BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Isa: cosa sono e come funzionano gli indici di affidabilità sostituti degli studi di settore. Per chi, come quando controlli in vi

I nuovi indicatori sintetici che sostituiranno gli studi di settore premieranno chi avrà un alto indice di affidabilità fiscale.

Isa: cosa sono e come funzionano gli ind

Isa: cosa sono e come funzionano



Al via gli Isa ovvero gli Indici sintetici di affidabilità fiscale che sostituiscono gli studi di settore e cambiano la relazione tra Fisco e contribuenti. Entreranno in vigore dal prossimo anno e in buona sostanza imprese e professionisti possono avere un riscontro trasparente della correttezza dei propri comportamenti fiscali attraverso una nuova metodologia statistico-economica. In merito a come funzionano gli Indici sintetici di affidabilità fiscale. il nuovo metodo stabilisce il grado di affidabilità su una scala da 1 a 10. I contribuenti che risulteranno affidabili hanno accesso a premi e benefici nell'esclusione o nella riduzione dei termini per gli accertamenti.

Isa: cosa sono e come funzionano

Stando alla tabella di marcia, i primi 70 Indici sintetici di affidabilità fiscale dovrebbero essere approvati entro dicembre 2017 e gli altri 80, per un totale di 150, solo il prossimo anno. Per il periodo d'imposta 2017 saranno perciò operativi 70 Isa che coinvolgeranno circa un milione e mezzo di contribuenti. E ancora: 29 indicatori sintetici di affidabilità riguarderanno il settore del commercio, 15 per le manifatture, 17 per i servizi e 9 per i professionisti. Per il periodo d'imposta 2018 i contribuenti che rientrano nei restanti 80 settori economici avranno a disposizione questo nuovo strumento.

Ma c'è già il via libera ad alcuni correttivi. In questa prima fase gli 8 settori economici coinvolti nella sperimentazione degli Indici sintetici di affidabilità sono

  1. Amministrazione di condomini, gestione di beni immobili per conto terzi e servizi integrati di gestione agli edifici - K16U
  2. Attività degli studi di ingegneria - K02U
  3. Commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, pelletterie ed accessori - M05U
  4. Commercio all'ingrosso di macchine utensili - M84U
  5. Fabbricazioni di calzature, parti e accessori - D08U
  6. Manutenzione e riparazione di autoveicoli, motocicli e ciclomotori - G31U
  7. Produzione e commercio al dettaglio di prodotti di panetteria - D12U
  8. Servizi di ristorazione commerciale - G36U

Stando a quanto precisato dall'Agenzia delle entrate, gli indici sintetici di affidabilità sono formati da un insieme di indicatori elementari di affidabilità e di anomalia e permettono di posizionare il livello dell'affidabilità fiscale dei contribuenti su una scala da 1 a 10. Gli indicatori elementari di affidabilità valutano l'attendibilità di relazioni e rapporti tra grandezze di natura contabile e strutturale, tipici per il settore e per il modello organizzativo di riferimento. Dall'altra parte gli indicatori elementari di anomalia valutano incongruenze e situazioni di normalità e coerenza del profilo contabile e gestionale che presentano carattere atipico rispetto al settore e al modello organizzativo cui sono riferiti.

Infine, gli esperti incaricati di definire gli Indici sintetici di affidabilità fiscale hanno detto sì all'aggiornamento della territorialità e dei nuovi valori soglia dell'indicatore di coerenza "Costo per litro di benzina o gasolio consumato durante il periodo d'imposta" dello studio WG68U, che interessa il trasporto di merci su strada e i servizi di trasloco.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il