BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Buoni Fruttiferi Postali Plus a 3 2017: come funziona, tassi interessi, spese, condizioni. Consigli esperti se conviene comprare

La tassazione applicata sui nuovi BFP 2017 è pari al 12,5%, a cui si sommare l'imposta di bollo dello 0,2% sull'intero capitale investito.

Buoni Fruttiferi Postali Plus a 3 2017:

Buoni Fruttiferi Postali Plus a 3 2017



Senza dubbio non si tratta dello strumento con cui far quadrare i conti ovvero assicurarsi rendimenti elevati, ma considerando tassi di interesse, spese e condizioni i Buoni Fruttiferi Postali a 3 anni Plus sono tra gli strumenti da prendere in considerazione. Andando dritti al centro della questione per capire se se conviene comprare, il rendimento lordo è pari allo 0,7% annuo ovvero allo 0,61% netto che diventa dello 0,4% considerando tutte le imposte. Perché convengono? Semplicemente perché il rendimento è poco ma sicuro essendo emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato italiano. E comunque è più alto rispetto ad altri strumenti con lo stesso profilo di rischio, come i Buoni del Tesoro Poliennali, attualmente allo 0,2% netto.

Buoni Fruttiferi Postali Plus a 3 2017: come funziona, tassi interessi, spese, condizioni

Cosa c'è allora da sapere sui Buoni Fruttiferi Postali a 3 anni Plus?

  1. Hanno una durata massima di 3 anni
  2. Gli interessi son rimborsati solo al termine del terzo anno
  3. Possono essere rimborsati anticipatamente, assicurando la restituzione del valore investito, ma senza interessi
  4. La tassazione applicata è pari al 12,5%, a cui si sommare l'imposta di bollo dello 0,2% sull'intero capitale investito, a meno che la cifra è inferiore a 5.000 euro
  5. Sono sottoscrivibili sia in forma cartacea che dematerializzata per un importo minimo di 50 euro
  6. Non ci sono commissioni di negoziazione e di collocamento
  7. La duplicazione del buono comporta il pagamento di 1,55 euro per ogni buono indipendentemente dal valore nominale

I BFP a 3 anni Plus rappresentati da documenti cartacei nominativi sono sottoscrivibili, in tagli da 50 euro e multipli, e rimborsabili per l'intero importo sottoscritto, presso tutti gli uffici postali. All'atto della sottoscrizione viene consegnato il relativo documento cartaceo insieme al foglio informativo e al regolamento del prestito. Sono sottoscrivibili e rimborsabili per tagli pari a 50 euro e multipli, presso tutti gli uffici postali, nonché attraverso il sito web di Poste Italiane. Per la sottoscrizione è necessaria la titolarità di un conto corrente postale o di un libretto di risparmio postale con la stessa intestazione dei BFP a 3 anni Plus.

I Buoni Fruttiferi Postali a 3 anni Plus possono essere intestati esclusivamente a persone fisiche. Viene ammessa la cointestazione a più soggetti in numero non superiore a quattro con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario, fatta salva la possibilità di escludere questa facoltà all'atto della sottoscrizione. Non sono ammesse cointestazioni tra soggetti maggiorenni e minorenni e né tra soggetti minorenni. Nel caso in cui l'intestatario, al momento della richiesta di rimborso, risulti ancora minorenne, i Buoni Fruttiferi Postali a 3 anni Plus possono essere rimborsati solo in presenza di un provvedimento di autorizzazione del giudice tutelare. I BFP a 3 anni Plus dematerializzati recano la stessa intestazione del conto corrente postale o del libretto di risparmio postale, necessari per la sottoscrizione.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il