BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Conti correnti migliori Gennaio 2017 per spese e condizioni e banche più sicure, non a rischio fallimento lista aggiornata

Le nuove liste aggiornate dei conti correnti migliori a gennaio 2017 e degli istituti di credito più sicuri.

Conti correnti migliori Gennaio 2017 per

Banche più sicure: lista aggiornata



Quali sono i conti correnti migliori in questo mese di gennaio 2017? Chi propone le migliori condizioni di spesa? E come metterla con la questione delle banche a rischio fallimento? In prima battuta si registra un certo aumento dei costi medi annuali. Del 13% secondo CorrierEconomia, il supplemento a carattere economico del lunedì del Corriere della Sera che ha analizzato l'Isc (Indicatore sintetico di costo) indicativo annuo dei conti correnti per famiglie con operatività media, valutata in 228 operazioni all'anno.

I conti correnti migliori a gennaio 2017

L'Indicatore sintetico annuo di costo è il cartellino del prezzo del conto corrente. Voluto dalla Banca d'Italia per la trasparenza delle comunicazioni, è il criterio oggettivo di confronto dei depositi. È calcolato sommando i costi annuali, fissi e variabili (non tutti: non ci sono i bonifici, per esempio), per cinque profili tipo di clientela: Giovani (164 operazioni annue), Famiglie con operatività bassa (201), Famiglie con operatività media (228), Famiglie con operatività elevata (253), Pensionati con operatività bassa (124) e Pensionati con operatività media (189). L'Isc si trova nei fogli informativi del conto corrente e sui motori di confronto online come comparaconti.it. È un costo indicativo che può essere diverso dalla spesa sostenuta effettivamente a fine anno.

In particolare è venuto fuori chi i costi allo sportello e quelli online sono rispettivamente pari a

  1. 86,10 euro e 75,10 euro per il conto corrente Qubì di Ubi Banca;
  2. 106,95 euro e 83,95 euro per InNovo Conto Pratico di Bnl;
  3. 119,26 euro e 107,26 euro per Premiaconto du Banco Bpm;
  4. 131,90 euro e 113,90 euro per Italiano per noi di Banca Mps;
  5. 138,64 euro e 108,85 euro per Comodo di Credem;
  6. 158,86 euro e 145,86 euro per SoloTuo di Carige;
  7. 166,15 euro e 127,79 euro per Famiglia di CariParma;
  8. 169,35 euro e 76,70 euro per My Genius di Unicredit;
  9. 182,37 euro e 137,37 euro per New Welcome di ex Bpm;
  10. 187,80 euro e 179 euro per Per Me di Intesa San Paolo.

Banche più sicure: lista aggiornata

In un contesto di continuo gli indici patrimoniali da prendere in considerazione sulle attività ponderate per il rischio della banca ovvero valutare quella sicura e meno a rischio fallimento, sono Cet 1 (Common equity tier 1), Tier1 e Total capital ratio. Il primo è il capitale primario di classe 1. Il secondo è il capitale allargato: comprende il Cet1 più le azioni di risparmio e altri strumenti di capitalizzazione. Il terzo è il totale fondi propri, l'insieme di tutto il patrimonio. Stando all'elaborazione dell'Università Bocconi di Milano per CorrierEconomia, pollice in su per Mediolanum, Banco Popolare, Bper, Credem, Intesa Sanpaolo, Credito Valtellinese, Carige, Mediobanca, Banca Sella Holding, Bpm, Ubi Banca, Mps, Cariparma, Popolare Sondrio, Unicredit, Banco Desio e Brianza, Popolare Vicenza, Veneto Banca, Popolare di Bari, Deutsche Bank. E per chi opera online? L'ateneo meneghina indica Fineco, Mediolanum, Banca Ifis, B. Farmafactoring, Banca Generali, Fideuram, Ing Bank, Iwbank, Banca Sistema, Ibl.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il