BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 da Fitto, Bertone, Bruegel

Le recenti posizioni di Bruegel, Fitto, Bertone su elezioni subito, conseguenti prospettive e rilancio di novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie su quota 100, mi

pensioni novità ultime affermazioni raffaele fitto



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): La Comunità potrebbe in campo per un commissariamento ma non sarebbe per le novità per le pensioni del tutto un male, anzi anche eprchè visto che per imperizia o volontà non si riesce nelle ultime notizie e ultimissime a concludere nulla e c'è lo spetro dell'ingovernabilità futura, forse, potrebbere essere l'unico modo per attuare con urgenza le tante cose necessarie

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30) : Il non riuscire a creare un esecutivo potrà portare al commissariamento della Comunità e in diversi tra esperti ed esponenti lanciano l'avvertimento. E a prima vista questo potrebbe essere non positivo per le novità per le pensioni e le ulteriori iniziative, ma in realtà vista l'incapacità di fare ormai conclamata e che dura da anni e anni nonostante siano evidente nelle ultime notizie e ultimissime quello che si è necessario fare, potrebbe non essere il peggiore dei mali

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15) : Differenti esperti sono convinti che la Comunità arriverà nel nostro Paese avviando un rigido controllo qualsiasi sarà il sistema per elezioni subito o dopo che verrà attuato in quanto l'ingovernabilità non permetterà i significativi rilanci necessari tra cui le novità per le pensioni e non solo. Questa sembra ormai, nelle ultime notizie e ultimissime, una delle poche certezze ovvero quella di non riuscire a creare un esecutivo.

Le elezioni subito, la prospettiva sempre più realistica di avvio della procedura di monitoraggio economico da parte della Comunità nei confronti del nostro Paese, la necessità di rilancio di importanti provvedimenti, tra cui le novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 per tutti sono le ultime notizie che in questi ultimissimi giorni si stanno rendendo letteralmente protagoniste di dibattiti e discussioni, dividendo, a tratti, esperti ed esponenti istituzionali, tra chi appoggia la prospettiva di elezioni subito come effettiva occasione ideale per ridare stabilità al Paese e rilanciare iniziative urgenti, e chi, al contrario, ritiene che alla luce delle ultime notizie sarà molto difficile raggiungere una nuova stabilità data da una maggioranza certa e una piena governabilità. E si tratta di uno scenario che contribuirebbe solo a peggiorare la situazione del nostro Paese che, in extremis, potrebbe avviarsi verso la tanto temuta Troika.

Le ultime posizioni di Bruegel e impatto su novità per le pensioni

Secondo il gruppo politico-economico internazionale Bruegel, che ha sede a Bruxelles, le prossime elezioni nel nostro Paese rischiano di non portare ad una effettiva nuova stabilità istituzionale, considerando che vi sono tre forze, attuale maggioranza, Schieramento del Cavaliere, pentastellati che, secondo quanto riportano le ultime notizie, avrebbero più o meno la stessa percentuale di consensi. Ciò significa mancanza di una preferenza e rischio di mancanza di una maggioranza certa e quindi della governabilità per il Paese stesso. Per impedire che le condizioni interne possano ancora peggiorare, secondo le ultime notizie, potrebbe effettivamente essere avviata la Troika che permetterebbe di attuare tutte quelle misure che finora non sono state fatte, da tagli consistenti, a misure profonde di lotta alla corruzione e all’evasione fiscale, a novità per le pensioni che dovrebbero rendere l’attuale sistema meno rigido e rilanciare, al tempo, l’occupazione, soprattutto per i ragazzi di età compresa tra i 20 e i 30 anni.

Le recenti affermazioni di Fitto e conseguenze per novità per le pensioni

Anche per Raffele Fitto, leader di Direzione Italia, serve un sistema di elezioni subito che sia effettivamente in grado di assicurare una nuova stabilità al Paese, che porti verso la definizione di una nuova maggioranza sicura, che non è ciò che si prospetta attualmente, perché la diretta conseguenza di un grave errore in questo senso, potrebbe essere quella di affossare ancor di più il nostro Paese, facendo sprofondare in una crisi ben più forte di quella attuale, dando alla Comunità il potere di avviare quella temutissima Troika che contribuirebbe solo a bloccare tutti gli importanti provvedimenti oggi bloccati ma che sarebbero in grado di rilanciare l’economia e la crescita del nostro Paese, comprendendo in essi anche quelle profonde novità per le pensioni come quota 41 per tutti e quota 100 che, attraverso l’avvio di un nuovo ricambio generazionale, permetterebbero di rilanciare, contemporaneamente, occupazione, produttività e consumi.

Le ultime affermazioni di Bertone e rilancio di novità per le pensioni

Secondo l’analisi di Ugo Bertone, sembra che le ultime notizie dell’andamento delle cose nel nostro Paese vogliano portare dritti dritti all’avvio della procedura di stretto controllo di ogni decisione economica del nostro stesso Paese, esattamente come accaduto in Grecia, quasi come si trattasse dell’unica via di uscita da una situazione di letterale stallo in cui ogni provvedimento importante per rilanciare crescita economica interna e sviluppo del Paese è bloccato.

Si tratta di una posizione che ritorna nelle ultime notizie ma di cui lo stesso Bertone aveva già parlato qualche tempo fa. Bertone ha chiaramente spiegato come il nostro Paese debba tornare a crescere in un quadro di generale rinnovamento, come quello che si vorrebbe avviare nell'intera Comunità, in cui proprio la nostra nazione dovrebbe primeggiare, cosa al momento impossibile considerando che è nel mirino della stessa Comunità ormai da tempo e la prospettiva di elezioni subito che per tanti rappresenta l'occasione migliore di rilancio della crescita, in realtà potrebbe essere solo un ulteriore rischio per la nazione che potrebbe andare molto realisticamente incontro ad una non piena governabilità. E in quel caso, ogni urgente iniziativa continuerebbe ad essere bloccata, novità per le pensioni profonde di revisione dell’attuale sistema comprese.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il