BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni 2017 simulazioni e calcolo online automatiche. Quando si può andare nel 2017 con regole nuove e vecchie

Requisiti per andare in pensione, ultime notizie su sistemi già in vigore per uscire prima, e novità per le pensioni al via nel 2017: come effettuare i calcoli

Pensioni 2017 simulazioni e calcolo onli

Pensioni novità calcolo simulazione uscita prima 2017



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:30): Abbiamo voluto fare il punto della situazione sulle pensioni 2017, per quanto riguarda quando si può andare in pensione sia con le regole vecchie e nuove con dei servizi gratis di simulazioni online che permette di capire quando si può andare e il calcolo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:30): Quello che sta per iniziare sarà un anno nel segno della sperimentazione delle novità per le pensioni. Il riferimento va inevitabilmente alle mini pensioni, onerose o meno che siano, che entreranno in vigore solo dal primo gennaio, in attesa dei decisivi decreti della Presidenza del consiglio dei ministri annunciati dalle ultime e ultimissime notizie.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:05): Anche se non cambiano i requisiti generali per accedere al trattamento previdenziale, dal prossimo anno scatteranno importanti novità per le pensioni. A iniziare dalle mini pensioni, di cui si è molto discusso per mesi ma che, come ricordano le ultime e ultimissime notizie sono ancora incomplete in attesa dei decreti chiarificatori della presidenza del Consiglio dei ministri.

Chi, come e quando il prossimo 2017 potrà andare in pensione prima rispetto alla soglia dei 66 anni e sette mesi stabilita dalle attuali regole pensionistiche? Le ultime notizie anticipano che dal prossimo maggio 2017 si potranno inoltrare le domande per la pensione anticipata con mini pensione e quota 41 nuove, limitate, e non valide per tutti, che permetteranno a coloro che vi rientrano di andare in pensione fino a tre anni rispetto alla soglia dei 66 anni, cioè a 63 anni, in alcuni casi, cioè nel caso della mini pensione volontaria, con decurtazioni sulla pensione finale. Nell’attesa dei Dpcm, che dovrebbero arrivare tra febbraio e i primi di marzo, che ufficializzeranno le norme di funzionamento di mini pensione e quota 41 e tempi ufficiali di effettiva entrata in vigore, nel 2017 possono andare già in pensione prima coloro che decideranno di ricorrere a ricongiunzione o cumulo, ormai gratuiti per tutti, di chiedere il part time, chi sceglie il contributivo femminile, ma non solo.

Le ultime notizie riguardano una nuova circolare dell’Istituto di Previdenza che ha esteso la possibilità di andare in pensione  a 64 anni con 36 anni di contributi al 31 dicembre 2012 a tutti, anche a coloro che alla data del 28 dicembre 2011 non risultassero regolarmente occupati, condizione necessaria fino a qualche tempo fa per la richiesta di uscita a 64 anni. Il contributivo femminile, invece, permette alle donne lavoratrici sia statali che private o autonome di andare in pensione, rispettivamente, a 57 o 58 anni di età con almeno 35 anni di contributi ma accettando il calcolo della propria pensione finale esclusivamente con metodo contributivo, il che significherà percepire un assegno pensionistico mensile che potrà essere inferiore fino al 30% di quello che si sarebbe percepito con il vecchio calcolo retributivo.

Esistono poi diverse categorie di lavoratori che hanno la possibilità di andare in pensione prima dei 66 anni e sette mesi e stiamo parlando di dirigenti medici, professori e ricercatori universitari che possono andare in pensione a 65 anni; militari, che possono andare in pensione a 57 anni e 7 mesi di età con 35 anni di contributi o con 40 anni e 7 mesi di contributi senza necessità di raggiungere alcuna età anagrafica; lavoratori del comparto dello spettacolo, che possono andare in pensione a 64 anni e 7 mesi di età, che scendono a 61 e 7 mesi per le donne.

Considerando che la pensione di anzianità è stata sostituita dalla pensione anticipata e per andare in pensione anticipatamente bisogna maturare 42 anni e 10 mesi di contributi, che diventano 41 anni e 10 mesi per le donne, i requisiti che per alcuni saranno modificati dalle ultime novità per le pensioni di mini pensione e quota 41 e dal contributivo femminile. Se per il contributivo femminile sono necessari, infatti, 35 anni di contributi, meno di 41 dunque, per mini pensione e quota 41 nuove i contributi necessari per andare in pensione prima sono di 20 anni per la mini pensione volontaria, che salgono a 30 per la mini pensione senza oneri e la quota 41 per coloro che sono rimasti senza occupazione, e a 36 per coloro che svolgono occupazioni faticose. Per fare una simulazione online di quando si può andare in pensione prima 2017 sono disponibili diversi siti online che basta semplicemente visitare per effettuare il calcolo.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il