BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria cosa detto su decreti attuativi, DPCM incontro Sindacati-Governo

Domani presentazione dei nuovi Dpcm ufficiali su novità per le pensioni di ape e quota 41 e ultime notizie su tempi e possibili rinvii

Pensioni ultime notizie Ape Social, Quot

pensioni novità ape incontro sindacai governo dpcm



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:15): L'incontro è appena finito e dalle indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime si è decisa una nuova riunione il 13 Marzo sempre sui decreti attuativi delle novità per le pensioni come Ape Social, Ape Volontaria e Quota 41 che saranno ufficiali entro circa una quindicina di giorni. Si devono ancora concludere i DPCM e le parti hanno affermato di aver bisognod i più tempo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:15): La certezza è che domani ci sarà l'incontro tra SIndacati e Governo, ma non è così sicuro nelle ultime notizie e ultimissime che vi saranno anche i DPCM e i decreti attuativi per l'Ape Social, Quota 41 e l'Ape Volontaria ovvero per tutte le novità per le pensioni attese. Anzi è già quais sicuro che i decreti attuativi saranno depositati il giorno successivo, ma se così sarà come appare, è difficile a rigor di logica che siano definiti e completi in ogni elemento.

E' in programma domani, mercoledì primo marzo, il nuovo incontro tra sindacati e Governo, occasione durante la quale si discuterà nuovamente di novità per le pensioni di ape volontaria, social, e quota 41 e ulteriori chiarimenti in merito ma anche sull'avvio di una successiva fase di lavoro su ulteriori novità per le pensioni che dovrebbero prospettarsi più importanti e profonde. Sul tavolo dell’incontro di domani tra il Governo e i sindacati dettagli e chiarimenti sulle ultime novità per le pensioni di ape e quota 41 come:

  1. allargamento delle novità per le pensioni ad altre categorie di lavoratori;
  2. riduzione della percentuale di invalidità dal 57% al 60% per ape e quota 41;
  3. valore della rata di rimborso per ogni anno di anticipo pensionistico.

Per quanto riguarda i tassi di interesse da calcolare sul rimborso della mini pensione non si hanno ancora certezze ma stando a quanto circolato finora, complessivamente, il costo della rata di rimborso mensile della mini pensione percepita in anticipo per lasciare anzitempo la propria occupazione dovrebbe essere inferiore al 5%, compresa tra un 4,5% e un 4,7%, con un’ipotesi di tan del 2,5% e un premio assicurativo sul 29%. In un secondo momento di lavoro sulle novità per le pensioni, poi, le discussioni dovrebbero concentrarsi su temi come:

  1. pensione contributiva di garanzia per i giovani;
  2. novità per la previdenza complementare e integrativa;
  3. revisione del meccanismo delle aspettative di vita in base al tipo di occupazione in cui si è impiegati.

Presentazione decreti attuativi e possibilità di slittamento

La presentazione dei decreti attuativi, come riportano le ultime notizie, si attendono domani per l’attuazione giovedì 2 marzo, attuazione che, probabilmente, sarà rimandata perché, stando alle ultime e ultimissime notizie, non dovrebbero essere completi. E’ possibile anche che giovedì vengano attuati i Dpcm incompleti e che successivamente, ma sempre entro il mese di maggio, arrivino circolari esecutive e atti dei tecnici. I decreti attuativi tanto attesi sarebbero tre e dovrebbero riguardare:

  1. tassi di interesse da calcolare sull'ape;
  2. condizioni delle polizze assicurative;
  3. eventuali criteri per definire una priorità di accesso ad ape e quota 41.

Ma, come sopra riportato, potrebbe mancare proprio il decreto che potrebbe mancare sarebbe proprio quello sui tassi di interesse. Nulla è ancora ufficiale se non le ipotesi sopra riportate e per cui si attendono conferme ufficiali. In ogni caso, comunque, nonostante le ultime notizie ipotizzino un ritardi di arrivo dei Dpcm con conseguente slittamento dell’entrata in vigore di mini pensione e quota 41, per ape volontaria, social e quota 41, come al momento deciso, si potranno iniziare ad inviare le domande all’Istituto di Previdenza a partire dal primo maggio. All’indomani della riunione di domani, è già stato fissato un nuovo incontro tra governo e sindacati durante il quale si darà avvio al secondo momento di lavoro su ulteriori novità per le pensioni che, stando alle ultime notizie, dovrebbero riguardare:

  1. novità per dare nuovo slancio a previdenza complementare e integrativa;
  2. modifica del sistema delle aspettative di vita;
  3. novità di revisione del sistema contributivo soprattutto per i giovani.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il