BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Agenzia Entrate: annullare cartelle e multe ex Equitalia. Possibile bloccare procedimenti per incostituzionalità

Brutte notizie per la nuova Agenzia delle Entrate: tutte le cartelle emesse, i conteziosi avvenuti dopo lo scioglimento di Equitalia potrebbero essere impugnati e annulati.

Agenzia Entrate: annullare cartelle e mu

Annullare multe, cartelle Agenzia delle Entrate



Tempi duri per l'Agenzia delle Entrate. Un ricorso dei dirigenti dell' AdE potrebbe rendere incostituzionali tutti i provvedimenti, le multe e le cartelle notificate dalla nuova Agenzia delle Entrate. In base a quanto dichiarato l'assorbimento di tutti gli ex dipendenti di Equitalia come dipenti pubblici è incostituzionale in quanto non sono stati assunti per concorso. Pertanto qualsiasi atto da loro firmato potrebbe essere bloccato e annullato. (aggiornamento 10:01)

Il fatto che gli ex dipendenti dell'azienda privata Equitalia vengano assorbiti come dipendenti pubblici senza concorso pubblico, in quanto Equitalia non esiste più e tutto torna nelle mani dell'Agenzia delle Entrate, fa prevedere una questione di incostituzionalità che graverebbe di molto alle casse dello Stato in quanto si vedrebbero annullati tutte le cartelle e tutti i procedimenti effettuati dagli ex dipendenti Equitalia. (aggiornamento 11:27)

La nuova Agenzia delle Entrate potrebbe essere incostituzionale e così tutte le cartelle, multe e pignoramenti che sono passati a lei (tutti o quasi praticamente) da Equitalia.

Annullare le cartelle esattoriali

E' quello che potrebbe succedere se venisse confermato il ricorso fatto da DirPublica, un sindacato dei dirigenti del pubblico impiego, che ha sottolineato come i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate sono privati mentre quelli di Equitalia erano pubblici e nominato per pubblico concorso.

E la bontà di questo ricorso è stato evidenziato dal Consiglio di Stato e dal Tar del Lazio che si sono pronunciati scrivendo che c'è la possibilità di incostituzionalità, sostenuto anche da una serie di recenti sentenze della Corte di Stato.

Ricorso Agenzia delle Entrate

A questo punto la decisione finale si attende dal Tar del Lazio che, però, potrebbe far passare la sentenza definitiva alla Consulta spostandola più su un piano politico che ammnistrativo-legale, tanto è vero che i sindacati principali hanno già preso posizione spiegando che sono assolutamente contrari a questa presunta incostituzionalità.

Completamente differente l'opinione di famosi esperti legali che hanno proprio spiegato che c'è un conflitto di ruoli tra pubblico e privato e questo potrebbe portare all'annullamento delle cartelle, ricorsi e multe pendenti.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il