BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Btp Italia Maggio 2017: rendimenti e consigli se comprare conto deposito, Btp, Obbligazioni, Buoni Fruttiferi postali

Il meccanismo di calcolo dei Btp Italia è piuttosto complicato ed è difficile fare previsioni in anticipo, ma non mancano alternative.

Btp Italia Maggio 2017: rendimenti e con

Btp: rendimenti netti, premio fedeltà, come funziona



Si comincia lunedì 15 maggio con la prima fase del collocamento del Btp Italia. A meno di chiusura anticipata, si andrà avanti fino a giovedì 18 maggio, inclusa la fase riservata agli investitori. Tenendo presente come il Tesoro abbia fissato allo 0,45% il tasso cedolare reale annuo minimo garantito, l'eventuale chiusura anticipata non potrà avvenire prima delle ore 17.30 ovvero il secondo giorno di collocamento. E sono tanti i canali con cui rimanere informati e aggiornati in tempo reale. Le comunicazioni spettano allo stesso Tesoro e a Borsa Italiana, con pubblicazione sul sito del MEF tesoro.it, della direzione del debito pubblico del dipartimento del Tesoro debitopubblico.it, e di Borsa Italiana borsaitaliana.it. I titoli sono collocati sulla piattaforma elettronica Mot (Mercato telematico delle obbligazioni) di Piazza Affari.

Btp Italia: rendimenti e consigli ma anche conto deposito, Btp, Obbligazioni, Buoni Fruttiferi postali

La convenienza dell'acquisto del Btp Italia può risultare relativamente interessante poiché la rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi permette il recupero immediato dell'inflazione. Tuttavia non essendoci una ripresa del livello medio dei prezzi, l'impatto è minore. Alla luce delle edizioni precedenti e soprattutto auspicando una ripresa dell'economia nei prossimi sei anni, ci sono le condizioni della replica di un successo nella fase di sottoscrizione. Il capitale nominale è garantito a scadenza e c'è un premio fedeltà per chi conserva il titolo per tutti e sei gli anni. E se il risparmiatore ha bisogno di liquidità può venderlo senza difficoltà. Il meccanismo di calcolo dei Btp Italia è piuttosto complicato ed è difficile fare previsioni in anticipo.

Per il loro acquisto non è necessario pagare commissioni alle banche attraverso cui si opera e né partecipare ad aste come accade per la maggior parte degli strumenti finanziari. In più c'è la comodità di sottoscriverli anche rimanendo comodi a casa. Il titolo Btp Italia è indicizzato ai prezzi di consumo: in caso di deflazione per un periodo si usa a riferimento il valore dell'indice nel periodo precedente: è uno strumento difensivo, caratterizzato da una base solida. Non sono strumenti pensati per i più ambiziosi ovvero coloro che puntano a incassare percentuali di interesse maggiori, anche se la protezione dall'inflazione rimane sempre una sicurezza per tutti i risparmiatori e investitori.

In ogni caso, non è il solo strumento finanziario per i risparmiatori. Ci sono i conti deposito, ad esempio, con cui incassare in anticipo gli importi degli interessi e di poter svincolare le somme in ogni momento, anche se talvolta senza nulla in cambio. I rendimenti non sono comunque sempre interessanti e la maggior parte delle volte si schiodano di poco dallo 0%. Poi ci sono i buoni poliennali del Tesoro, anch'essi indicizzati all'inflazione, e di durata anche superiore ai 4 anni. E i buoni fruttiferi postali decennali, liquidabili in qualunque giorno al valore nominale. Nel ventaglio delle opportunità rientrano anche azioni e obbligazioni, ovviamente più rischiose.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il