BusinessOnline - Il portale per i decision maker

MY OPEN MENU è sul food tra le migliori app in Europa. La storia

Alcune tra le ultime startup italiane premiate e nel frattempo anche differenti storie di innovazione.

MY OPEN MENU è sul food tra le migliori

Startup motivi fallimento spiegati favola papà figli



Una serie di startup italiane che stanno avendo successo in Europa e nel mondo perlomeno al momento come possibilità di innovazione e investitori che appaiono innteressanti. Ma non mancano anche storie diverse.

My Open Menù premiata

La buona notizia per quelli che mangiano non seguendo i canoni classici dell’alimentazione è arrivata. Il progetto My Open Menu, allestito dalla più grande food community italiana che mangia in maniera differente è riuscita a rientrare tra le migliori 100 startup d’Europa dedicate al cibo e all’alimentazione dal bando Katana 2020.

Si tratta di una sorta di segnalatore che consente di avere una panoramica completa su ricette e ristoranti adatti al proprio stile alimentare: vegetariano, senza glutine o lattosio, con pochi zuccheri, grassi, sodio, ricco di vitamine, proteine o fibre.

Tutto questo sfogliando comodamente da casa i menu dei ristoranti e prenotando le portate in anticipo, oppure filtrando le ricette del menu in base alle proprie esigenze alimentari quando ci si trova già al ristorante. In più grazie a questa applicazione è possibile vedere anche le video-storie dei produttori locali e degli alimenti presenti nelle ricette assaggiate e persino ordinarli in pochi click, per rivivere l’esperienza di gusto una volta tornati a casa.

Eidoo, 21 milioni con una ico

Se c'è un aspetto complesso quando si tratta di Bitcoin o Ethereum ovvero le criptovalute è quello della loro gestione. La volatilità è una delle caratteristiche distintive, associata alle trappole disseminate sul terreno. E qui entra il gioco la startup svizzera Eidoo. Ma di svizzero c'è solo la sede perché i cervelli sono italiani. L'app ha raccolto 21 milioni di dollari in meno di due settimane nella gestione delle criptomonete. Tanto per avere una idea di cosa stiamo parlando, la cifra sfiora quella che ha caratterizzato l'ultimo aumento di capitale di Satispay. La più onerosa di quest'anno. Secondo alcuni osservatori, le sono una bolla, ma in questo caso Eidoo si è mossa al meglio mettendo in vendita i token per accedere ai servizi dell'app. Insomma, nessuna raccolto risorse da venture capital e business angel. Il risultato è presto detto: risorse fresche, subito a disposizione, da investire sapientemente sullo sviluppo e per cercare nuove opportunità.

La startup fallita e racconto in una favola

La sua startup fallisce e per spiegare ai figli cosa è accaduto il papà si inventa una incredibile favola: è questa l'ultima idea di un imprenditore che per 'raccontare' ai propri figli il fallimento della starup da lui fondata, insieme ad amico, si è inventato una favola fatta di immagini racchiuse in un video.
La sua idea innovativa fallisce e lui scrive una favola per raccontare ai figli cosa è accaduto, spiegando che l’idea della favola è nata proprio perchè avendo due bimbi piccoli non sapeva come spiegare loro che l’azienda del papà era fallita e quel sistema era decisamente il migliore per spiegarglielo. E per far capire meglio ai bimbi cosa vuol dire fallire, è stato anche realizzato un video che, anche agli adulti, fa capire meglio cosa sia accaduto e i meccanismi che possono capitare soprattutto in momenti, come quelli attuali, in cui è ancora forte il peso di una crisi economica che non accenna a passare.

Caso della startup fallita: cosa è accaduto

Si chiama Andrea Visconti il papà ‘racconta favola’, fondatore, insieme all’amico e socio Alessandro Bava, di Sinba, la startup sulla via del fallimento. Sinba è un’app che serve per pagare nei negozi senza necessariamente fare coda alla cassa, realizzata nel 2013 con l’obiettivo di far risparmiare tempo alle persone, permettendo di migliorare gli acquisti, grazie allo scansionamento di codici a barre dei prodotti all’interno dei negozi, in modo da poter già imbustare i prodotti da acquistare senza perdere tempo alla tradizionale cassa e semplicemente usando il proprio smartphone.

Per la creazione di questa app, nel 2015 Visconti e Bava hanno vinto 250 mila euro al business talent show di Italia 1 Shark Tank l’investitore è stato H-Farm, ma i soldi non sono mai arrivati e questa mancanza ha portato, nel tempo, sulla strada del fallimento i due investitori. Per raccontare questa fallimentare esperienza, Andrea Visconti ha pubblicato un video su YouTube raccontando della vittoria di un paio di anni fa al programma di Italia 1 e del fallimento che a breve attende Sinba, ma avendo due figli piccoli, per raccontar loro questa storia, prima fantastica e poi triste, ha deciso di scrivere una favola.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il