BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 De Rita, Madron, Salvati

Tutta da scrivere la campagna per la ricerca del consenso e i temi prevalenti, con le novità per le pensioni sempre altalenati da una parte e dall'altra.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 6:30): Una serie di considerazioni interessanti da editorialisti ed esperti sul quadro interno ed esterno tra le varie parti e come si pongono verso le novità per le pensioni e le esigenze nelle ultime notizie e ultimissime dei cittadini

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Il quadro nel suo complesso è in continua evoluzione e anche per le novità per le pensioni non può che essere altrettanto. Le visioni dei responsabili delle forze in gioco non sono ancora definite e molte decisioni nelle ultime notizie e ultimissime sono ancora tutte da prendere per quella che si preannuncia una campagna di ricerca del consenso su differenti basi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:01): Si cerca di trovare un equilibrio tra le varie parti sia interno che esterno per poi concetrarsi su cosa offrire ai cittadini tra cui le novità per le pensioni al momento nelle ultime notizie e ultimissime caratterizzate da una notevole incertezza

C'è ancora l'instabilità a prevalere nello scacchiere generale e lo testimoniano le incertezze su cosa e come fare e sulle novità per le pensioni che caratterizzano tutte le forze. Meno contenuti nelle ultime notizie pensioni e più sentimenti di istinto.

Le ultime posizioni di Giuseppe De Rita e conseguenze per novità per le pensioni

C'è un problema di base che sta caratterizzando la scena attuale ovvero le differenti forze che aspirano alla guida del Paese o comunque a diventarne parte integrante. Ed è l'assenza di realismo e di solidi contenuti, anche riferiti alle novità per le pensioni, che si traduce in orizzonti di incertezza. Le stelle polari seguite dai responsabili delle forze sono alternativamente due, secondo Giuseppe De Rita, sociologo di chiara fama. La prima è quella di un sostanziale odio che riunisce le masse contro categorie e questioni ben precise. La seconda è quella del costante sguardo rivolto al passato, magari anche alle novità per le pensioni quando tutti godevano di condizioni di privilegio rispetto alle difficoltà attuali, ovvero a quei tempi in cui si stava sempre meglio. La scommessa è adesso riuscire a capire quale delle due componenti risulterà maggiormente decisiva per vincere la prossima partita alle urne. Secondo De Rita è più facile che a prevalere sia l'odio, ma c'è ancora molta strada da fare e soprattutto possono arrivare alternative differenti in grado di impostare la ricerca del consenso su basi differenti, come quella dei contenuti, anche se i tempi di cui avrebbero bisogno sono inevitabilmente più lunghi.

Le recenti posizioni di Michele Salvati e impatto su novità per le pensioni

C'è una qualità che manca al segretario della maggioranza ed è la pazienza. Per il giornalista Michele Salvati è proprio quella caratteristica che avrebbe potuto salvarlo più di una volta in passato e potrebbe farlo in futuro. Ma per ora ne è sprovvisto e ogni decisione che assume, al di là di quelle sui contenuti programmatici che comprendono anche le novità per le pensioni, l'impressione è che tutte le volte una scelta assoluta tra il nero e il bianco, il dentro e il fuori. Arrivati a questo punto e con un sistema proporzionale alle porte, per il segretario della maggioranza il momento delle scelte si fa allora più complicato. Perché se dovesse prevalere questo impianto per far esprimere ai cittadini la propria preferenza, allora saranno necessari accordi e compromessi, anche programmatici e anche sulle novità per le pensioni, rispetto alle quali il segretario della maggioranza ha dimostrato di non avere né voglia e né capacità. L'alternativa è rappresentata dal fare un passo indietro ovvero ricoprire solo il ruolo di segretario e non di aspirante guida del Paese, mantenendo così un rilevanti potere di indirizzo, ma offrendo un mezza vittoria alle opposizioni interne.

Le ultime affermazioni di Paolo Madron e impatto su novità per le pensioni

Guai a sottovalutare il Cavaliere. Forse per via della serenità che arriva con l'età che avanza e cui non ci si può opporre, è in grado di rappresentare la vera novità del panorama in vista della prossima chiamata alle urne. Non si tratta di un ossimoro, ma dello stato dei fatti, provocato anche dalla parabola altalenante degli altri piccoli e grandi leader. E così, ragiona il giornalista Paolo Madron, il suo proporre nuovi nomi per la guida del Paese (sempre caduti a vuoto), peraltro con posizioni non sempre coincidenti sulle novità per le pensioni e i tanti provvedimenti a esse legati, potrebbe celare intenti ben differenti. Uno in particolare, che è allo stesso tempo il più grande rischio e la maggiore salvezza. Quella di una grande alleanza con il segretario della maggioranza. Proprio questa, ragiona Madron, potrebbe essere la vera intenzione del Cavaliere e tutto ciò a cui stiamo assistendo è solo puro teatro. Ci sarebbero ragioni personali alla base di questa eventuale decisione, così come una sintonia di fondo da parte di chi intende guidare il Paese dal centro, senza radicalismi e senza toni eccessivi, anche sulle novità per le pensioni, mantenendo un profilo moderato.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il