento: come prevenirli e attenuarli e consigli

Quali sono le conseguenze dello smog sulla salute?

Esistono importanti conseguenze dello smog sulla salute?

Sì, certo che esistono e nei casi più estremi le conseguenze dello smog sulla salute sono anche abbastanza importanti e gravi. Basti pensare che, stando a recenti dati, sarebbero anche aumentate negli ultimi anni le morti da inquinamento, il che è certamente un dato assurdo su cui è necessario riflettere profondamente per evitare che anche questo male diventi causa sempre più costanti di morti.

 

E' una delle nuove piaghe di questo millennio, la nuova 'malattia' mortale che con il passare del tempo diventa sempre più diffusa: stiamo parlando dello smog in costante aumento nelle nostre città e nel mondo intero in generale. Sono milioni, infatti, che persone che ogni anno muoiono a causa dell'inquinamento, un silenzioso nemico che incontriamo non solo quando usciamo ma anche quando siamo in luoghi chiusi, in casa o in ufficio. E infatti, secondo gli esperti, proprio l’inquinamento indoor rappresenterebbe il principale fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, preceduto solo da pressione alta e fumo di sigaretta, e capace di essere persino più pericolo di abuso di alcol o droghe.

Smog e inquinamento: rischi per la salute

Aumenta costantemente nell'aria la concentrazione di polveri sottili, cioè il particolato aerodisperso PM10, insieme di particelle atmosferiche solide e liquide sospese in aria ambiente, di diametro compreso tra 2,5 e 10 micron, e aumentano i rischi per il benessere dell’organismo umano. Gli effetti dello smog sulla salute possono, dunque, essere davvero disastrosi e causare:

  1. problemi cardio vascolari;
  2. problemi all’apparato respiratorio, trachea, bronchi, polmoni;
  3. insorgere di cancro e tumori.

Secondo quanto emerso da un recente studio americano, inoltre, vi sarebbero considerevoli rischi dello smog sulle donne in dolce attesa. I ricercatori del Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze della Duke University di Durham, Stati Uniti, hanno infatti trovato una relazione tra gli agenti atmosferici inquinanti e un maggior rischio di sviluppare obesità o insulino-resistenza nel feto. Secondo lo studio, l’esposizione prolungata allo smog e ai gas di scarico cittadino rappresenta un pericolo sia per le donne in gravidanza e sia per il nascituro, che potrebbe sviluppare con più facilità patologie come diabete e obesità.

Smog e inquinamento: come proteggersi e consigli

Proteggersi del tutto da smog e inquinamento sembra impossibile ma vi sono consigli utili che possono essere tranquillamente seguiti nella vita quotidiana che aiutano certamente a proteggersi dagli effetti malefici di questo problema. Partendo dal presupposto che l’uso delle mascherine in città serve a ben poco, tra i principali consigli da seguire vi sono:

  1. evitare attività all’aria aperta in zone trafficate soprattutto nelle ore di punta;
  2. preferire gli spostamenti a piedi o in bici ma su percorsi meno inquinati, preferendo la mattina presto o la sera;
  3. non fumare in casa e in auto;
  4. aerare le stanze negli orari in cui c’è poco traffico;
  5. rimuovere spesso polvere e sporcizia;
  6. evitare in casa l’uso di profumi spray e prodotti per la pulizia che contengono formaldeide;
  7. portare in giro i bimbi più piccoli in marsupio invece che nel passeggino, perché si tengono lontani dallo strato più inquinato dell’aria, che si ferma più in basso;
  8. insegnare ai bambini a respirare col naso.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il