BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Nuove unità e regole cambiano per pesi e misure. Ripercussioni vita quotidiana

La rivoluzione è prevista dal 2019 e non sarà una novità di poco conto. Sarà una rivoluzione copernicana che riguarderà le nuove unità di misura che verranno immesse per sostituire le vecchie

Nuove unità e regole cambiano per pesi e

Dal 2019 niente sarà come prima. Almeno per quanto riguarda le misure visto che anche il chilo non sarà più lo stesso



Una svolta significativa sul sistema di pesi e misure è stato decisa entrà in vigore tra 2 anni con una serie di ripercussioni per la vita di tutti i giorni.

Nella società della relativizzazione generale non poteva mancare la relativizzazione anche del peso. Sembrerà strano ma sarebbe meglio abituarsi già da ora alla novità. Manca poco e poi le misure non saranno più le stesse. La rivoluzione è prevista dal 2019 e non sarà una novità di poco conto. Sarà una rivoluzione copernicana che riguarderà le unità di misura nuove che verranno immesse nel mercato a sostituire le vecchie.

Il chilo non sarà più lo stesso e questo avrà in una prima fase, ovviamente, delle ricadute anche divertenti sulla vita quotidiana delle persone. Se il peso del chilogrammo sarò ritoccato verso l’alto, e verrà definito sulla base di criteri costanti della fisica, probabilmente si udiranno grida di giubilo e bilance gettate dai balconi per un dimagrimento tanto improvviso, quanto fasullo.

Basteranno infatti i primi giorni e la diffusione di questa notizia per far tornare tutto alla normalità. La decisione è stata presa dall’Istituto internazionale pesi e misure, che ha deciso di rinnovare anche altre unità di misura.

Misure al via la rivoluzione dal 2019

La portata questa rivoluzione è di quella destinata ad entrare nei libri di storia. Le misure, in particolare quelle del chilo, verranno infatti calcolate secondo costanti fisiche e non come avviene oggi su materiali artefatti che non offrono garanzie di affidabilità su archi temporali di grande durata. Al via dunque quella che può essere considerata la più grande rivoluzione del sistema internazionale delle unità di misura dalla sua fondazione, che affonda le radici negli anni Cinquanta del secolo scorso.

E questo straordinario cambiamento è già dietro l’angolo visto che è previsto per il 2019. Quindi domani per i tempi della scienza. Non solo il chilo è tra le misure interessate, ma anche l’ampere, il kelvin e la mole. Concetti che abbiamo imparato alle scuole elementari e medie e che adesso necessiteranno di un ripasso per conoscere i nuovi valori. L’obiettivo è quello di omologare in questo modo i sistemi di misura a livello internazionale in modo da rendere accessibile la misurazione precisa ai laboratori di tutto il mondo con effetti positivi che si misureranno anche sulla produzione industriale.

Misure il chilo non sarà più lo stesso

Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si modifica. Lo dice la stessa fisica che non esiste niente di eterno e di uguale a sé stesso. Quindi anche le misure cambiano. Cambierà il chilo, che non sarà più lo stesso, cambierà l’ampere, la mole. Insomma tutte, o quasi, le unità di misura non saranno più, a partire dal 2019, quelle che abbiamo imparato a conoscere.

Decisione che non giunge certo per caso, ma esistono motivi ben precisi che danno luogo a esigenze nuove anche per il mondo produttivo che in un mercato globale ha sempre più bisogno di standard uguali ovunque per migliorare ed rendere efficiente anche lo scambio ed il commercio di merci stesso. Quindi bisogna sostituire i diversi sistemi di misura che definiscono le quattro unità con costanti fisiche universali e riproducibili da tutti, in modo da rendere accessibile la misurazione precisa ai laboratori di tutto il mondo, con ricadute non solo per la Ricerca, ma anche per l’industria.

È importante perché alcune definizioni, in particolare quella del chilogrammo, sono basate su artefatti materiali, anziché su costanti fisiche, e per questo non garantiscono alcuna affidabilità per quel che riguarda scale di tempo molto lunghe. Prepariamoci dunque, la rivoluzione, almeno quella delle misure è in arrivo. E si sa anche quando dovremo fare i conti con essa. A partire dal 2019.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il