BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni si inseriscono diversi scandali

Scandali, truffe e spreco inutile di denaro invece di misure importanti e novità per le pensioni positive per tutti: ultime notizie su situazione italiana e prospettive

Pensioni ultime notizie quota 100, quota

pensioni novità crescita scandali truffe spreco denaro



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:10): Dunque, secondo queste nuove analisi, occorre non solo procedere con una revisione degli sprechi mai davvero fatta o quando fatta, poi, bloccata, ma procedere con novità per le pensioni che abbiano anche come obiettivo a sanare il sistema dagli stessi scandali che tolgono budget al sistema stesso e alle novità per le pensioni positive come potrebbe essere quota 100 o ulteriori sistemi per lasciare anzitempo l'attività

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 7:44): E in questa ulteriore analisi realizzata su scandali, sprechi e truffe un capitolo hanno anche le pensioni dove vengono sottratti miliardi in modo illecito con le truffe protagoniste in modo costante nelle ultime notizie e ultimissime, ma anche per pensioni di molto superiori alle attività svolte sia per quanto riguarda esponenti pubblici che altri. E questo chiaramente è uno dei nodi per le novità per le pensioni su cui si dovrebbe tornare, o melgio, forse, andare a sistemare realmene, per la prima volta.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Una ulteriore analisi recente, infatti, è stata fatta sugli scandali sia passati che attuali recentemente scoperti a livelli di sprechi e si ritrovano anche le pensioni nelle ultime notizie e ultimissime all'interno di quelli con maggior peso o, comunque, mai realmente affrontati. Ulteriore elemento, se ce ne fosse bisogno, che dimostra come siano necessarie le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:15): Non bastano i tanti ostacoli che già vi sono a livello di volontà e priorità per intraprendere le novità per le pensioni, ma si aggiungono anche ulteriori scandali così come vengono definiti da chi li analizza e li ha ribaditi e trovati di inediti nelle ultime notizie e ultimissime sempre a livello economico.

Impegni e obiettivi dichiarati da esecutivo e i diversi schieramenti politici non sembrano andare proprio nella stessa direzione di quegli atti concreti che invece vediamo: le ultime notizie su situazione occupazionale italiana, blocco delle novità per le pensioni importanti perché costose, la posizione dell’Italia nelle parti basse della classifica dei Paesi europei in cui si ive più felicemente, le ultime notizie sui drammi e gli incidenti sul lavoro indicano come finora si siano fatte solo chiacchiere senza fati importanti e reali.

Denaro sperperato tra sprechi e truffe: impatto su novità per le pensioni

Tra le ultime notizie che parlano di truffe con conseguente spreco di denaro che potrebbe essere investito in provvedimenti più vantaggiosi e positivi per tutti, a partire da profonde e importanti novità per le pensioni, quelle che riguardano il caso dei corsi di formazione: sempre più organizzati e pubblicizzati come la migliore strada di accesso dalla porta principale al mondo del lavoro, in realtà, i corsi di formazione, che sono circa 40mila all’anno, rappresentano la nuova truffa per far guadagnare più soldi ad enti pubblici e privati, con l’obiettivo di riempire le aule e far pagare i partecipanti, talvolta anche cifre elevate, nonostante non si tratti di corsi che in alcuni casi non danno alcuna garanzia di un successivo impiego.

Questa situazione implica, dunque, il rischio di una spesa, anche esosa, per una formazione più completa, una specializzazione, che forse, però, non potrà mai servire, e si tratta di un sistema che demotiva anche, tra le altre cose, perché dopo tanto impegno i giovani anche più capaci e volenterosi non vengono premiati. Ma non siamo, come ormai chiaramente sappiamo e ben si evince dalle ultime notizie generali sull’andamento del mondo del lavoro, in un Paese meritocratico. Ed ecco spiegato il motivo del tanto discusso fenomeno della fuga dei cervelli. Giovani validi italiani che emigrano alla ricerca di una fortuna, di un successo, di una ricompensa al loro impegno che puntualmente fuori dai confini di casa arriva sempre. Dentro, nella nostra Italia, mai: c’è, dunque, chiaramente un profondo problema da risolvere.

Le ultime notizie sulle truffe dei corsi di formazione sono solo, appunto, le ultime sui casi di truffe e sprechi in Italia, tra cui rientrano anche le famigerate truffe al sistema previdenziale, dove vengono dichiarate invalidità inesistenti e condizioni di indigenza per usufruire di finte pensioni di invalidità e benefici che, chiaramente, non verrebbero mai concessi; le truffe al sistema sanitario, che implicano spese di milioni di euro; ma anche gli sprechi relativi a tagli mai effettivamente attuati in toto, da quelli relativi alle Province, in teoria abolite ma di fatto ancora molto costose, a quelli delle Regioni, passando per le pensioni più elevate degli alti esponenti istituzionali. Si parla, in quest’ultimo caso, di miliardi di euro che potrebbero essere recuperati, semplicemente riducendo pensioni esagerate, in maniera tale anche da rendere meno ampio quel gap con i comuni cittadini che nella maggior parte dei casi oggi non riescono nemmeno a sostenere tutte le loro spese mensili con una pensione che si aggira intorno ai 500 euro, contro pensione di centinaia di migliaia di euro. E chiaro, dunque, come si tratti di scandali che piuttosto che essere risolti ed evitati continuano a frapporsi alimentando il favoloso mondo dello spreco di denaro in un momento in cui l’Italia, invece, dovrebbe risparmiare fortemente, per ridurre innanzitutto il suo debito pubblico e per rilanciare la crescita economica attraverso provvedimenti seri e profondi, comprese le stesse novità per le pensioni al momento bloccate, proprio per mancanza di risorse economiche adeguate.

Misure una tantum ennesimo spreco di soldi

Altri provvedimenti che potremmo considerare scandalosi, alla luce delle ultime notizie e delle ultime analisi di dati e andamento economico italiano, sono quelli relativi alle misure una tantum che continuano ad essere proposte come:

  1. novità per le pensioni attuali di mini pensione con e senza oneri e quota 41 limitate;
  2. staffetta generazionale;
  3. nuovo reddito di inclusione approvato per pochissimi;
  4. nuovo assegno ricollocazione ma solo per alcuni;
  5. nuovo assegno universale per figli, valido solo per chi ha un certo valore Isee e figli fino a 26 anni.

Si tratta di misure che, di volta in volta, vengono messe a punto quasi a rappresentare una sorta di contentino per i cittadini che chiedono miglioramenti e novità per le pensioni, ma che rappresentano solo uno spreco di soldi in misure che in alcuni casi possono rivelarsi inutili e inefficaci, come accaduto con la staffetta, come si rischia con le attuali novità per le pensioni di mini pensione e quota 41. A questo punto vien da chiedersi se non sia preferibile utilizzare il denaro complessivamente impiegato per ognuna di queste novità per le pensioni e misure sociali per misure universali per tutti e possibilmente definitive, anche se significasse attendere?

Del resto, pur con un po’ di tempo in più si potrebbero tenere da parte i milioni di euro impiegati per ogni misura finora riportata, sommare i risparmi derivanti da un concreto piano di revisione della spesa pubblica e di lotta a corruzione ed evasione fiscale e avere tutti i soldi necessari non solo per quelle novità per le pensioni importanti e vantaggiose per un rilancio occupazionale, con tutti gli altri benefici che ne deriverebbero in termini economici, ma anche per l’assegno universale unico per tutti che, tra l’altro, la stessa Comunità ci ha invitato ad introdurre.  

Ti è piaciuto questo articolo?










Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il