BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Bonus asilo nido 2017: domande e risposte

Requisiti, importi, durata del bonus asilo nido 2017: cosa prevede e per chi vale. Ulteriori chiarimenti e cosa c’è da sapere

Bonus asilo nido 2017: domande e rispost

regole requisiti domande risposte bonus asilo nido 2017



La nuova Legge di Stabilità 2017 nel pacchetto di misure per le famiglie prevede, insieme a bonus mamme domani, bonus bebè e voucher baby sitter, tra gli altri, il bonus asilo nido, misura di aiuto per le famiglie che hanno bimbi piccoli da iscrivere, appunto, all’asilo

Cosa prevede il bonus asilo nido 2017 asilo?

Il bonus asilo nido 2017 prevede l'erogazione di 1000 euro l'anno per 3 anni, per aiutare le famiglie a pagare la retta dell'asilo nido, sia pubblico che privato.

A chi spetta il bonus asilo nido 2017?

Il bonus asilo nido 2017 spetta ai nati dal primo gennaio 2016 in poi, a prescindere dal reddito della famiglia, per cui spetta anche se la mamma è casalinga o disoccupata. Il contributo, essendo indipendente dal reddito, spetta dunque a tutte le famiglie che hanno i requisiti. Secondo quanto previsto dalla norma prevede, per avere il bonus, il bambino deve essere iscritto all’asilo per tutto l’anno. In caso di iscrizione parziale il contributo viene diminuito proporzionalmente.

Quali sono i requisiti per richiedere il bonus asilo nido 2017?

I requisiti necessari per la richiesta del bonus asilo nido 2017 sono:

  1. avere figli nati a partire dal 2016, fino ai 3 anni di età
  2. avere documentata iscrizione presso asili pubblici o privati;
  3. avere bambini malati cronici con necessità di cure domiciliari.

Quanto vale e per quanto tempo viene erogato il bonus asilo nido 2017?

Il bonus asilo nido 2017 di 1.000 euro viene erogato dall’Inps in 11 mensilità di 90euro circa e la sua durata vale fino ai 3 anni del bambino, per una contribuzione totale di 3.000 euro. Il buono viene erogato fino al raggiungimento del tetto di spesa fissato dal governo. Il beneficio non è cumulabile con quello della detrazione delle spese per l’asilo nella dichiarazione dei redditi.

Quando e come si presenta la domanda per bonus asilo nido 2017?

La domanda per la richiesta del bonus asilo nido deve essere presentata all’Inps, ma si attende ancora la circolare ufficiale dell’Inps che ne definisca criteri e modalità. La stessa attesa che riguarda il bonus mamma domani 2017: in vigore dal 2017, in realtà non viene ancora erogato perché manca la circolare ufficiale dell’Inps per l’avvio dell’erogazione degli 800 euro previsti da quest’ultimo beneficio che può essere erogato alle donne in gravidanza giù dal settimo mese e che è del valore di 800 euro da erogare in un’unica soluzione direttamente alla beneficiaria. In ogni caso, si sa che anche per il bonus asilo nido, la domanda potrà essere inoltrata sia in via telematica al sito del’Istituto di Previdenza, sia rivolge dosi a Caf e patronati. E’ bene specificare che il bonus asilo nido non può essere richiesto insieme al voucher baby sitter e il voucher asilo nido.

Qual è la differenza tra bonus asilo nido 2017 e voucher asilo nido?

A differenza del bonus asilo nido 2017 del valore di mille euro per tutti, il voucher asilo nido

  1. ha un valore di 600 euro mensili;
  2. deve essere usato per l’acquisto di servizi per l’infanzia;
  3. ha la durata di sei mesi per le lavoratrici dipendenti;
  4. ha la durata di tre mesi per le autonome o iscritte alla Gestione Separata;
  5. può essere chiesto in alternativa al congedo parentale;
  6. viene assegnato secondo l’ordine delle domande presentate, fino al 31 dicembre 2018, o comunque fino ad esaurimento dello stanziamento delle risorse.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il