BusinessOnline - Il portale per i decision maker

770 2017 e Spesometro 2017: proroga scadenza 31 Luglio. Le prime richieste e motivazioni per proroga

I commercialisti chiedono la doppia proroga di 770 2017 e Spesometro 2017 rispetto alle scadenze originarie. Ecco le nuove date.

770 2017 e Spesometro 2017: proroga scad

770 2017 e Spesometro 2017: proroga



Si ritorna a parlare di 770 2017 e Spesometro 2017 in termini di proroga. La richiesta dei commercialisti al Ministero dell'Economia è chiara: anche quest'anno deve essere concesso un supplemento di tempo rispetto alle rispettive scadenze iniziali del 31 luglio e del 18 settembre. La ragione è presto detta: la manovra correttiva ha modificato le regole sull'Aiuto alla crescita economica e per troppi contribuenti si è reso necessario il ricalcolo degli acconti. Da qui la richiesta della proroga del 770 2017 e l'opportunità di versamento acconti senza maggiorazione dello 0,40% entro il 31 luglio.

770 2017 proroga in attesa della risposta

In attesa della risposta sulla proroga (la richiesta è lo slittamento al 2 ottobre mentre per lo Spesometro 2017 è al 31 ottobre), al pari di quanto è avvenuto lo scorso anno, il modello 770 2017 va presentato

  1. direttamente tramite un intermediario abilitato,
  2. altri soggetti incaricati,
  3. tramite società appartenenti al gruppo.

Non è consentita la presentazione tramite banche convenzionate o uffici postali né i soggetti momentaneamente all'estero possono utilizzare il mezzo della raccomandata o altro sistema equivalente. La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell'Agenzia delle entrate. La prova della presentazione della dichiarazione è data dalla comunicazione attestante l'avvenuto ricevimento dei dati, rilasciata per via telematica.

La stessa modalità di compilazione deve essere osservata per i compensi direttamente erogati dal curatore fallimentare o commissario liquidatore. Nel caso di prosecuzione dell'attività da parte di altro soggetto (fusioni anche per incorporazione, scissioni totali, scioglimento di una società personale e prosecuzione dell'attività sotto la ditta individuale di uno soltanto dei soci, cessione o conferimento da parte di un imprenditore individuale dell'unica azienda posseduta in una società di persone o di capitali, trasferimento di competenze tra amministrazioni pubbliche), chi succede nei precedenti rapporti è tenuto a presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta che deve essere comprensiva anche dei dati relativi al periodo dell'anno in cui il soggetto estinto ha operato.

Chi deve utilizzare il modello 770 2017

Il modello 770 2017 semplificato deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta per comunicare in via telematica all'Agenzia delle entrate i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell'anno 2016, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni effettuate nonché il riepilogo dei crediti. Il modello 770 2017 ordinario deve essere utilizzato dai sostituti d'imposta, dagli intermediari e dagli altri soggetti che intervengono in operazioni fiscalmente rilevanti, tenuti, sulla base di specifiche disposizioni normative, a comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell'anno 2016.

Sono tenuti a presentare il modello 770 2017 semplificato le società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti commerciali equiparati alle società di capitali residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali; le associazioni non riconosciute, i consorzi, le aziende speciali; le società e gli enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; i trust; i condomini; le società di persone residenti nel territorio dello Stato; le società di armamento residenti nel territorio dello Stato; le società di fatto o irregolari residenti nel territorio dello Stato.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il