Richiesta DURC: come richiedere il DURC online

Il DURC è un documento che serve a sancire le condizioni di regolarità da parte delle imprese che partecipano ad appalti sia pubblici che privati. Esistono molte possibilità per farne richiesta online


Che cos’è il DURC?

Il DURC è il Documento Unico di Regolarità Contributiva, è un certificato che serve ad attestare la regolarità di un’impresa sia dal punto di vista legislativo e sia da quello contrattuale nei confronti dell’Inps, dell’Inail e della Cassa Edile.

Il DURC, acronimo di Documento Unico di Regolarità è un documento serve a dimostrare le condizioni di regolarità da parte di quelle imprese che partecipano ad appalti sia pubblici che privati. Pertanto deve essere richiesto dalle imprese impegnate negli appalti del settore edile. Nel caso ci si trovi di fronte a un subappalto, le imprese subappaltatrici devono avere gli stessi requisiti per le imprese appaltatrici.

Questo significa che anche è necessario anche in questo caso procurarsi il DURC che dimostri la loro regolarità. Chi ancora non è a conoscenza di come richiedere il DURC online farebbe bene a dare uno sguardo a quest’articolo nel quale viene analizzato l’iter necessario a svolgere la richiesta nel modo più corretto è possibile. Documento che può essere richiesto dall’Impresa attraverso il suo responsabile, dalle Pubbliche Amministrazioni Appaltanti, dagli Enti privati a rilevanza pubblica, dalle Società di Attestazione e Qualificazione delle Aziende.

Come richiedere il DURC online

Come richiedere il DURC online è semplice. Esistono diverse possibilità per effettuare questa operazione:

  1. accedere al sito ufficiale dell’Inps (inps.it) che consente alle aziende e agli intermediari in possesso di utenza rilasciata dallo stesso Istituto di adempiere ai propri doveri potendo usufruire dei servizi on line;
  2. collegarsi al sito web inail.it e in questo caso le aziende e gli intermediari dovranno utilizzare la propria utenza rilasciata da INAIL per usufruire dei servizi on line;
  3. infine è attivo anche il sito sportellounicoprevidenziale.it.

Dopo aver compilato il modulo, inserendo i dati richiesti dalla procedura, l’utente deve inoltrare la richiesta al canale telematico, il quale verifica ogni informazione inserita e comunica l’assegnazione del C.I.P., cioè il Codice Identificativo Pratica e del numero di protocollo della richiesta. Il CIP è importante e non deve essere smarrito anche in conseguenza del fatto che ha valore di “ricevuta” e deve essere stampato e conservato come prova del corretto invio della richiesta.

Grazie a questo codice si può verificare in qualunque momento lo stato di avanzamento della propria pratica. Operazione che si può svolgere in maniera tradizionale per via cartacea utilizzando l’apposito modulo che si può trovare e scaricare dal web o presso qualsiasi sportello INPS, INAIL e Casse Edili. Una volta compilato il modulo, le imprese possono inviarlo per posta o via fax alla loro cassa edile se sono iscritte, oppure possono presentarlo alla sede INPS o INAIL competente nel caso non abbiano l’obbligo di iscriversi ad una Cassa Edile. Il DURC sarà rilasciato entro trenta giorni dalla richiesta

Cosa fare se la procedura per il DURC online è irregolare

Cosa fare se la procedura per la richiesta del DURC online può produrre un Documento Unico di Regolarità Contributiva irregolare? Questo può accadere quando:

  • il sistema non è aggiornato;
  • sussiste un’effettiva irregolarità di carattere contributivo, previdenziale o assistenziale.

Nel primo caso è necessario rivolgersi agli uffici dell’ente che sono preposti ad offrire questo servizio e subito dopo segnalare la necessità di aggiornare i dati del sistema. Per quanto riguarda la seconda eventualità, invece, c’è bisogno di regolarizzare la propria posizione seguendo le indicazioni previste nell’invito a regolarizzare inviato dell’ente.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il