BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Iliad in Italia, le parole di Xavier Niel: auspico di rivoluzionare il settore come già fatto

Si accorciano i tempi per l'arrivo in Italia di Free (o HO Mobile) con cui Iliad promette di rivoluzionare il mercato delle tariffe per cellulari.

Iliad in Italia, le parole di Xavier Nie

Iliad in Italia: le parole di Niel



Iliad in Italia, che si chiamerà Ho, continua il suo processo di organizzazione e crescita interne e a chiarire alcuni punti ci ha pensato direttamente il fondatore Xavier Niel

Arrivano nuovi segnali dell'imminenza dello sbarco dell'operatore telefonico Iliad in Italia. Quanto poi corrisponda questa imminenza è ancora tutta da vedere, ma ci sono concrete possibilità che i tempi possano concretizzarsi entro la fine di quest'anno o l'inizio del 2018. Non ci sono solo le parole del deus ex machina Xavier Niel a creare attesa intorno a un evento che potrebbe rivelarsi una svolta di tutto interesse per gli utenti italiani. Stiamo infatti parlando di quella società che gestisce il competitivo operatore francese Free Mobile. La novità delle ultime ore, sulla base di quanto trapela direttamente dal vicino Paese transalpino, è rappresentata dalla possibile apertura di una doppia sede nelle due principali città italiane, Milano e Roma, e dall'esternalizzazione del servizio di assistenza clienti, almeno nella prima fase. Poi si vedrà

Iliad in Italia: le parole di Xavier Niel

E poi c'è naturalmente lo stesso Xavier Niel a soffiare sul fuoco dell'attesa. In occasione di un incontro nella Station F ovvero l'incubatore di startup che porta la sua firma, il fondatore del gruppo Iliad ha ribadito le sue ambizioni, confermando di avere in tasca la licenza di telefonia mobile. L'obiettivo? Rivoluzionare il mercato con lo spirito di una startup e dunque costantemente orientato alla crescita. Il percorso non può e non sarà in discesa, anche e soprattutto perché il mercato delle telecomunicazioni - riconosce - è gestito a livello locale ed è soggetto a una giungla di regole. Nessun accenno alla denominazione che Free Mobile potrebbe assumere in Italia. Si vocifera di Ho Mobile, ma è tutto da dimostrare. Così come non c'è stato alcun riferimento alle tempistiche, rispetto a cui si ricorda l'avvistamento del suo network (222-50) sullo smartphone.

Iliad con Free sarà veramente una rivoluzione per l'Italia?

Xavier Niel promette di rivoluzionare il mercato del mobile in Italia, ma ce la farà? Come ha fatto in Francia? Al di là dei confini nostrani, una prima tariffa per cellulari comprende

  1. chiamate illimitate in Francia e all'estero
  2. SMS e MMS senza limiti in Francia e all’estero
  3. Internet 4G illimitato ovvero 100 GB al mese per i non abbonati Freebox
  4. chiamate, SMS e MMS illimitati + 25 GB per Europa, DOM e Stati Uniti d'America
  5. 15,99 euro al mese ovvero 19,99 euro al mese per i non abbonati Freebox

Una seconda tariffa per smartphone anche meno impegnativa prevede invece

  1. 2 ore di chiamate nazionali e internazionali
  2. SMS e MMS senza limiti
  3. 50 MB di traffico web dentro i confini nazionali
  4. 50 MB di traffico web da Europa e oltreoceano
  5. Gratuito ovvero 2 euro al mese per i non abbonati Freebox

Accanto a queste tariffe, si aggiungono le proposte di acquisto di uno smartphone, dall'iPhone 8 e dall'iPhone 8 Plus, al Samsung Galaxy S8 e al Samsung Galaxy S8+ da 64 GB passando per il Samsung Galaxy Note 8 e i meno recenti iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone SE, Samsung Galaxy S7, Samsung Galaxy S7 Edge. Si tratta comunque di un pacchetto in continuo aggiornamento e destinato a ospitare le ultime uscite. La formula utilizzata è sempre la stessa ovvero il pacchetto Free mobile da 15,99 euro, un acconto iniziale che varia in base al cellulare scelto e una rata mensile da corrispondere per 24 mesi. La convenienza rispetto agli operatori italiani è evidente: il risparmio di spesa è circa la metà rispetto ai concorrenti. Le stesse proposte di acquisto potrebbero essere a grandi linee replicate anche dalle nostre parti, magari con costi più bassi nella fase iniziale per un lancio in grande stile.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il