BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Nibiru e fine del mondo: prove e indizi ben seminati per una delle bufale meglio create. Da vedere

Questa volta la fine del mondo avrebbe una data precisa. Il 23 settembre Nibiru, un fantomatico pianeta che alcuni identificano con il pianeta 9 dovrebbe entrare in rotta di collisione con la Terra

Nibiru e fine del mondo: prove e indizi

Torna la bufala della fine del mondo. Questa volta sarebbe Nibiru, misterioso corpo celeste a distruggere la Terra il 23 settembre



Una seri di prove e indizi ben seminati sul web e non solo, una storia ben raccontatao con tanto di videoe  immagini per una delle bufale, non inedita, che ritorna meglio congeniata che mai.

La fine del mondo ha ispirato profeti da strapazzo, religioni millenariste che si affannano a preveder per poi smentirsi da sole e ritentare con un’altra data. Ma tutti si sono cimentati con la fine del mondo. Nelle previsioni di Nostradamus essa doveva arrivare nel 1999. E come non ricordare il pathos con cui venne atteso il capodanno del 2000. Più di recente A dare retta ai Maya invece si poteva ipotizzare che l’anno fatale sarebbe stato il 2012.

E se fino ad oggi l’abbiamo scampata, forse è ancora troppo presto per cantare vittoria. Questa volta, secondo le strampalate teorie di David Meade, la fine del mondo avrebbe una data ben precisa e vicinissima. Il 23 settembre infatti dovrebbe essere la volta di Nibiru, un fantomatico corpo celeste che alcuni identificano con il pianeta 9, e che sembrerebbe, questo almeno è quello che dice la leggenda, in rotta di collisione con la Terra.

Una teoria che ha radici nella mitologia babilonese e sumera e nella numerologia (o presunta tale) cristiana, e che ha avuto una tale diffusione negli ultimi anni da costringere la Nasa a smentire ufficialmente la possibilità di un simile cataclisma. Ma come nasce questa ennesima bufala sulla fine del mondo? E cosa c’entra Nibiru con il misterioso Pianeta 9?

Nibiru la bufala ritorna meglio fatta che mai

La leggenda di Nibiru, in effetti, ha radici lontane. La bufala, insomma ritorna ogni volta meglio fatta che mai Se ne inizia a parlare più di un ventennio fa quando la storia di Nibiru, un pianeta gigante nascosto ai margini del nostro Sistema Solare e destinato a distruggere la Terra, la cui esistenza sarebbe stata ovviamente insabbiata da governi e istituzioni mondiali. Le prime versioni della teoria parlavano del 2003 come probabile data del disastro, per poi puntare al 2012.

È bastato aspettare un paio d’anni perché si presentasse l’occasione perfetta, arrivata nel 2014 quando un articolo su Nature degli astronomi Chad Trujillo e Scott Sheppard ha aperto la strada all’esistenza di un nono pianeta all’interno del Sistema Solare. L’ipotesi, corroborata nel 2016 da una seconda ricerca pubblicata dagli scienziati Mike Brown e Konstantin Batygin, è quella del pianeta 9: un gigante nascosto in un’orbita lontanissima dal Sole, e sfuggito fino ad oggi ai nostri telescopi. Nibiru, evidentemente, altro non era che il nuovo pianeta 9.

Nibiru e la fine del mondo: ci sarebbero le prove

L’Apocalisse, dunque, ovvero la fine del mondo, è un tema che ha attraversato i secoli e i millenni. Quella di Nibiru e della fine del mondo è solo una delle tante varianti di eventi catastrofici che dovrebbero cancellare la Terra e l’umanità dalla storia. I sostenitori di questa teoria ne sono così convinti che affermano in maniera convinta che ci sarebbero anche le prove della loro teoria. Come per esempio l’eclissi solare che ha tagliato in due l’America ad Agosto lasciando porzioni enormi di territorio al buio per alcuni minuti. Un segno.

Un simbolo abbastanza importante per queste persone. Nibiru, va chiarito una volta per tutte, non esiste. La NASA ha già dovuto smentire la sua esistenza in più di un’occaiosne, segnalando chiaramente che “Nibiru e altre storie su pianeti ribelli sono un inganno di Internet. Secondo i suoi sostenitori, sarebbe il nono pianeta del Sistema Solare, di colore blu e dieci volte più grande della Terra, e dovrebbe aver impattato in varie date recenti, cosa che non è accaduta.

Chi cerca cospirazioni in cui interviene un elemento spaziale ha attribuito a Nibiru e alla sua grande influenza gravitazionale varie catastrofi naturali che ci hanno colpito negli ultimi decenni. La NASA, tuttavia, spiega che se Nibiru o il Pianeta X fossero reali e andassero verso uno scontro con la Terra, gli astronomi lo starebbero seguendo almeno da un decennio, e ora sarebbe visibile.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il