BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Bonus gpl e metano per auto euro 4 ed euro 3 tornano incentivi trasformazione

Il contributo è destinato alle trasformazioni a Gpl e metano dei veicoli Euro 3 e Euro 4 sia privati sia commerciali. L'elenco dei comuni che hanno aderito.

Bonus gpl e metano per auto euro 4 ed eu

Auto ibride o metano, Gpl: incentivi cambiano



Tornano gli incentivi per la trasformazione delle auto euro 3 d euro 4, ma anche per le stesse auto ibride e metano con sconti importanti e l'idea di far cabiare le auto aumentando i possibili costi delle auto tradizioali inquinanti.

Cambia l'aspetto degli incentivi per la trasformazione di auto a benzina in mezzi alimentati a Gpl o a metano. La principale novità è rappresentata dalla possibilità per i possessori di un mezzo Euro 4 a benzina di sfruttare la forbice delle agevolazioni tra 500 e 1.000 euro. Nessuna facilitazione è invece prevista per i veicoli Euro 2. L'obiettivo del governo - e più specificatamente del Ministero dell'Ambiente che ha messo la firma sul nuovo decreto - è quello di contenere l'inquinamento ambientale promuovendo la diffusione di mezzi meno impattanti. E per farlo utilizza appunto uno degli strumenti più noti da tempo, ma evidentemente non sempre sfruttati fino in fondo. Il dicastero ha messo sul piatto 900.000 euro con l'obiettivo di promuovere forme alternative di alimentazione, anche se ha appunto chiuse le porte ai mezzi Euro 2.

Incentivi auto Icbi per passare a Gpl o a metano: come fare

Calcolatrice alla mano, sin dalla prima ondata di incentivi per la trasformazione di auto a benzina in mezzi alimentati a Gpl o a metano, sono stati oltre 44 milioni gli euro investiti e alla fine di questo nuovo percorso è facile credere che si allontanerà dagli attuali 3 milioni il numero delle auto a metano o a Gpl che circoleranno lungo le strade italiane. Per chiedere gli incentivi auto appena varati dal Ministero dell'Ambiente per installazione impianti a gas, a disposizione fino a esaurimento risorse, occorre allora un duplice passaggio. In prima battuta è necessario recarsi presso uno degli installatori presenti nel proprio comune e aderenti all'iniziativa. Quindi c'è il passaggio in officina, dopo aver verificato che veicolo e intestatario della Carta di circolazione siano in possesso dei requisiti richiesti.

Coinvolti sia le auto private e sia i veicoli commerciali

Provando allora a ricapitolare il nuovo piano di incentivi e ricordando come potranno essere erogati fino all'esaurimento dei 900.000 euro stanziati, ne hanno diritto le persone fisiche e giuridiche residenti nel comune che ha formalmente aderito all'iniziativa (sono 680 quelli che hanno dato il via libera) e che collaudano un impianto di alimentazione a Gpl o a metano. Il contributo è destinato alle trasformazioni a Gpl e metano dei veicoli Euro 3 e Euro 4. Più precisamente

  1. incentivo di 500 euro per installazione impianti Gpl su auto private Euro 3, Euro 4 alimentate a benzina
  2. incentivo di 650 euro per installazione impianti metano su auto private Euro 3, Euro 4 alimentate a benzina

Per quanto riguarda i veicoli commerciali Bi-Fuel a benzina

  1. il contributo ammonta a 750 euro per le trasformazioni a Gpl di veicoli da Euro 3, Euro 4, Euro 5
  2. il contributo ammonta a 1.000 euro per le trasformazioni a metano di veicoli da Euro 3, Euro 4, Euro 5

Infine, per quanto riguarda i veicoli commerciali Bi-Fuel a diesel

  1. il contributo ammonta a 750 euro per le trasformazioni a Gpl di veicoli diesel
  2. il contributo ammonta a 1.000 euro per le trasformazioni a metano di veicoli diesel

La lista completa dei comuni coinvolti e delle officine a cui si può consegnare la propria vettura per la conversione verrà pubblicata sul sito web del Consorzio Ecogas, che partecipa alla gestione operativa della campagna di incentivazione.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il