BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 Busacca, Corradino, Iocca

Rimane alta la tensione sull'organismo pensioni e per ragioni che solo apparentemente hanno per le novità per le pensioni poco a che fare.

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Si registrano problemi sul terreno delle novità per le pensioni anche per via delle difficoltà interne dell'organismo pensioni. La decisione del suo responsabile di procedere a una riorganizzazione nella forma e nella sostanza si sta scontrando nelle ultime notizie e ultimissime con difficoltà di varia natura che si ripercuotono anche sulle futuri azioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Se dalla riorganizzazione dell'organismo pensioni passano come è naturale parte delle novità per pensioni allora le cose non si mettono per il verso giusto. Sulle scelte del suo responsabile si sta infatti fiondando l'attenzione della magistratura e dell'Autorità nazionale anticorruzione a dimostrazione dell'esistenza di contrasti interni che forse vanno al di là della gestione stessa.

Sotto la lente di ingrandimento è adesso finita l'attività dell'organismo pensioni, ma non in relazione alle novità per le pensioni, bensì alle nomine effettuate, soprattutto quelle apicali. Oppure nelle ultime notizie pensioni le due cose sono strettamente legate? A indagare è adesso l'Autorità nazionale anticorruzione oltre alle magistrature contabile e amministrativa.

Le ultime posizioni di Michele Corradino e conseguenze per novità per le pensioni

Alla luce delle tante richieste depositate era quasi scontato che il consiglio dell'Autorità nazionale anticorruzione aprisse un fascicolo per verificare la correttezza nella scelta dei dirigenti in seguito alla riorganizzazione interna voluta dal responsabile dell'organismo pensioni. Si tratta certamente di una grana solo apparentemente esterna al processo di introduzione di novità per le pensioni rispetto a cui l'organismo vuole recitare una parte da protagonista. Siamo infatti davanti a un contrasto interno che sta raggiungendo picchi molto elevati considerando l'interessamento sia della magistratura contabile e sia di quella amministrativa, oltre adesso all'Autorità nazionale anticorruzione. Se questi dissidi sono legati sono alla revisione interna degli incarichi, con particolare interesse delle posizioni apicali oppure riguarda le idee non proprio accomodanti sulle novità per le pensioni rispetto a quelle dell'esecutivo dello stesso numero uno dell'organismo pensioni, resta da scoprire. Per ora si tratta di un chiaro segnale di come questa differente gestione abbia provocato molti sconquassi rispetto a quanto abbiamo assistito nel recente passato.

Le recenti posizioni di Pietro Iocca e impatto su novità per le pensioni

La pioggia di critiche che si sta abbattendo sull'organismo pensioni vede in Pietro Iocca, a capo del Consiglio di Vigilanza, una delle fonti principali. E anche in questo caso non ci sono di mezzo accuse su quanto fatto o proposto sulle novità per le pensione o nella gestione dei soldi, bensì atti formali depositati alla magistratura amministrativa. Le contestazioni sono mosse verso il processo di riorganizzazione che ha creato una spaccatura tra il vertice dell'organismo e lo stesso Consiglio di Vigilanza, sindaci revisori e direttore generale inclusi. La questione va dunque al di là delle novità per le pensioni e dei rapporti con l'esecutivo e più in generale con gli organismi istituzionali. Qui c'è in gioco uno scontro tra le parti, solo apparentemente interno perché le ripercussioni sono naturalmente per tutta la collettività, in cui c'è un Comitato che lancia accuse e un organismo che si difende, spiegando come sia stato lo stesso vertice a chiedere una riduzione dei poteri. La questione rimane comunque di strettissima attualità ed è stata adesso rivitalizzata dall'azione dell'Autorità nazionale anticorruzione.

Le ultime affermazioni di Luciano Busacca e impatto su novità per le pensioni

Non ci sarebbe nulla di irregolare nella scelta di Luciano Busacca come vertice della segreteria tecnico-normativa dell'organismo per pensioni e come collaboratore in Studi e Ricerche a Massimo Antichi. La difesa rispetto alle accuse mosse dai nove componenti del Collegio dei sindaci revisori, due dei quali sono emanazione dei due dicasteri vigilanti, con tanto di atto scritto inoltrato alla magistratura contabile, è chiara. Tuttavia è innegabile la crescita della spese per personale proprio in un periodo in cui lo stesso organismo è a caccia di coperture maggiore per l'introduzione di novità per le pensioni ulteriori. Siamo dinanzi a un vero e proprio faccia a faccia che va al di là delle prospettive a breve e medio termine sulle novità per le pensioni. Da una parte c'è l'organismo per pensioni che mette sul piatto il taglio del 10 per cento che le spese complessive hanno subito in seguito all'implementazione delle disposizioni introdotte con la revisione complessiva e quello del 20 per cento atteso quando il riordino degli figure dirigenziali sarà completa. Ma secondo l'accusa l'incarico affidato poteva essere svolto internamente.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il