Stufe a pellet senza canna fumaria: come funzionano?

Le stufe a pellet senza canna fumaria offrono numerose soluzioni anche per assecondare gusti e tendenze in voga attualmente e alternative valide per le più disparate esigenze della clientela

Stufe a pellet senza canna fumaria: come funzionano?

Cos’è una stufa a pellet?

È un apparecchio simile alla stufa a legna, adibita al riscaldamento di ogni tipo di ambiente, che utilizza come combustibile solido il pellet. È considerato un prodotto ecologico poiché per ottenere il pellet vengono di norma utilizzati gli scarti di lavorazione del legno.

Le stufe a pellet senza canna fumaria sono un rimedio ideale per quelli che vogliono godere del dolce tepore, soprattutto nelle fredde e uggiose notti invernali, ma non può contare sullo spazio sufficiente per installare una canna fumaria. In assenza di un condotto fumario è possibile installare una stufa a pellet con scarico forzato a parete, rispettando le normative relative allo scarico fumi.

Tali impianti garantiscono allo stesso tempo un notevole risparmio energetico ed un ottimo riscaldamento per la casa. Le stufe a pellet senza canna fumaria offrono numerose soluzioni anche per assecondare gusti e tendenze in voga attualmente e alternative valide per le esigenze di una clientela che chiede per sé sempre il meglio. Belle, calde e funzionali. Le stufe a pellet ormai hanno colpito al cuore migliaia di persone. È giunto il momento anche di vedere prima di tutto come funzionano e quando si possono installare.

Come funzionano le stufe a pellet senza canna fumaria

A questo punto è necessario spiegare come funzionano le stufe a pellet senza canna fumaria. In realtà questo tipo di stufe non è sprovvista totalmente di canna fumaria. Quindi il termine senza canna fumaria viene utilizzato perché possono essere installate direttamente a muro se non c’è la disponibilità di usufruire di una canna fumaria in casa o nel punto in cui è stata prevista l’installazione della stufa a pellet. La stufa a pellet senza canna fumaria, inoltre, come tutti gli oggetti che bruciano qualcosa, genera fumi che devono in qualche modo essere espulsi.

La differenza sta nel fatto che il tubo di scarico può avere un diametro di anche solo otto centimetri perché i fumi vengono raffreddati prima dello scarico e può attraversare una parete perimetrale della casa ma deve ricollegarsi ad una canna fumaria esterna perché lo scarico dei fumi deve per legge sempre avvenire sopra il tetto dell'edificio dove è stato installato. La stufa a pellet senza canna fumaria funziona mediante il tiraggio forzato. I fumi di combustione, che raggiungono i duecento/trecento gradi, vengono aspirati nel tubo di scarico tramite un ventilatore elettrico per essere espulsi all'esterno.

Per l’installazione della stufa a pellet senza canna fumaria è necessario avvalersi di un esperto visto che non si tratta di un’operazione semplicissima. Il funzionamento delle stufe a pellet senza canna fumaria è garantito dalla presenza di una coclea che è in grado di aspirare il combustibile da un serbatoio, la cui capacità può variare dai quindici ai venticinque chili, lasciandolo cadere in una camera di combustione. Nel frattempo l’accensione avviene tramite il getto d’aria a temperature particolarmente elevate fino all’accensione della fiamma. Le moderne stufe a pellet senza canna fumaria offrono anche la possibilità di misurare la temperatura in casa e, automaticamente di regolare il regime di potenza a seconda della temperatura, abbassando il regime nel momento in cui l'ambiente è stato riscaldato.

Un aspetto importante che permette un discreto risparmio di energia. Inoltre, tutti i modelli di stufe a pellet sono dotati di un sistema di regolazione e automatizzazione dell’accensione e dello spegnimento, in modo che al vostro arrivo troverete la casa calda ottenendo anche un importante risparmio energetico, in quanto il dispositivo verrà attivato solo quando ce n’è effettivamente bisogno. Nella parte superiore del dispositivo è invece presente una piccola vasca dove bisogna collocare l’acqua che umidifica l’ambiente per contrastare la secchezza dell’aria, che può causare problemi alla gola ed alle vie respiratorie.

Le stufe a pellet senza canna fumaria rappresentano la soluzione ideale per chi, tecnicamente e logisticamente, non ha lo spazio per realizzare un condotto di scarico di una certa dimensione, ma anche per chi vuole ottenere notevoli risparmi in termini di risparmio energetico e detrazioni fiscali. Un altro vantaggio della stufa a pellet è rappresentato dal fatto che, essendo sprovvista di canna fumaria, può essere installata nel punto più congeniale della casa, dando una grande libertà di movimento.

Non sono necessari interventi troppo invasivi oppure grandi opere murarie, che riducono notevolmente anche i prezzi ed i costi per l’installazione. Inoltre è veloce da installare, quindi dopo aver acquistato una stufa a pellet sarà possibile metterla in funzionamento in tempi rapidissimi. La stufa a pellet dal punto di vista del riscaldamento ecologico rappresenta un impianto all’avanguardia, ideale per chi abita in condomini oppure in appartamenti che non dispongono di un condotto fumario.

La canna fumaria della stufa in questi casi viene installata direttamente in una parete perimetrale per permettere di espellere fumi verso l’esterno. Le stufe a pellet senza canna fumaria sono pratiche e versatili, e garantiscono un notevole risparmio dei costi grazie all’utilizzo di fonti rinnovabili, con alti rendimenti termici e basse emissioni di elementi inquinanti.

Autore: Luigi Mannini
pubblicato il