BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Btp Italia: nuova asta 13-15 Novembre 2017. Rendimento, tasso minimo e inflazione

Nuova asta per il Btp Italia in arrivo a novembre: caratteristiche generali e attesa dal Tesoro comunicazione del rendimento

Btp Italia: nuova asta 13-15 Novembre 20

Btp Italia asta Novembre Rendimento tasso inflazione



Ci si prepara a lanciare in Italia una nuova asta del Btp Italia, il titolo di Stato indicizzato all’inflazione italiana, giunto ormai alla dodicesima edizione dopo il grande successo riscosso nelle precedenti aste. L’asta del nuovo Btp Italia si terrà dal 13 al 15 novembre, sarà per gli investitori privati e avrà scadenza a sei anni. Restano però da comunicare ancora dettagli di rendimenti.

Btp Italia: la nuova asta a novembre 2017

Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, il Tesoro non avrebbe ancora comunicato il rendimento reale minimo garantito annuo che sarà annunciato il 10 novembre. E se dal 13 al 15 l’asta sarà solo per gli investitori provati, sempre stando alle ultime notizie, il 16 dovrebbe poi partire il collocamento per gli investitori istituzionali. Sarà il Tesoro a stabilire l'importo collocato, in base a quanto collocato al retail e rispetto alle richieste. Una volta conclusa l’operazione, il Tesoro confermerà il rendimento reale che potrà essere uguale o superiore a quello minimo preannunciato. Secondo quanto prospettano le ultime notizie, la convenienza del nuovo Btp Italia dovrebbe essere garantita dalla crescita dell'economia e del Pil italiano superiore alle attese che dovrebbe far ripartire l’inflazione e portare, di conseguenza, ad un aumento dei tassi nell'Eurozona.

Btp Italia: le caratteristiche dell’investimento

Il Btp Italia, come a inizio pezzo sottolineato, ha già riscosso grande successo nelle sue precedenti edizioni grazie soprattutto alle particolari caratteristiche che contraddistinguono questo genere di investimento, rendendolo più conveniente rispetto agli altri titoli di Stato. Il prossimo Btp Italia, in particolare, presenterà le stesse caratteristiche dei precedenti collocamenti:

  1. rientra nella categoria dei titoli indicizzati al FOI (Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi), a cui si aggiunge l’inflazione maturata nel semestre;
  2. il pagamento della sua cedola è semestrale e calcolato sul capitale già rivalutato semestralmente con l’andamento dell’inflazione;
  3. il prezzo di emissione è alla pari;
  4. può essere acquistato anche direttamente con l’home banking, modalità trading-on-line;
  5. prevede il rimborso unico a scadenza;
  6. prevede il riconoscimento di un premio fedeltà, del 4 per mille del valore nominale acquistato ai risparmiatori che lo detengono dal momento dell'emissione e fino a scadenza.

Nel caso in cui il risparmiatore decide di non detenere il titolo fino alla sua scadenza, perderebbe la remunerazione (cedole, rivalutazione del capitale) per i semestri successivi alla data della vendita del titolo, e anche il premio fedeltà.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il