BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 Romani, Santini, Guerra

I numeri continuano a essere pochi, l'esecutivo naviga a vista anche sulle novità per le pensioni e non è certo un bene. Ultime notizie pensioni legate a decisioni urgenti.

 Pensioni ultime notizie quota 100, mini

Pensioni ultime notizie e novità affermazioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:01): A questo punto attraverso alcune affermazioni ma anche decisioni e comportamenti occorre capire queli novità per le pensioni ci potranno essere con questo esecutivo sempre che rimanga come sembra nelle ultime notizie e ultimissime anche se le sorprese ci possono sempre essereì

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): Occorre ora, capire, dopo questo momento che cosa per le novità per le pensioni con questo esecutivo potrebbe accadere se dopo il silenzio sulle riunioni interrotte all'imporovviso ci sia qualche possibilità di ricominciare nelle ultime notizie e ultimissime per avere come obiettivo almeno un elemento.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): L'esecutivo riesce a passare indenne con almeno due effetti per le novità per le pensioni, come si poteva capire anche dalle affermazioni, le stesse, però che nelle ultime notizie e ultimissime, fanno tenere alta l'attenzione

Difficile che l'esecutivo cada proprio adesso e si vada a elezioni subito, tra l'altro ritenute fondamentali per le novità per le pensioni. Non lo vuole il Cavaliere e non lo vuole il capo della principale forza a sostegno della maggioranza. Per ragioni diverse non hanno il vento in poppa per affrontare le urne. I numeri continuano però a essere risicati e occorre evidentemente una ripresa delle questioni più urgenti, tra cui l'introduzione definitiva delle novità per le pensioni, per evitare un inutile galleggiamento fino a che venga spenta la luce su questo esecutivo.

Le ultime posizioni di Giorgio Santini e conseguenze per novità per le pensioni

Come al solito sono meri calcoli di sopravvivenza e di strategia spicciola a guidare le azioni. E lo sa bene anche l'esponente della maggioranza Giorgio Santini e relatore della decisione integrativa che contiene il via libera ufficiale finale con novità per le pensioni. A quanto pare la maggioranza potrebbe porre la fiducia nonostante i numeri siano talmente risicati da mandare tutto all'aria. Ma l'apparenza inganna e le intese sono così trasversali da ridurre al lumicino le possibilità di una caduta dell'esecutivo e conseguentemente di elezioni subito. E poi è la stessa maggioranza che non può adesso correre il rischio di esporsi agli elettori perché avrebbe bisogno di alleati che fa fatica a trovare. Basti pensare che l'ex primo cittadino del capoluogo meneghino, ritenuto il collante tra le varie anime, sta guardando al professore bolognese, con tutte le conseguenze che porta con sé, come possibile sintesi di tutti gli umori.

Le recenti posizioni di Maria Cecilia Guerra e impatto su novità per le pensioni

Si trova improvvisamente al centro delle scene il Movimento democratico e progressista perché c'è a esprimersi sulla decisione integrativa che contiene il via libera ufficiale finale con novità per le pensioni e ogni numero è decisivo, compreso quello di Maria Cecilia Guerra. Ma la decisione è stata presa ed è quella di non rispondere quando ci sarà il passaggio della fiducia. Si tratta di una posizione, almeno sulla carta, estremamente rischiosa. Se tutti i non esponenti della maggioranza si esprimessero allo stesso modo, l'esecutivo cadrebbe e si andrebbe a elezioni subito, tra l'altro considerate favorevole in ottica novità per le pensioni. Ma così non sarà perché i ragionamenti sono più complessi e arrivati a questo punto tengono conto anche delle effettive possibilità di conferma dei vari rappresentanti. Cosa tutt'altro che scontata in questo scenario così fluido.

Le ultime posizioni di Paolo Romani e conseguenze per novità per le pensioni

La posizione di Paolo Romani, braccio destro del Cavaliere in tante battaglie tra cui le novità per le pensioni ovvero sull'innalzamento delle pensioni basse, è indicativa delle prospettive. Nessuna imboscata ovvero nessuna intenzione di sfruttare l'attuale fase di incertezza per far cadere l'esecutivo. E di conseguenza, al momento di esprimersi sulla decisione integrativa che contiene il via libera ufficiale finale con novità per le pensioni, usciranno dall'Aula. Non si tratta di un favore a quelli che sarebbero gli avversari naturali, ma la comprensione del rischio di elezioni subito. Essendo saltata l'intesa, le attuali regole costringerebbero il Cavaliere a un abbraccio mortale con il Carroccio, tra l'altro molto più radicale quando di mezzo ci sono le novità per le pensioni. Ma c'è chi non esclude il tentativo sottotraccia (ma poi neanche tanto) di rimettere in piedi l'intesa tra le due principali coalizioni, ma sono troppe le variabili interne ed esterne che giocano a sfavore.

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il