BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 Di Battista, Rossi, Martini

Ancora tante buone intenzioni per colmare l'assenza di novità per le pensioni, ma ancora pochi passi concreti, da parte di tutti, verso la loro attuazione.

Pensioni ultime notizie mini pensioni, q

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Ci si muove su differenti aspetti e siamo ancora in un momento di mediazione tra le differenti posizioni per le novità per le pensioni ed è naturale che sia così basta che non ci si fermi a questo nelle ultime notizie e ultimissime come quasi sempre è avvenuto

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 03:01): Non c'è al momento concretezza ma sono differenti le novità  per le pensioni avvenute in questo periodo con differenti intenzioni nelle ultime notizie e ultimissime che movimenti da più parti e qualche rara decisione.

I movimenti intorno alle novità per le pensioni sono tanti e per certi versi anche ammirevoli e auspicabili. Il passaggio alla concretezza nelle ultime notizie pensioni restituisce invece un quadro ben differente da quello immaginato, in cui l'elemento caratterizzante di ogni azione è la fumosità.

Le ultime posizioni di Alessio Rossi e conseguenze per novità per le pensioni

Non solo gli imprenditori sono stati tra i primi a chiedere novità per le pensioni, soprattutto agendo nel solco dell'interscambio tra ragazzi e anziani all'interno delle attività, ma lo fanno adesso con rinnovata energia con il Patto per la fabbrica. Si tratta di una maxi intesa, a cui partecipa anche la parte più fresca rappresentata da Alessio Rossi, per la revisione delle scelte industriali del Paese. Tra le sue priorità c'è la riscrittura del modello contrattuale che, a catena, coinvolge anche le novità per le pensioni e tutti i provvedimenti che a esse sono strettamente collegate. Stando almeno alle intenzioni manifestate nelle ultime posizioni, le conseguenze per novità per le pensioni sarebbero rilevanti perché tra i contenuti per i quali si chiede un intervento ci sono anche innovazione, formazione, conoscenza, ragazzi e rilancio del Mezzogiorno. Ed è ben sottolineare come questo percorso sia stato avviato in parallelo all'azione (o alla mancanza di azione, secondo altri punti di vista) dell'esecutivo. Dagli imprenditori è anche arrivata la disponibilità a definire criteri per la misurazione della rappresentatività.

Le recenti posizioni di Franco Martini e impatto su novità per le pensioni

Provano a riappropriarsi di un ruolo da protagonisti sulle novità per le pensioni, ma per i rappresentanti dei dipendenti e Franco Martini non sarà certamente facile. Non lo sarà perché l'esperienza di questo esecutivo volge al termine e il tempo per intervenire è poco. Non lo sarà perché in vista delle decisioni da assumere subito dopo la stagione estiva e in cui le novità per le pensioni troverebbero la loro collocazione naturale, gli spazi sono molto ristretti. E semplicemente non lo sarà perché questi ultimi esecutivi hanno dimostrato poca attenzione e uno scarso interesse ad andare al di là del prevedibile sulle novità per le pensioni. Di conseguenza si avverte la netta sensazione del ritardo con cui si stanno muovendo i rappresentanti dei dipendenti, anche nel minacciare uno sciopero collettivo. C'è comunque un punto che più di altri li sta spingendo all'azione ed è la richiesta di congelamento delle attese di vita legate al momento della pensione. Anche in questo caso è bene far notare come non si tratta di una emergenza che è scoppiata all'improvviso perché è da tempo che il calendario del momento del congedo è stato elaborato e sottoscritto.

Le ultime affermazioni di Alessandro Di Battista e impatto su novità per le pensioni

Si registra un passo indietro sulla revisione delle pensioni degli esponenti istituzionali. L'ennesimo che si aggiunge ai tanti stop deciso dagli stessi rappresentanti in riferimento a un provvedimento che interesserebbe le loro stesse tasche. Non sembrano dunque esserci valide ragioni per meravigliarsi e dalle cronache risulta che a essere più stupiti sono i pentastellati con Alessandro Di Battista in testa. L'esame della disposizione è slittato a dopo la stagione estiva, ma le possibilità che la procedura vada in porto sono francamente basse. La ragione di questo blocco? C'è quella ufficiale, secondo cui sono stati trascurati alcuni particolari tecnici e burocratici di vitale importanza, rispetto ai quali occorrono relazioni aggiuntive prima di procedere con l'approvazione definitiva. E poi c'è quella ufficiosa, secondo cui gli esponenti non approverebbero mai una novità per le pensioni che andrebbe contro i loro interessi. Anche e soprattutto perché in vista dell'appuntamento con le urne si profila un robusto ricambio nelle liste e non tutti avrebbe la certezza di essere riconfermato al loro posto. Come dire, meglio raccogliere adesso quanto più è possibile.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il