BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Sannucci, De Micheli, Katakein

Se la stessa attenzione riversata sugli istituti in crisi venisse rivolta anche alle novità per le pensioni cambierebbero situazione, ultime notizie pensioni e prospettive.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:01): Le aperture che ci sono per cercare di risolvere questa delicata vicenda non c'erano mai state in precedenza ed è un esempio di come il clima sia differente e che dovrebbe essere sfruttato per le novità per le pensioni per le quali nelle ultime notizie e ultimissime vengono confermate pure delle aperture se venisse intrapreso un serio percorso per renderle meno rigide a favore della ripresa.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:30): Vi sono delle considerazioni pratiche che possono permettere di agire sulle novità per le pensioni in modo corretto per raggiungere i tanto agognati obiettivi guardando la situazione degli istituti nelle ultime notizie e ultimissime e di come sembra finalmente sia sia riusciti a trovare uno spiraglio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Si possono fare delle stesse considerazioni ma con risultati differenti perchè in modo diverso è stata trattata la questione tra le novità per le pensioni e gli istituti che sembra nelle ultime notizie e ultimissiem sistemandosi 

Sotto le luci dei riflettori c'è la questione degli istituti in crisi che, se rapportata a quella delle novità per le pensioni, rivela due aspetti. Il primo è che si affrontano le priorità solo quando si sono in emergenza. Il secondo è che il rinnovato atteggiamento accondiscendente della Comunità non viene sfruttato per le novità per le pensioni, a differenza di quanto succede appunto con la gestione della vicenda degli istituti. E dalle ultime notizie pensioni arrivano segnali sempre più chiari.

Le ultime posizioni di Paola de Micheli e conseguenze per novità per le pensioni

Inutile negarlo, il Tesoro non procede con la stessa speditezza su tutte le questioni sotto esame e a rimetterci sono quasi sempre le novità per le pensioni. E le recenti posizioni del sottosegretario Paola De Micheli ne sono solo l'ennesima dimostrazione. L'impressione, come dimostra il caso degli istituti, è che si affrontano le priorità solo quando si è in una fase emergenza, mettendo in luce la mancanza di una programmazione e di un'attività di prevenzione, anche in riferimento alle novità per le pensioni.

Le recenti posizioni di Valeria Sannucci e impatto su novità per le pensioni

Continua a essere sempre sul pezzo Valeria Sannucci, membro del Direttorio e vicedirettore generale di Palazzo Koch, che sta seguendo da vicino la vicenda degli istituti in difficoltà. I realtà l'attenzione è ben più ampia e coinvolge tutti i gangli vitali del Paese, tra cui appunto le novità per le pensioni. Sotto questo aspetto, anzi, sono tante le richieste avanzate nel tempo e ribadite anche adesso per favorire un processo virtuoso e sostenibile di rinnovamento nei vari istituti nazionali. La strada seguita è quella di permettere ai dipendenti più avanti con l'età e che si trovano in una evidente situazione di crisi strutturale, di smettere anzitempo. Il punto è che i costi sono naturalmente a carico della collettività e, dettagli di primissimo piano, si tratta di un provvedimento a carattere particolare e per nulla generale ovvero valido per tutti. Di conseguenza è lecito parlare di differenze di trattamento sulle novità per le pensioni e di disparità.

Le ultime affermazioni di Jyrki Katainen e impatto su novità per le pensioni

C'è una posizione che non va persa di vista e che sotto certi punti di vista deve essere maggiormente sfruttata. Si tratta di quella della Comunità che, come rivelano le ultime affermazioni di Jyrki Katainen, vicepresidente dell'esecutivo comunitario per l'occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività e già nel board per gli affari economici e monetari, mostrano meno rigità rispetto al passato. Per le novità per le pensioni si aprono allora interessanti prospettive, ma solo se adeguatamente sfruttate. A oggi, diciamola tutta, non lo sono state. A differenza di quanto invece è accaduto con le procedure per fare uscire dalle secchi gli istituti, rispetto alle quali la Comunità ha mostrato maggiore malleabilità adeguatamente utilizzata. Sullo stretto fronte delle novità per le pensioni, la Comunità vuole garanzie, anche legata alla certificazione di enti terzi, ma non c'è affatto un atteggiamento di totale chiusura.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il