BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Aldi, il discount tedesco che rivoluziona settore e modo fare spesa in arrivo

Si prepara a sbarcare anche in Italia il celebre discount tedesco Aldi: al via la battaglia della spesa a prezzi convenienti

Aldi, il discount tedesco che rivoluzion

aldi discount tedesco rivoluziona modo fare spesa



Aldi non è ancora conosciuto in Italia, ma potrebbe davvero essere una sorpresa importante per il settore e per come fare la spesa per i cosumatori.

Si chiama Aldi ed è il nuovo discount tedesco che si prepara a rivoluzionare il modo di fare la spesa, una bella e grandissima novità pronta a fare concorrenza di grandi discount già presenti nel nostro Paese e che registrano buoni volumi di vendita, da Lidl ad Eurospin. Aldi, acronimo di Albrecht-Discount, catena fondata nel 1946 dai fratelli Karl e Theo Albrecht, che poi, negli anni ’60, con l’introduzione del marchio Aldi, organizzano il gruppo in due società, Aldi Nord e Aldi Süd, che si dividono i Länder della Germania e l’Europa senza farsi concorrenza, è già una importante realtà in altri Paesi, da Francia a Inghilterra, passando anche dagli Stati Uniti e ora punta anche all’Italia con il progetto di iniziare la sua espansione dalla fine di quest’anno per diventare una nuova realtà del mondo della spesa ben consolidata già entro il prossimo anno.

Aldi sbarca in Italia: si parte dalle città del Nord

Il progetto di diffusione di questo marchio di discount nel nostro Paese partirà, stando a quanto riportano le ultime notizie, dal Nord Italia. Il già celebre discount tedesco, secondo le ultime notizie, aprirà infatti i suoi primi punti vendita, circa 50-60 con l’obiettivo di arrivare a cento, in città come Trento, Castellanza (Varese), Cantù (Como), Conegliano (Treviso), dando il via ad una vera e propria guerra di prezzi senza dimenticare, però, la qualità dei prodotti in vendita.

Partendo dalle ultime notizie attualmente note, si sa che entro il prossimo anno, forse entro l’estate, aprirà a Trento uno dei primi punti vendita italiani della multinazionale tedesca del discount Aldi Süd, che dovrebbe situarsi nell’area ex Autostima, alla rotatoria del Tridente a Trento nord, accanto al ristorante Burger King. Intanto, la sede operativa italiana di Aldi Süd è stata aperta da poco a Verona e si occuperà anche degli acquisti di prodotto italiano da destinare alle filiali estere, soprattutto europee. La società italiana del gruppo ha già assunto più di 70 persone.

Realtà e lotta dei discount in Italia

Aldi, dunque, andrà ad allargare le fila dei grandi discount presenti sul nostro territorio nazionale e che con il passare degli anni, complice anche la crisi economica, continuano ad attirare una clientela sempre maggiore. Non solo Lidl ed Eurospin ma anche catene come Ins', il Gigante, Alter discount. Aldi è solo l'ultima realtà nascente in questo campo che si annuncia come grande colosso della spesa a bassi prezzi, con la sempre certa garanzia di un controllo sulla qualità dei prodotti che venderà. E si tratta di una novità che piace già agli italiani: secondo le ultime notizie rese note da Nielsen, a luglio 2016 i negozi discount erano 5.065, 165 in più rispetto al luglio 2015 per un giro d’affari complessivo di 13 miliardi. In questo contesto, tra le regioni italiane dove si trovano più punti discount per la spesa troviamo:

  1. Puglia con una percentuale del 30%;
  2. Sardegna con il 26%;
  3. Sicilia con il 25,5%;
  4. Basilicata con 24%;
  5. Lombardia ed Emilia Romagna con l’11%.

Altroconsumo avrebbe poi stilato una classifica dei supermercati dove risulterebbe più conveniente fare la spesa e primeggiano soprattutto:

  1. Esselunga;
  2. Alì ;
  3. U2 Supermercato;
  4. Bennet;
  5. Panorama;
  6. Famila;
  7. Auchan;
  8. Ipercoop;
  9. Conad Ipermercato;
  10. Coop;
  11. Conad Superstore;
  12. Pam;
  13. Iper Simply;
  14. Conad;
  15. Simply;
  16. Carrefour.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il