BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Acquistare in leasing la seconda casa conviene?

I vantaggi principali sono soprattutto fiscali in quanto il cliente utilizza l'immobile senza esserne proprietario fino al termine del pagamento delle rate



I vantaggi principali sono soprattutto fiscali (nessuna rendita tassabile) in quanto il cliente utilizza l'immobile senza esserne proprietario fino al termine del pagamento delle rate. Il vantaggio più diretto é che non va pagata l'imposta sostitutiva prevista per i mutui.

Insomma, il leasing immobiliare continua a riscuotere molto successo (leggi l'articolo di Miaeconomia) soprattutto sulla seconda casa grazie anche ad un recente intervento dell'Agenzia delle entrate che permette di dedurre fiscalmente il 10% dell'IVA, intervento quest'ultimo che ha permesso sgonfiare i canoni mensili.

Leggo sull'inserto del Sole di oggi che l'ultima arrivata in ordine di tempo tra le Banche italiane é Banca MPS (Monte dei Paschi di Siena) con una iniziativa diretta a coloro che sono già proprietari della prima casa.

  • L'importo finanziato non può essere inferiore a 50mila Euro per una durata che va dai 5 ai 20 anni.

  • L'anticipo, da pagare al momento della stipula del contratto va dal 10% al 30% del valore dell'immobile.

  • Canone fisso (Irs del momento della stipula + uno spread dell'1,50%)

  • Oppure indicizzato (su base Euribor a 3 mesi + spread dell'1,50%)

  • Andamento costante o variabile (crescente o decrescente) e periodicità mensile, bimestrale, trimestrale o semestrale.

  • L'IVA su anticipo, riscatto e canone é al 10% (20% per le dimore di lusso).

Nel leasing non serve naturalmente iscrivere l'ipoteca.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il