BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie Ape Social, Quota 41, Ape Volontaria ufficiale. Da quando, come funzionano e in vigore

Volata finale per il via libera del Senato all'iter, incluso il pacchetto delle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie Ape Social, Quot


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:45): Al momento possiamo dire la lista ufficiale per tutti quelli dell'Ape Social e Quota 41 è questa per i mestieri
1) usuranti
2) edili
3) maestre d'asilo e di scuola materna
4) infermieri ed ostretiche
5) conduttori di gru
6) conciatori
7) macchinisti e camionisti
8) chi assiste persone non autosufficienti
9) operatori ecologici
10) addetti alle pulizie
11) facchini.

Con l'attenzione che le maestre d'asilo e del nido potranno avere l'ape social, mentre per quota 41 non rientrano.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:52): Sono diventate leggi, anche se ora pe entrare in vigore dovrà passare diverso tempo in quanto dovranno essere eseguiti i vari DCPM che per queste novirà per le pensioni sono numerosi. Ma oggi c'è stata l'approvazione finale come da ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Si va verso la chiusura di un altro step del percorso delle novità per le pensioni. Domani vi sarà voto Palazzo Madama e come abbiamo visto dalle ultime e ultimissime notizie, l'intenzione è di chiedere la fiducia che comporta l'impossibilità di apportare alcun tipo di cambiamento minimo o grande che sia.

La crisi nella maggioranza ha portato all'accelerazione nella definizione dell'iter, inclusa la parte relativa alle novità per le pensioni, ma anche lo stop ai cambiamenti. L'intero pacchetto finirà domani in tarda mattinata nell'Aula del Senato, blindato dal voto di fiducia. Lo stesso testo che ha ottenuto il via libera dalla Camera sarà così approvato da Palazzo Madama. Poi si passerà a individuare il nuovo capo della maggioranza.

Si va dunque verso il via libera a tutti i provvedimenti sulla previdenza italiana, dalle mini pensioni, onerose o meno, all'aumento degli assegni di base, passando per quelli in favore di chi ha iniziato l'attività professionale da giovanissimo al riconoscimento della particolarità della posizione previdenziale di chi esercita lavori prevalentemente faticosi, fino ad arrivare alle norme di natura fiscale.

Per facilitare i calcoli ovvero per aiutare a capire se la misura delle mini pensioni onerose sia conveniente, abbiamo messo a disposizione in questa pagina un simulatore online gratuitamente utilizzabile. Non serve essere a conoscenza di molte informazioni. Basta infatti inserire la pensione netta, il numero di mesi di uscita anzitempo, da un minimo di 6 mesi a un massimo di 43, la somma che si desidera tra il 70% e il 100%, l'appartenenza a categorie tutelate tra disabili, disoccupati da lungo termine, assistenti a disabili, attività faticose, l'assicurazione proporzionale, il tasso interesse in favore degli istituti di credito, tenendo presente che quest'ultimo valore non è stato ancora stabilito, ma si aggirerà, come da annunci, intorno al 4,5%.

I valori restituiti dal nostro simulatore online sono otto: pensione netta percepita al mese; la rata da pagare per la restituzione con interessi inclusi per 20 anni; l'assicurazione mensile; eventuali detrazioni; la rata della pensione percepita dopo i 36 mesi di anticipo, la percentuale decurtata, il totale della pensione per chi smette anzitempo, l'importo finale da restituire. Anticipiamo subito che sulla base dei nostri calcoli, quello delle mini pensioni onerose è un provvedimento conveniente e dunque da prendere in considerazione per chi immagina di voler smettere anzitempo rispetto ai requisiti adesso richiesto dall'attuale legge previdenziale.

Si accennava alle questioni ancora in sospeso sul tavolo della previdenza italiana e che, come da iter delle novità per le pensioni, saranno chiarite solo con un decreto della presidenza del Consiglio dei ministri da emanare entro la fine del mese di febbraio. Il principale è quello del rapporto con istituti di credito e assicurazioni. Il testo delle novità per le pensioni rinvita ad accordi quadro, non ancora raggiunti, tra il Tesoro e il dicastero dell'Occupazione da una parte e tra l'Associazione bancaria italiana, l'Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici e altre imprese assicurative primarie dall'altra, soprattutto in riferimento al tasso di interesse applicato.

Se la durata minima delle mini pensioni è di sei mesi, restano ancora da fissare l'entità minima e quella massima richiedibili. Anche in questo caso, l'appuntamento è con un futuro decreto della presidenza del Consiglio dei ministri.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il