BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Virgin si lancia sull'Hyperloop con Richard Branson in persona

Sembra che il momento in cui le distanze saranno abbattute stia per arrivare grazie a una scommessa portata avanti anche da Virgin e Richard Branson che si sono lanciati nell’avventura dell’Hyperloop

Virgin si lancia sull'Hyperloop con

La scommessa di Hyperloop sposata anche da Virgin e Richard Branson. Treni a velocità estreme? Vi stiamo lavorando



Hyperloop è un progetto in fase avanzata che continuano ad avere ottimi riscontri e ora ha deciso di parteciparvi anche Virgin con il suo fondatore Richard Branson in persona.

Quanti di voi hanno desiderato, almeno una volta nella vita di poter avere a disposizione un dispositivo che rendesse possibile viaggiare nel tempo e nello spazio alla velocità della luce? un’intera generazione è cresciuta con la saga di Ritorno al Futuro con lo scienziato pazzo Doc capace di spedire avanti e indietro nel tempo a bordo di una Delorean adeguatamente equipaggiata il Martin interpretato da Michael J Fox che grazie a quelle pellicole raggiunse il successo planetario.

Sembra proprio che quel momento stia per arrivare grazie a una scommessa portata avanti, con successo verrebbe a questo punto di dire, da Virgin e Richard Branson che si sono lanciati nell’affascinante avventura dell’estrema velocità dell’Hyperloop, ultima diavoleria che consente di spiare, seppure attraverso il classico buco della serratura quello che potrebbe succedere in un futuro nemmeno troppo remoto.

Il mezzo in questione, almeno secondo quelli che ci stanno lavorando, sarebbe in grado di raggiungere i mille e duecento chilometri all’ora grazie a una tecnologia che prevede l’utilizzo delle onde magnetiche. Per avere un’idea si tratta della distanza tra Milano e Napoli e che potrebbe essere coperta in poco più di un’ora sia all’andata che al ritorno.

Virgin e Richard Branson si lanciano sull' estrema velocità

Vediamo un po’ più da vicino quali sono le prospettive indicate da Virgin e Richard Branson che hanno deciso di investire nella sfida dell’uomo alla velocità più avvincente degli ultimi tempi. Virgin e Richard Branson si lanciano infatti sull’estrema velocità di Hyperloop One il treno che dovrebbe annullare praticamente le distanze viaggiando alla stratosferica velocità di milleduecento chilometri all’ora. Un investimento che è entrato subito nello stesso nome di questo convoglio futuristico che da semplice Hyperloop adesso si chiamerà Virgin Hyperloop One.

I test di collaudo e per fare le relative indagini e studio su un veicolo così prestante si stanno verificando con costanza e con successo proprio dove è stato collocato DevLoop, nei pressi di Las Vegas, ovvero il tubo che dovrebbe permettere una spinta così forte con l’utilizzo delle onde elettromagnetiche. In undici secondi, stando a quello che trapela su quest’argomento questo treno del futuro ha raggiunto la stessa velocità massima di un normale treno alta velocità che circola in Italia, tanto per capire di quello che stiamo parlando. I finanziamenti per questa impresa si attesterebbero oggi intorno a duecentocinquanta milioni di dollari, somma che si è formata a partire dall’inizio di questa avventura nel 2014.

Che cos’è l’Hyperloop

Ecco per capire cos’è l’Hyperloop basta sapere che nei piani degli investitori e di chi questo progetto l’ha sposato da subito, questo treno dovrebbe coprire la distanza tra Londra ed Edimburgo in meno di un’ora: cinquanta minuti per l’esattezza. Insomma niente male. E ci si potrebbe divertire con i nuovi tempi di percorrenza: da San Francisco a Los Angeles ci vorrebbero trenta minuti, raggiungere Milano partendo da Roma sarebbe una sciocchezza risolvibile in venticinque minuti. Una rivoluzione, l’ennesima, che grazie alla tecnologia moderna non è più una chimera.

Altre due invenzioni in arrivo

Ma l’Hyperloop non è la sola novità che sta appassionando esperti e scienziati. Ce ne sono altre due in arrivo e il loro esordio sul mercato è più vicino di quello che ciascuno riesce ad immaginare. Come per esempio il nuovo Concorde che ospiterà fino a ventidue passeggeri e sarà in grado di volare alla velocità di duemila chilometri all’ora. Insomma il tempo per percorrere qualsiasi distanza si dimezzerà rispetto a quella attuale.

E come non citare il caso di Elon Musk che aveva promesso via Twitter, si era ancora a marzo, di risolvere il fabbisogno energetico del South Australia in meno di cento giorni. Alcuni lo presero per pazzo, ma la sostanza è che la più grande batteria al litio del mondo sarà installata in South Australia grazie a uno storico accordo tra Neoen, Tesla e il governo.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il