BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Padoan: c'è tanto da fare, ripresa c'è ma non basta. Priorità in manovra finanziaria

Tutto è ancora in salita, nulla è scontato, la ripresa è incerta e bisogna continuare sulla strade delle riforme. Sono le parole di Padoan parlando anche del prossimo DEF e Legge di Stabilità 2017-2018

Padoan: c'è tanto da fare, ripresa c

Occorre proseguire la strada delle riforme, tanto occorre fare per Padoan



Su Def e Manovra Finanziaria interviene Padoan, Ministro del Tesoro, che annuncia che la prossiam settimana o al massimo tra dieci e poco più ci sarà il DEF in Consiglio dei Ministri e da qui si capiranno meglio le intenzioni del Governo Gentiloni sulle varie novità da intraprendere tra pensioni, rinnovo dei contratti, taglio del cuneo fiscale e incentivi per le aziende e investimenti in Industria 4.0 oltre alla fattura elettronica tra privati.

Gli obiettivi da perseguire in Legge di Stabilità 2017-2018

Lo stesso Padoan ha riconfermato anche che la strada è in salita ed è ancora molto difficile. Non bisogna pensare che la crisi sia passata del tutto e ha sottolineato più volte con il verbo sembrare che l'economia si stia normalizzando anche se non è ancora chiaro in che misura e in che modo. Certo, la crisi, il ritorno alla crisi, è sempre dietro l'angolo soprattutto se si pensa che il più è stato realizzato e compiuto di quello che c'era da fare e poco occorre ancora da fare.

Non è asoslutamente, così, anzi. Tutto continua ad essere complesso e da non sottovalutare e la strada è ancora lunga e tanto, tantissimo c'è da intraprendere, in primis sul deficit che deve iniziare scendere non solo una tantum, ma in maniera costante e decisa, non con alti e bassi.

Se non si risolve questo punto l'Italia, rimane sempre un Paese visto sempre a rischio dagli investitori esteri e mercati anche se non è così poi nella realtà, o meglio non è così eccessiva la situazione.

Occorre continuare le riforme, ha sottolineato Padoan, in un avviso al prossimo esecutivo e non cadere già ora in possibile tentazioni elettorali, con prmesse a pioggia per tutti o quasi.

Le priorità in Manovra

Padoan ha sottolineato che la priorità deve essere l'occupazione, con il taglio al cuneo fiscale e le agevolazioni per le imprese e neo.assunti e nello stesso tempo se ci sarà spazio e risorse che ha precisato essere poche, il rilancio degli investimenti, soprattutto quelli già pronti da sbloccare,

Nulla ha detto sulle novità per le pensioni o la riforma dei contratti degli statali e l'aumento degli stipendi atteso nella Riforma Madia.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il