BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Revisione moto: scadenza, costo, verifica e controllo

La revisione moto è un'operazione molto importante per monitorare le condizioni del proprio mezzo. Bisogna pertanto ricordare le scadenze per evitare di incappare in sanzioni di tipo amministrativo

Revisione moto: scadenza, costo, verifica e controllo

Cos'è la revisione moto?

La revisione è un obbligo previsto dal Codice della Strada e serve ad attestare che il mezzo di trasporto, in questo caso la moto, è idoneo alla circolazione su strada. Tale controllo va eseguito dopo quattro anni se la moto è nuova. E poi con cadenza biennale

Dal momento poi che i controlli della revisione moto sono obbligatori, il proprietario che non effettua la revisione è soggetto a una sanzione amministrativa, al ritiro del libretto di circolazione. L’importo della multa è ancora maggiore nel caso di mancata revisione pluriennale. Meglio quindi non dimenticare questa incombenza per evitare di dover affrontare sgradevoli momenti soprattutto sotto l’aspetto economico.

Revisione moto scadenza e costo

La revisione della moto è una tappa importante nella vita di ogni veicolo. Questo perché è necessario monitorare la ‘salute’ del proprio mezzo. Bisogna conoscere bene i termini di scadenza entro i quali sottoporre a revisione la moto. Operazione che ovviamente ha anche un costo. Sicuramente benedetto in quanto contribuisce in maniera determinante alla buona conservazione della moto. Le tempistiche per effettuare la revisione della moto variano a seconda che il mezzo di trasporto sia nuovo o più vecchio di quattro anni. Nel primo caso l’obbligo di revisione scatta dopo quattro anni dalla prima immatricolazione.

Se, per esempio, la data indicata sul libretto è 18 maggio 2017 la scadenza per effettuare la revisione è entro il trentuno maggio 2021. Se la moto è più vecchia di 4 anni, scatta l'obbligo biennale e la scadenza da rispettare in questo caso è il mese in cui è stata effettuata in precedenza. Nello specifico, la scadenza revisione moto 2017 è per i motocicli acquistati nuovi nel 2013 e per quelli revisionati nel 2015. Sono previsti anche casi straordinari in cui la revisione viene ordinata prima della scadenza naturale. Si tratta della cosiddetta revisione straordinaria che viene richiesta per esempio quando il motociclo è coinvolto in un incidente stradale. Vale la pena poi ricordare che se la moto è custodita in garage ma ha la revisione scaduta deve essere trasportata al centro revisioni o alla motorizzazione senza guidarla, perché in caso di accertamento da parte delle autorità, il proprietario è passibile di multa. La revisione moto va fatta presso i centri revisione, Agenzia ACI, Agenzie di pratiche auto o sportelli della Motorizzazione, senza dimenticare la carta di circolazione e la patente. Dopo aver depositato la propria domanda di revisione su apposito modello TT 2100, disponibile presso gli uffici della Motorizzazione Civile e anche online, bisogna pagare il costo di quarantacinque euro utilizzando il conto corrente postale 9001 intestato al ‘Dipartimento Trasporti Terrestri’.

Il prezzo ACI per la revisione auto e moto, veicoli agricoli, GPL, auto storiche e d'epoca o elettriche presso le officine autorizzate ACI è di 65,25 euro, fissato dal Ministero dei Trasporti. Il costo per effettuare la revisione del motoveicolo o del ciclomotore presso le officine autorizzate è di 64,80 euro Iva inclusa, di cui 10,80 euro sono di diritti D.T.T.

Verifica e controllo revisione moto

La revisione della moto sottopone il mezzo ad una verifica generale attraverso una serie di controlli che sono previsti dalla legge per garantire la piena efficienza nonostante il trascorrere del tempo. Si inizia con lo stato meccanico del mezzo in questione per proseguire con l’efficienza dell’impianto frenante. Viene valutato anche lo stato della carrozzeria l’impianto elettrico, cioè le luci e il segnalatore acustico, lo stato delle sospensioni, delle ruote e degli pneumatici. Infine saranno controllati anche il livello di rumorosità, quello delle emissioni inquinanti, il telaio e la targa e il numero del telaio.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il