BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Terreni agricoli da trovare facile come un click. Parte Banca Nazionale Terre Agricole

Vendita di terreni con agevolazioni in Sicilia, Toscana, Basilicata, Puglia, Sardegna, Lazio ed Emilia Romagna: parte la Banca della Terra per favorire i più giovani.

Terreni agricoli da trovare facile come

Terreni agricoli da trovare facile



Non c'è tempo da perdere e sin da subito è possibile prendere visione delle opportunità offerte, ma anche inviare la propria manifestazione di interesse e, a febbraio, attendere l'assegnazione della superficie agricola utilizzata. Con un obiettivo ben preciso: facilitare i giovani e rilanciare la figura dell'imprenditore agricolo in Italia. Sono infatti previsti mutui agevolati per i ragazzi e la vendita di terreni del demanio. Basta un click per conoscere la dislocazione dei primi 8.000 ettari che raddoppieranno nel giro di pochi mesi. Ismea, Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, si appresta a immettere sul mercato, tramite asta competitiva, una prima tranche di 218 terreni agricoli per complessivi 8.000 ettari, con base d'asta totale pari a 100 milioni di euro.

Come trovare i terreni agricoli

Con questa prima tranche, Ismea mette all'asta una superficie coltivabile maggiore di quella della più grande azienda agricola italiana, la cui estensione è oggi pari a circa 6.500 ettari. Si tratta di terreni e aziende agricole concentrati in particolare nel centro sud del Paese (la cartina con le localizzazioni precise è sul sito sito we) ed esattamente in

  1. Sicilia per 1.700 ettari
  2. Toscana per 1.300 ettari
  3. Basilicata per 1.300 ettari
  4. Puglia per 1.200 ettari
  5. Sardegna per 660 ettari
  6. Emilia Romagna per 500 ettari
  7. Lazio per 500 ettari

Saranno favoriti soprattutto i giovani sotto i 40 anni che potranno acquistare proprietà agricole grazie a mutui agevolati e a condizioni buone. Accedere all'agricoltura sarà più semplice e conveniente Ad aver presentato l'iniziativa presso la Camera di Commercio di Roma l'iniziativa Banca delle Terre Agricole, realizzata dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e Ismea ci hanno pensato lo stesso ministro Maurizio Martina e il consiglio di amministrazione di Ismea che gestirà questa nuova operazione. Si tratta di un primo chiaro segnale di cambiamento dei modi per acquistare terreni e aziende agricole in tutta Italia.

Gli obiettivi del progetto

Il progetto si pone tre obiettivi fondamentali: contrastare l’abbandono dei terreni e delle produzioni da parte dei soci di cooperative; mantenere ed incrementare la produttività dei terreni in abbandono; favorire il ricambio generazionale in agricoltura. Il ministro Martina ha parlato di grande opportunità per il sud e soprattutto per i giovani che potranno investire nel settore agroalimentare. Da parte sua, Ismea punta molto sui giovani che vogliono investire nelle aziende agricole e cerca ci dimostrarlo con misure a loro favore. Il potenziale della Banca nazionale delle Terre Agricole indicato da Ismea è di 22.000 ettari a cui aggiungere quelli a disposizione Regioni, Comuni e enti pubblici che sottoscriveranno specifiche convenzioni. Saranno presenti anche quelli rientranti nell'iniziativa Terrevive, gestita dall'Agenzia del demanio con il Ministero delle Politiche Agricole alimentari e forestali.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il