BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Subentro luce: quanto costa e come richiederlo

Come effettuare il subentro della luce, regole per richiederlo e costi previsti: quello che c’è da sapere e tempi previsti

Subentro luce: quanto costa e come richiederlo

Come si effettua il subentro della luce e cos’è?

Il subentro rappresenta una forma per effettuare il cambio di intestatario della fornitura di energia elettrica e a differenza della voltura, che prevede un cambio su un contratto ancora attivo, il subentro si effettua quando il vecchio contratto è stato già chiuso dal precedente inquilino.

 

Quando si entra in una nuova casa accade spesso che il precedente inquilino al momento di abbandono dell'abitazione abbia chiuso le utenze ed è necessario pertanto che il nuovo inquilino ne chieda il subentro. Con il subentro luce è cioè necessario procedere alla stipula di un nuovo contratto di fornitura di energia elettrica con un fornitore a scelta (Enel, Eni, Acea, A2A, e una volta fatto il contratto si avrà la corrente in casa.

Subentro luce: come richiederlo

Per richiedere il subentro della luce bisogna dunque contattare il fornitore che si preferisce e comunicare i seguenti dati

  1. dati dell'intestatario del contratto, e cioè carta di identità, codice fiscale, recapito telefonico, indirizzo email;
  2. residenza, fornitura e recapito delle fatture;
  3. codice POD che si trova sulla bolletta del precedente inquilino o il numero cliente visualizzabile sul display del contatore;
  4. potenza impegnata in kW, ma se non si conosce il contatore sarà riattivato con la stessa alla quale è stato chiuso e poi potrete scegliere se ridurla o aumentarla;
  5. comunicare se si preferisce pagare con addebito diretto su conto corrente, fornendo pertanto il codice IBAN, o con bollettini mensili da inviare direttamente al proprio indirizzo di residenza.

Per contattare i diversi fornitori, proponiamo di seguito alcuni numeri utili per il subentro:

  1. per Enel, per il Servizio di Maggior Tutela bisogna contattare il numero verde 800.900.800 gratuito da linea fissa, 199.50.50.55 per le chiamate da cellulare, +39 02.301.720.11 per chiamate dall'estero; per il Mercato Libero bisogna contattare il numero verde 800.900.860 gratuito da tutti i numeri nazionali, numero +39 06.64.511.012 per chiamate dall’estero;
  2. per Eni, bisogna contattare il Servizio Clienti da numero fisso nazionale il numero verde 800.900.700 attivo tutti i giorni 24 ore su 24 (festività escluse) e dall'estero il numero 02.89.67.41.81 (servizio telefonico a pagamento e dipende dal proprio operatore telefonico) attivo dalle 8 alle 22, 7 giorni su 7 (festività escluse);
  3. per Edison, bisogna telefonare al Servizio Clienti che provvederà ad inviare tutta la documentazione contrattuale necessaria per presa visione, contattando il numero verde gratuito 800.031.141;
  4. per A2A, è possibile parlare con un operatore che fornirà tutte le informazioni necessarie contattando il numero verde 800.199.955; o recarsi presso gli sportelli A2A ed effettuare l'operazione sul posto; o attraverso lo sportello online, sul quale puoi compilare la richiesta di subentro o voltura online.

Subentro luce: costi richiesti

Diversi i costi previsti per effettuare l’operazione di subentro della luce a seconda che si scelga un fornitore della maggior tutela e un fornitore del mercato libero. I costi del subentro della luce con il Servizio di Maggior Tutela sono complessivamente di 67 euro, tra 27,03 euro per oneri amministrativi; 23 euro di contributo fisso; 16 euro imposta di bollo; ed eventuale deposito cauzionale. Scegliendo il Mercato Libero si paga un contributo fisso di 27,03 euro per oneri amministrativi e una quota di servizio determinata dal fornitore e che oscilla tra i 20 e i 60 euro. Solitamente poi la riattivazione di un contatore di energia elettrica avviene nel giro di 7 giorni dal momento in cui il cliente ha inviato richiesta al fornitore. E se il distributore tarda nell'attivazione, il cliente ha diritto ad un risarcimento automatico di:

  1. 35 euro se la l'attivazione è stata effettuata entro il doppio del tempo previsto;
  2. 70 euro se la l'attivazione è stata effettuata entro il triplo del tempo previsto;
  3. 105 euro se la l'attivazione è stata effettuata oltre il triplo del tempo previsto.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il