BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Telepass: sconti e promozioni. Pagare benzina, parcheggio, noleggi, padaggi, bollo auto

Il Telepass potrà essere utilizzato sempre di più come una carta di credito per il pagamento di ZTL, mezzi pubblici, benzina, bollo auto e molto altro.

Telepass: sconti e promozioni. Pagare be

Cosa pagare con il Telepass



Dopo oltre 20 anni di onorato servizio il Telepass cambia volto. E' iniziato tutto con sconti e promozioni sui pedaggi autostradali a chi possedeva un telepass e una moto. Ora si può usare per pagare, come se fosse una carta di credito, svariati servizi già attivi, vediamoli. (aggiornamento 8.35)

Da dispositivo salta coda e per il pagamento del pedaggio autostradale, Telepass passa a tutti gli effetti ad essere utilizzato come mezzo di pagamento, come una carta di credito, che permette di pagare servizi specifici come benzina, parcheggi, ZTL, noleggi, bollo auto. Vediamo le possibilità già attivate e quelle che saranno lanciate prossimamente. (aggiornamento 9:01)

Telepass continua ad essere protagonista di una serie di servizi aggiuntivi interessanti che man mano vengono aggiunti e in questo ultimo mese ne sono stati inseriti numerosi. Nel 2018 si proseguirà con l’introduzione anche dei pagamenti invisibili.

La strategia di Telepass è quella di creare una vera e propria carta elettronica di pagamento, una carta di credito per tutto quanto riguarda i trasporti sia pubblici che privati.

Cosa è possibile pagare con il Telepass

A luglio è iniziato questo cambiamento: è possibile pagare la benzina nei distributori, il bollo dell'auto, le multe, i parcheggi nelle principali città e le aree con circolazione limitata a Milano, Torino, Roma, Napoli, Bologna, Firenze e tante altre città.

Poi dal 1 Agosto è partito lo sconto del 33% per i pedaggi su moto e scooter in autostrada che potrebbe diventare anche fisso anche se al momento è previsto solo fine a settembre.

E ora, viene introdotta la possibilità di pagare per il noleggio dell'auto, del bike sharing, del car sharing e di molti alti servizi di noleggio e similari.

Infine tra pochissimo, si potrà, a partire da alcune grandi città, come Milano, accedere come se fosse un biglietto o un abbonamento ai mezzi pubblici come tram, metropolitana, autobus.

E la svolta, secondo il management, non è finita qui, arrivando, secondo indiscrezioni anche ai treni.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il