BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Renzi, Prodi, Boccia

Le ultime posizioni di Boccia, Renzi e Prodi su ultime notizie politiche e scenari dopo la riunione odierna della maggioranza e conseguenze su novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, qu

pensioni novità ultime affermazioni Romano Prodi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:51): Si cerca di raccogliere i cocci delle tante affermazioni che stanno disgregando di fatto nelle ultime notizie e ultimissime l'attuale maggioranza, ma le prospettive per le novità per le pensioni sono positive (almeno in teoria e da un punto di vista prospettico ma anche nel breve) da questo punto di vista sia che si formino due-tre schieramenti o si ritorni uniti anche per le stesse reazioni degli altri schiramenti che vorranno vincere le elezioni quando ci saranno anche a fine legislazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:27): Che caos nel Partito democratico: l'opposizione interna, da sempre più favorevole a vere novità per le pensioni, lo dice a chiare lettere: all'indomani della direzione Pd in cui Renzi ha proposto subito l'avvio del congresso, la scissione è nei fatti. Domenica il segretario è pronto a dimettersi per fare il reggente e il tutto mentre le ultime e ultimissime notizie raccontano di nuovi e pochi rassicuranti dati economici.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Il primo vero confronto tra le varie anime del partito dopo la batosta del referendum si è trasformato in una resa dei conti. Si stanno delineando schieramenti opposti che, rapportati alle elezioni, si dividono tra chi è favorevole al voto subito con tanto di conseguenza sulle novità per le pensioni (Renzi) e chi (Boccia), come emerge dalle ultime e ultimissime notizie del giorno dopo, spinge per la scadenza della legislatura a febbraio del prossimo anno. L'impressione è che da entrambi le parti si tratti solo di calcoli politici.

Pensioni ultime notizie e ultime, pensioni novità, ultimissime notizie (AGGIORNAMENTO 21:01):  No elezioni subito o almeno così pare come voleva Prodi e delle possibile primarie o Congresso allargato sempre come voleva l'inventore dell'Ulivo anche se non c'è ancora l'ufficialità nelle ultime notizie e ultimissime che, invece, vedono Boccia e Renzi e le loro ali convergere sul Congresso da cui si sceglierà segretario e, forse, anche leader per il prossimo voto con le chiare implicazioni per le novità per le pensioni

Gli schieramenti politici pronti a rimescolare le carte, tra tensioni e caos interni, richieste di anticipare le elezioni e richieste di mantenerle fissate al 2018, cioè alla naturale scadenza dell’attuale legislatura, per continuare a garantire al nostro Paese,oggi, la stabilità, seppur precaria, che si è riusciti comunque a raggiungere. La situazione è decisamente incerta e caotica ma non solo tra di diversi schieramenti, anche, s soprattutto, all’interno della stessa maggioranza e le ultime notizie su posizioni e intenzioni di segretario e membri dell’opposizione interna ne sono una chiara conferma. La giornata odierna, però, potrebbe essere decisiva: è in programma, infatti, la nuova riunione della maggioranza, al termine della quale si saprà quali sono le intenzioni reali dell’ex premier su congresso, dimissioni, primarie ed elezioni, e conseguenti risposte da parte delle opposizioni. Si tratterà di posizioni che avranno chiaramente impatto sui provvedimenti che si stanno portando avanti e si ha intenzione di fare, tra misure sociali, occupazionali e novità per le pensioni.

Le ultime posizioni di Boccia e conseguenze per novità per le pensioni

Per Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio, bisognerebbe andare subito al congresso e dare risposte certe, innanzitutto alla Comunità ma anche su questioni centrali come povertà, novità per le pensioni e per l’occupazione, questione banche e organizzazione stessa del controsinistra. Stando a quanto riportano le ultime notizie, secondo Boccia bisognerebbe tornare a dare centralità alla persona e a quegli atteggiamenti che fino ad oggi hanno fatto del centrosinistra una forza in grado di rispondere ai reali bisogni della gente e il congresso sarebbe l’occasione importante per ritrovare compattezza e unità in vista di elezioni, a prescindere da quando si terranno, e percorsi capaci di riconquistare fiducia e consensi. Sulla stessa scia del presidente Boccia anche il governatore della regione Puglia, ormai da qualche tempo dichiaratamente anti-renziano e che ha già più volte invitato il segretario del centrosinistra all’organizzazione del nuovo congresso.

Le ultime posizioni di Renzi e conseguenze su novità per le pensioni

Diverso il percorso che Matteo Renzi e i suoi fedelissimi vorrebbero invece intraprendere: stando alle ultime e ultimissime notizie, è possibile che forse già entro questo fine settimana possano arrivare le dimissioni di Renzi da segretario del centrosinistra, quindi che si possa andare a nuove elezioni per la segreteria, e quindi al voto anticipato. Resta l’incognita del congresso, di fronte a opposizioni interne che, come riportano le ultime notizie, sarebbero seriamente intenzionate alla scissione nel caso in cui non si facesse con organizzazioni di forze alternative già definite quasi. La risposta ufficiale da parte di Renzi su quanto vorrà effettivamente fare è attesa nella giornata odierna: solo al termine della nuova riunione della maggioranza si capirà, infatti, cosa ha intenzione di fare con schieramento politico e Paese. Il fedelissimo Guerini auspica che qualsiasi proposta sarà fatta, ognuno assumerà una posizione chiara, con la speranza di riportare ordine in uno schieramento politico decisamente frammentato e prossimo alla rottura definitiva. E’ possibile che, come detto, rassegni le dimissioni per poi andare al congresso anticipato e al voto a giugno, ma è probabile, secondo le ultime notizie, che per le dimissioni ci voglia più tempo, fissando l’appuntamento forse in occasione dell’Assemblea nazionale di sabato 18. Intanto,è lo stesso Renzi a dire che, oltre a quanto fatto, pur senza raggiungere i risultati sperati, c’è ancora molto da fare, e non solo da un punto di vista politico: è necessario affrontare la questione sociale con provvedimenti importanti, a partire dal rilancio di quelle novità per le pensioni che servirebbero per dare nuovo slancio a occupazionale giovanile e produttività, ma anche per riconquistare elettori e consensi, considerando quanto il tema delle pensioni sia caro ai cittadini.

Le ultime affermazioni di Romano Prodi e conseguenze per novità per le pensioni  

Torna protagonista del dibattito politico sulla riorganizzazione del centrosinistra anche l’ex premier Romano Prodi, fondatore di quell’Ulivo che oggi, stando a quanto riportano le ultime notizie, alcuni, come l’ex segretario Bersani, vorrebbero rilanciare. Chiare le ultime affermazioni di Prodi sull’attuale scenario politico e possibili prospettive: è necessario ridare vigore al centrosinistra, riportarlo a quegli antichi albori che ne hanno fatto il primo schieramento politico in Italia e andare alle elezioni nel 2018. Intanto, sembra sostenere la nuova proposta dell’ex sindaco di Milano Pisapia: la sua proposta, ha affermato, Prodi, potrebbe essere molto interessante. E potrebbe rivelarsi, aggiungeremmo noi, importante anche ai fini sociali, considerando che punto di partenza degli impegni di Pisapia sarebbero misure sociali e importanti novità per le pensioni che, tra assegno universale e novità per le pensioni di quota 100 o quota 41 per tutti, potrebbero iniziare a ristabilire davvero la difficile situazione socio-economica di Italia, cercando di appianare i gap sociali e generazionali oggi esistenti.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il