BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Marattin, Poletti, Camusso

Di positivo c'è la riapertura del dialogo sulle novità per le pensioni, di negativo c'è il poco spazio dato agli interventi concreti.

Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): Alla fine si potrebbe convergere su alcuni punti tra le parti, ma certamente i rappresentanti dei dipendenti hanno già affermato che non potrebbero accettare che le novità per le pensioni non comprendano almeno un congelamento delle attese di vita perchè per loro sarebbe una sconfitta nelle ultime notizie e ultimissime gravissima come è evidente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): Nessuna o quasi convergenza tra i rappresentanti dei dipendenti e quelli dell'esecutivo per le novità per le pensioni. Non preoccupa tanto questo, ma che le divergenze nelle ultime notizie e ultimissime sono molto forti anche perchè pensare ad una convergenza fin da subito era assai difficile così come, però, anche quelle prossime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Non c'è piena soddisfazione da quanto è emerso sulle novità per le pensioni soprattutto sul fronte dei rappresentanti dei dipendenti. Non sono infatti andati al di là nelle ultime notizie e ultimissime di alcune facilitazione per i ragazzi, mentre sugli elementi più significativi non c'è stata convergenza

L'aria che si respira al termine della riunione sulle novità per le pensioni non è positiva. Se non altro perché l'appuntamento è stato eccessivamente interlocutorio e non sono stati registrati passi in avanti nelle ultime notizie pensioni, a tal punto che i punti più importanti sono stati rinviati. Su altri, invece, non è stata aperta la discussione.

Le ultime posizioni di Luigi Marattin e conseguenze per novità per le pensioni

La priorità è allora quella di trovare la formula migliore per dare qualche certezza in più ai ragazzi. Proprio su di loro si sta concentrando l'attenzione degli esperti che hanno in mano il fascicolo delle novità per le pensioni, tra cui Luigi Marattin. Una delle ipotesi è quella del versamento di contributi figurativi da parte dello Stato nei periodi di discontinuità occupazione. Insomma, quando un dipendente assunto a termine o con tutele crescenti si trovasse a spasso, sarebbe lo Stato per un certo periodo a versare i contributi richiesti all'ente erogatore. Nel pacchetto delle novità per le pensioni ci sarebbe anche un rafforzamento della pensione integrativa con dei meccanismi per renderla obbligatoria per i nuovi assunti. Più difficile una riduzione delle imposte sui rendimenti dei fondi pensione, secondo Marattin, da poco quasi raddoppiato. C'è poi un no, almeno temporaneo, all'allargamento delle platee mini pensioni senza oneri, quelle in cui a farsi carico delle somme è totalmente dello Stato. Il percorso del momento successivo delle novità per le pensioni è comunque alle battute iniziali nonostante il poco tempo a disposizione.

Le recenti posizioni di Susanna Camusso e impatto su novità per le pensioni

Solo due del lungo elenco di richieste di intervento o comunque di discussioni sulle novità per le pensioni sono state prese in esame. Dalle parti dei rappresentanti dei dipendenti si respira un'aria di parziale delusione. Di fatto l'esecutivo ha rinviato l'appuntamento con il restringimento dell'età pensionabili, aprendo solo alle possibili tutele aggiuntive per i ragazzi con la previsione di un assegno di base. Ma per sapere che forma avrà, come funzionerà e a quanto ammonterà, occorre aspettare. Semaforo arancione sul confronto in merito all'implementazione di elementi correttivi sul funzionamento del sistema delle novità per le pensioni pensioni di quota 41 e mini pensioni, così come all'introduzione di tutele per chi svolge attività saltuarie, discontinue e con stipendi al di sotto della media fino all'abbassamento delle imposte sulle pensioni e all'entrata in vigore dell'assegno universale o di una pensione base per tutti coloro che sono in difficoltà o comunque si trovano in una condizione di indigenza e non solo per i ragazzi. Di positivi, come rilevato dai rappresentanti dei dipendenti, c'è comunque la ripresa del dialogo interrotto.

Le ultime affermazioni di Giuliano Poletti e impatto su novità per le pensioni

Si registra la frenata di Giuliano Poletti, responsabile del dicastero dell'occupazione, rispetto alla possibilità di non allungare tra due anni, come già programmato, il traguardo della pensione. A suo dire si tratta di un passaggio che non può essere consumato nel cosiddetto momento successivo per la verifica della fattibilità di ulteriori novità per le pensioni poiché è uno nodo che deve sciogliere l'esecutivo (il Tesoro in particolare) per via dell'impatto sui conti nazionali. Si registra invece l'apertura sulle altre questioni al centro del confronto sulle novità per le pensioni, come le maggiori tutele da assegnare ai ragazzi, quelli maggiormente in difficoltà con il sistema in vigore. Tra le ipotesi in posta c'è quella un assegno che potrebbe integrare le future pensioni facendole arrivare a una cifra di base concordata. Un meccanismo simile a quello attualmente in vigore che però è destinato a scomparire con il passaggio al sistema contributivo. La restituzione di maggiore dignità, considerando le oggettive difficoltà in cui sono costretti a muoversi, non è comunque un'operazione così scontata secondo Poletti.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il