BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Subentro gas: quanto costa e come richiederlo

Come effettuare il subentro della gas, regole per richiederlo e costi previsti: tutto quello che c’è da sapere per non sbagliare

Subentro gas: quanto costa e come richiederlo

Come si effettua il subentro della gas e cos’è?

Il subentro rappresenta una forma per effettuare il cambio di intestatario della fornitura di gas e si effettua quando il vecchio contratto è stato già chiuso dal precedente inquilino. Cambiando abitazione, infatti, una volta arrivati nella nuova è possibile il precedente inquilino prima di andar via abbia chiuso le utenze per cui è necessario che il nuovo inquilino stipuli un nuovo contratto di fornitura del gas.

 

Entrare in una nuova casa senza gas richiede la necessaria stipula di un nuovo contratto nei casi in cui il precedente inquilino prima di andar via abbia chiuso tutte le utente. E' importante dunque procedere con il subentro del gas per poter ricevere gas in casa. Ma quali sono le regole da seguire per la richiesta del subentro del gas e quali i costi previsti?

Subentro gas: come richiederlo

Per richiedere il subentro della fornitura di gas bisogna informarsi innanzitutto su offerte e tariffe che ogni fornitore propone, scegliere quello che sembra più conveniente o adatto alle proprie esigenze e quindi contattare il fornitore prescelto per stipulare un uovo contratto. Al momento del contatto del fornitore bisognerà avere a portata di mano i seguenti dati:

  1. dati dell'intestatario del contratto, e cioè carta di identità, codice fiscale, recapito telefonico, indirizzo email;
  2. residenza, fornitura e recapito delle fatture;
  3. codice PDR per il gas indicati sulle bollette pagate dal precedente inquilino e rappresentano il codice alfanumerico identificativo del contatore;
  4. autoletture dei contatori, in modo da definire la data da cui decorrono i consumi;
  5. comunicare se si preferisce pagare con addebito diretto su conto corrente, fornendo pertanto il codice IBAN, o con bollettini mensili da inviare direttamente al proprio indirizzo di residenza.

Per contattare i diversi fornitori, proponiamo di seguito alcuni numeri utili per il subentro:

  1. per Enel, per il Servizio di Maggior Tutela bisogna contattare il numero verde 800.900.800 gratuito da linea fissa, 199.50.50.55 per le chiamate da cellulare, +39 02.301.720.11 per chiamate dall'estero; per il Mercato Libero bisogna contattare il numero verde 800.900.860 gratuito da tutti i numeri nazionali, numero +39 06.64.511.012 per chiamate dall’estero;
  2. per Eni, bisogna contattare il Servizio Clienti da numero fisso nazionale il numero verde 800.900.700 attivo tutti i giorni 24 ore su 24 (festività escluse) e dall'estero il numero 02.89.67.41.81 (servizio telefonico a pagamento e dipende dal proprio operatore telefonico) attivo dalle 8 alle 22, 7 giorni su 7 (festività escluse);
  3. per Edison, bisogna telefonare al Servizio Clienti che provvederà ad inviare tutta la documentazione contrattuale necessaria per presa visione, contattando il numero verde gratuito 800.031.141;
  4. per A2A, è possibile parlare con un operatore che fornirà tutte le informazioni necessarie contattando il numero verde 800.199.955; o recarsi presso gli sportelli A2A ed effettuare l'operazione sul posto; o attraverso lo sportello online,dove compilare la richiesta di subentro online.

Subentro gas: costi previsti

I costi previsti per effettuare l’operazione di subentro del gas dipendono dalla scelta del fornitore se della maggior tutela o del mercato libero. I costi del subentro del gas con il Servizio di Maggior Tutela sono complessivamente di 67 euro, tra 27,03 euro per oneri amministrativi; 23 euro di contributo fisso; 16 euro imposta di bollo; ed eventuale deposito cauzionale. Scegliendo il Mercato Libero si paga un contributo fisso di 27,03 euro per oneri amministrativi e una quota di servizio determinata dal fornitore e che oscilla tra i 20 e i 60 euro. I tempi del subentro gas sono piuttosto rapidi e solitamente la nuova fornitura richiesta viene attivata entro e non oltre i dieci giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta di subentro.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il