BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Six, Kotzeva, De Blasio

Tra squarci di luce e tante ombre, continuano a essere costantemente altalenanti le prospettive sulle novità per le pensioni. Fattore tempo decisivo.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:30): L'andamento non è così positivo come una analisi semplicistica vorrebbe far pensare e le novità per le pensioni ne fanno parte come spiegano nelle ultime notizie e ultimissime questi esperti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:30): Al di là di una lettura più semplicistica i tre esponenti dei tre organismi hanno sottolineato le mancanze e di come le novità per le pensioni potrebbero essere un valido strumento da usare per una ripresa reale che nelle ultime notizie e ultimissime langue

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Arrivano ulteriori segnali che la maggior parte degli elementi quando non è in peggioramento presenta un distacco con l'estero che è preoccupante e le novità per le pensioni che potrebbero aiutare, rimangono sempre poco considerate nelle ultime notizie e ultimissime facendo finta che tutto sia, invece, al ritorno al positivo

Arrivano segnali incoraggianti sulla situazione nazionale, certamente utili per immaginare qualcosa di differente sulle novità per le pensioni. Ma occorre far in fretta, senza rimandare l'appuntamento con le ultime notizie pensioni a tempi indefinito. Anche se qualche indicatore gioca a favore, il trend può mutare molto in fretta.

Le ultime posizioni di Giuseppe De Blasio e conseguenze per novità per le pensioni

Ci sono poi gli effetti che le scelte di questi anni così come l'inerzia su alcuni comparti, come quello delle novità per le pensioni, portano con sé. Perché non può passare nell'indifferenza quel mezzo di milione di residenti nel territorio nazionale cancellati dall'anagrafe. Lo ha fatto perché si sono spostati altrove, alla ricerca di migliori e più soddisfacenti condizioni. Stando a quanto risulta all'Osservatorio statistico di cui far parte Giuseppe De Blasio, hanno scelto altri Paesi della Comunità dove sia in termini di impieghi e sia di novità per le pensioni strettamente collegate, la situazione è più soddisfacente. E c'è poi un secondo dato che emerge dalla rilevazioni. All'interno del territorio nazionale si amplia la forbice tra le regioni settentrionali e quelle meridionali. Una disparità alimentata, volontariamente o meno ovvero attraverso quello che è stato fatto o non fatto per rilanciare il mercato e per introdurre novità per le pensioni veramente utili, dagli esecutivi che si sono succeduti alla guida del Paese. E poi, provando a fare un confronto, in nessun altro Paese come il nostro, le disomogeneità territoriali sono così pronunciate.

Le recenti posizioni di Jean-Michel Six e impatto su novità per le pensioni

Sicuramente interessanti per inquadrare la situazione attuale è il quadro dipinto da Jean-Michel Six, a capo di una della più importanti agenzie di rating che realizza ricerche finanziarie e analisi su titoli azionari e obbligazioni. Ebbene, nonostante nell'ultimo periodo siano stati pochi i provvedimenti efficaci in termini di ripresa, novità per le pensioni e crescita generale, le stime da qui alla fine dell'anno sono migliorate. In buona sostanza, dalle recenti posizioni di Six trapela una certa positività sulle possibilità di rimettersi in piedi. Inutile però lasciarsi andare a facili entusiasmi. Per almeno tre motivi. In prima battuta le previsioni per il prossimo anno sono invariate e di conseguenza si tratta solo di un passaggio congiunturale e non strutturale. Quindi l'analista non fa nulla per nascondere le sue preoccupazione, anche perché abbiamo a che fare con lievi variazioni percentuali, non evidentemente in grado di assicurare una svolta concreta. Infine, non sembrano arrivare segnali sulle possibilità che l'esecutivo alla guida del Paese, possa mettere mano in quei settori strategici, come le novità per le pensioni, per favorire la ripresa.

Le ultime affermazioni di Mariana Kotzeva e impatto su novità per le pensioni

Anche dall'Ufficio statistico della Comunità presieduto da Mariana Kotzeva arrivano segnali incoraggianti sulla situazione nazionale. Certo, non sono tali da poter parlare di svolta, anche perché le novità per le pensioni introdotte non sono state sufficienti per migliorare ulteriormente gli indicatori analizzati, ma la lunga sequenza di segni negativi è stata interrotta. Le prime perplessità, seppure travestite da argomento tecnico, arrivano però con il confronto con quanto accade negli altri Paese della Comunità. Se sul fronte dei numeri sul settore impiegatizio, l'altra faccia della medaglia che include le novità per le pensioni, la crescita è un po' ovunque, dalle nostre parti è un po' meno sostenuta. E poi, a voler andare fino in fondo nel capire qual è stata la metodologia utilizzata per elaborare questi dati, occorre far presente che i numeri riportano solo quante persone hanno trovato un impiego, a tempo o fisso che sia, non quante queste sono in percentuale sulla popolazione attiva. Non si tratta di una semplice sfumatura tecnica, ma di una distinzione importante perché le percentuali di riferimento possono variare, e anche di molto.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il