BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Elezioni Genova, Piacenza, Parma, Verona sondaggi aggiornati oggi vietati, clandestini e aggiornamenti tempo reale risultati

L'aria che tira sulle elezioni comunali 2017 non sembra affatto favorevole forte per il Partito democratico. La Lega tenta il sorpasso su Forza Italia.

Elezioni Genova, Piacenza, Parma, Verona

Elezioni comunali: 11 giugno primo turno



Ultimi scampoli di campagna elettorale in vista delle elezioni amministrative e comunali 2017. Nella città chiamate al voto così come nelle segreterie di partito, è corsa per sapere chi vince ovvero come si sta orientando l'elettorato, sapendo che i sondaggi sono vietati nella pubblicazione ma non nella possibilità di continuare a condurli e di renderli noti in maniera clandestina ovvero mascherati da corsi di auto o di cavalli. La situazione è di incertezza diffusa in quasi tutte le città chiamate alle urne, grandi e piccole che siano. In ogni caso anche forniremo aggiornamenti in tempo reale sull'andamento delle elezioni dell'11 giugno.

Piacenza, Parma, Verona

L'aria che tira non sembra affatto favorevole forte per il Partito democratico. E anzi, secondo Matteo Salvini, leader della Lega, l'input del principale schieramento della maggioranza è di parlarne il meno possibile. Anche nel Movimento 5 Stelle, che in molti casi ha scelto i candidati attraverso le comunarie online, si respira aria di moderata preoccupazione, se non altro perché alle elezioni locali la sua presa non è storicamente così forte come nella tornata politica. Chi prova a fare il colpaccio nelle città del nord è il centrodestra (si presenta quasi ovunque unito e composto da Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia) con la Lega che punta a scavalcare Forza Italia. Nelle città di Piacenza, Parma, Verona, i principali contendenti sono

  1. Piacenza: Paolo Rizzi (centrosinistra),Patrizia Barbieri (centrodestra), Andrea Pugni (Movimento 5 Stelle), Massimo Trespidi (civica)
  2. Parma: Paolo Scarpa (centrosinistra), Laura Cavandoli (centrodestra), Daniele Ghirarduzzi (Movimento 5 Stelle), Federico Pizzarotti (civica)
  3. Verona: Sergio Giordani (centrosinistra), Massimo Bitonci (centrodestra), Simone Borile (Movimento 5 Stelle), Arturo Lorenzoni (civica)

Complessivamente sono chiamati al voto gli elettori dei capoluoghi di regione Genova, Palermo, L'Aquila, Catanzaro, ma anche di Parma, Verona, Padova, Piacenza, Alessandria, Asti, Belluno Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Pistoia, Rieti, Taranto, Trapani.

Genova

Stando a quanto trapela, nel centrosinistra ovvero nel Partito democratico serpeggia molta preoccupazione perché il centrodestra avrebbe scalato posizioni nel consenso. In affanno anche il Movimento 5 Stelle, qui di casa, al di là della vicenda Cassimatis ovvero della candidata inizialmente prescelta per vincere le elezioni comunali a Genova. In lizza ci sono

  1. Gianni Crivello, assessore comunale uscente, per il centrosinistra
  2. Marco Bucci, manager, per il centrodestra
  3. Luca Pirondini, orchestrale, per il Movimento 5 Stelle
  4. Marika Cassimatis, già vincitrice delle primarie del Movimento 5 Stelle, per la lista Cassimatis
  5. Paolo Putti, consigliere comunale fuoriuscito del Movimento 5 Stelle, per la lista Chiamami Genova
  6. Cinzia Ronzitti per il Partito comunista dei lavoratori
  7. Stefano Arrighi del Popolo della Famiglia
  8. Marco Mori (Riscossa Italia)
  9. Arcangelo Merella (Ge9si Siamogenova)

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il