BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Bancomat, alternativa multe per negozianti contrari. Sistema per guadagnare soldi veri tutti

Pos obbligatorio sembra sempre più certo, ma con un duplice accorgimento si potrebbero far guadagnare soldi veri a tutti

Bancomat, alternativa multe per negozian

Pagamenti con bancomat e carta di credito obbligatori altrimenti multa



Vi sono ancora molti negozianti che si dicono contrari così come professionisti al pagamento con il bancomat, ma ci potrebbe essere una alternative che potrebbe far guadaganre soldi veri a tutti sia cittadini consumatori che imprenditori già sperimentata in altre nazioni.

Sembra deciso che nella prossima manovra finanziaria ci dovrebbe essere la decisione di far pagare una multa per chi non accetterà pagamenti con il Pos, dunque con carte di credito, bancomat e carte prepagate.

La decisione

Sembra ormai quasi certo che il Pos doventerà obbligatorio per tutti i tipi di pagamento anche da 1 euro soltanto e che chi non rispetterà questa legge inserita in Manovra Finanziaria pagherà 30 euro di muta per ogni transazione non accettata. E si sta pensando di estendere l'obbligatorietà anche ai pagamenti con i cellulari che saranno sempre più in crecita.
Può essere che alcuni professionisti saranno esentati, ma alcune associazioni vorrebbero che la regole fosse comune per tutti per evitare problemi di una sorta di privilegi ma anche di possibili furbizie.
L'importante è ridurre le commissioni, ma anche il costo delle installazioni del Pos e di eventuali altri strumenti e anche su questo il Governo ci st lavorando.

Guadagnare soldi veri per tutti.

Il vero beneficio che potrebbe far scattare il Pos e l'aumentare reale e massiccio dei pagamenti digitali potrebbero essere, però, quello di far guadagnare soldi veri a tutti sia ai cittadini che esercenti, negozianti e professionisti.

Come si potrebbe fare?

Il sistema non sarebbe difficile ed è già sperimentato da diversi circuiti di carte di credito da un lato e dall'altro in diverse nazioni.
Per i cittadini sarebebro quello di rendere obbligatorio ai vari circuiti, comn misure di comoensazione fiscale da studiare, di dare il 2-3% riaccreditato sulla carta per ogni transazione fatta. In questo modo se si pagano 1000 euro, ogni cittadini si vedrebbe riconosciuta una somma tra i 20-30 euro da rispendere.

Per i negozianti e chi dovrà metetre il POS l'unico sistema più che le mlte per renderlo davvero diffuso è quello di una riduzione dell'Irpef, delle tasse come già si immagina di fare per ogni transazione di circa 2-3% anche in questo caso.

La decisione sarebbe vincente anche per la tracciabilità dei pagamenti e la forte riduzione dell'evasione fiscale che si avrebbe visto che anche i cittadini avrebbero un interessa rilevante per pagare con carte du credito e bancomat
 

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il