BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Ristrutturazione casa detrazioni 2017 con mobili bonus fiscali e proroga valvole termostatiche: novità attese per il 2017

Il 31 dicembre è il termine ultimo per il montaggio delle valvole termostatiche obbligatorie con i contabilizzatori di calore.

Ristrutturazione casa detrazioni 2017 co

Ristrutturazione casa detrazioni, bonus mobili fiscal



AGGIORNAMENTO oggi 19 dicembre su detrazioni ristrutturazione casa, proroga valvole termostatistiche, bonus fiscali mobili: Anche nel 2017 per ottenere il bonus casa è necessario che la data dell'inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l'arredo dell'immobile.

La legge di bilancio per il 2017 rivisita e potenzia le agevolazioni sui lavori edilizi. Rafforzati in particolare il sisma-bonus, che potrà arrivare fino all'85% con rimborsi in cinque anni e l'ecobonus per i condomini (fino al 75%) che saranno validi dal 2017 al 2021. Più nel dettaglio, i lavori antisismici nelle zone sismiche 1,2 e 3 hanno una detrazione base del 50%, che sale fino all'80% se l'immobile guadagna due classi sismiche. Il tetto di spesa è di 9.000 euro l'anno fino al 2021. Lo sconto si recupera in 5 quote. In zona 4 la detrazione del 50% vale solo per il 2017. Se la messa in sicurezza riguarda le parti comuni di condomini e si migliora la classe sismica la detrazione è aumentata di 5 punti.

Prorogati poi di altri 12 mesi per tutto il 2017 sia la detrazione del 50% per gli interventi edilizi su tutte le abitazioni sia il bonus mobili (sempre al 50%) collegato ai lavori, che però devono essere avviati dopo il 2016. tutte le strutture ricettive (agriturismi compresi) dal 2017 è concesso un credito di imposta del 65% in due quote. Godono del credito di imposta i lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione, risparmio energetico e gli arredi. Altra questione chiave che potrebbe però trovare risposta con il decreto Milleproroghe è quello del montaggio delle valvole termostatiche obbligatorie con i contabilizzatori di calore.

Il 31 dicembre è il termine ultimo per eseguire l'operazione. Una valvola nel punto in cui i tubi che arrivano dalla caldaia centralizzata si connettono con ogni radiatore regola il flusso di acqua calda. Nel caso di edifici con distribuzione orizzontale, dove una sola tubazione ripartisce l'acqua al sistema sarà introdotto un dispositivo di regolazione del flusso nel punto di ingresso dell'acqua calda nell'alloggio e lo stesso sarà collegato o a singole termovalvole poste sui radiatori o a un termostato o cronotermostato unico, capace di regolare l'accensione o spegnimento del flusso in funzione della temperatura impostata.

La contabilizzazione, complementare alla termoregolazione, serve a quantificare il consumo di ogni unità immobiliare sulla base di come ogni abitante avrà gestito durante l'anno di riscaldamento l'impostazione delle valvole. Anche in questo caso, a seconda che l'edificio sia a colonne montanti o a distribuzione orizzontale, verranno inseriti sui singoli caloriferi piccoli apparecchi, che si chiamano ripartitori, oppure viene inserito un sottocontatore o contabilizzatore alla tubazione di ingresso in casa. Il costo per installare una singola valvola termostatica può variare molto e oscilla, in media, fra i 70 e i 100 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il